Riattivazione fornitura acqua sospesa per morositß: nuovo intestatario o prescrizione

  1. #1
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    LocalitÓ
    alessandria
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0

    Riattivazione fornitura acqua sospesa per morositß: nuovo intestatario o prescrizione

    Buongiorno, vi sottopongo due quesiti di cui non ho trovato risposta nella rete.

    La fornitura dell'acqua, intestata ad un condominio di soli tre alloggi viene sospesa dal fornitore per morositÓ e l'amministratore viene sollevato dal suo incarico in quanto in gran parte responsabile della situazione.

    1. Se la nuova fornitura viene intestata ad un singolo utente, dovrÓ corrispondere i debiti precedenti al fornitore?

    2. Se la fornitura rimanesse chiusa per 10 anni, il debito andrebbe in prescrizione
    Grazie.


  2. #2
    Non Ŕ collegato
    { 3416 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    LocalitÓ
    Taranto
    Messaggi
    22,813
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da yksel78 Visualizza Messaggio
    Buongiorno, vi sottopongo due quesiti di cui non ho trovato risposta nella rete.

    La fornitura dell'acqua, intestata ad un condominio di soli tre alloggi viene sospesa dal fornitore per morositÓ e l'amministratore viene sollevato dal suo incarico in quanto in gran parte responsabile della situazione.

    1. Se la nuova fornitura viene intestata ad un singolo utente, dovrÓ corrispondere i debiti precedenti al fornitore?

    2. Se la fornitura rimanesse chiusa per 10 anni, il debito andrebbe in prescrizione
    Grazie.
    1) L'ENTE provvisoriamente ha solo sospeso la fornitura ma non credo che rinuncerÓ a riscuotere il suo credito.
    Se intestate la nuova fornitura ad un singolo utente il fornitore continuerÓ l'azione legale verso il condominio che non cessa di esistere e di cui fanno parte tutti i proprietari dell'edificio.
    A fronte del credito residuo l'ENTE potrÓ emettere decreto ingiuntivo anche verso ciascun singolo cond˛mino fino al pignoramento degli appartamenti e la messa in vendita all'asta giudiziaria.

    2) Per quanto detto al punto 1 il debito potrebbe andare in prescrizione se l'ENTE non lo reclamasse per 10 anni ma la trovo una possibilitÓ al limite dell'impossibile.

    Se pensate di aver trovato l'escamotage per non pagare i debiti vi ritroverete a pagare molto di pi¨ nel caso l'ENTE agisca legalmente ed il condominio sia condannato al risarcimento delle spese giudiziali e legali della controparte.

    - Se l'amministratore non ha pagato per trascuratezza ma i soldi sono stati incassati e sono in cassa pagherete solo una piccola mora.
    - Se l'amministratore non ha pagato perchŔ non si Ŕ preoccupato di chiedere il dovuto a voi cond˛mini, Ŕ arrivato il momento di tirar fuori il denaro.
    - Se l'amministratore non ha pagato perchŔ si Ŕ appropriato indebitamente del denaro da voi versato vi tocca pagare l'ENTE e rivalervi contro l'amministratore (ammesso che non risulti nullatenente).

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso ╗
  4. #3
    Non Ŕ collegato
    { 4568 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    LocalitÓ
    Trieste
    Messaggi
    38,863
    Reputazione
    100
    Per prescrizione del debito sulla fornitura dell'acqua Ŕ di 5 anni, comunque anche in questo caso credo che l'ente fornitore non lascerÓ correre;

    Tempi della prescrizione
    10 anni: - vale, in via generale, per tutti i diritti per i quali la legge non prevede espressamente un termine di prescrizione differente;
    Alcuni casi: recupero crediti, diritto alla pensione, compenso dell'artigiano, risoluzione di vendita di cosa diversa da quella pattuita.
    5 anni: - Il codice civile enumera una serie di diritti e obbligazioni che si prescrivono in 5 anni.
    - E' compreso, in generale, tutto ci˛ che si deve pagare a scadenze periodiche di un anno o meno di un anno, in presenza di contratti pluriennali: Ŕ il caso delle bollette per l'energia elettrica, l'acqua, il gas, il telefono, oppure delle quote di adesione ad associazioni o di abbonamenti pluriennali. - In 5 anni si prescrive anche: il pagamento degli interessi, sia quelli legali sia quelli stabiliti dalle parti per il contratto.
    http://www.studiogiangrasso.it/?q=node/26
    Ultima modifica di Tullio Ts; 14-01-2015 alle 12:02

  5. #4
    Non Ŕ collegato
    { 3416 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    LocalitÓ
    Taranto
    Messaggi
    22,813
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Tullio Ts Visualizza Messaggio
    Per prescrizione del debito sulla fornitura dell'acqua Ŕ di 5 anni, comunque anche in questo caso credo che l'ente fornitore non lascerÓ correre;...
    C'Ŕ da aggiungere che non Ŕ sufficiente che passino i 5 o 10 affinchŔ si possa parlare di prescrizione.
    La prescrizione avviene solo se passa il tempo senza che venga MAI richiesto il denaro.
    Per meglio far comprendere a yksel78, anche dopo 4 anni, sarÓ sufficiente una raccomandata dell'ENTE di messa in mora per interrompere la prescrizione e ripartire da zero rinnovando la prescrizione di ulteriori 5 anni.
    Questo Ŕ evidenziato chiaramente proprio nel link che hai postato, dove Ŕ scritto:

    Interruzione
    Si ha quando, per iniziativa presa dalla parte interessata (attraverso la costituzione in mora) a riscuotere il pagamento, il tempo trascorso viene annullato e si riparte da zero.

  6. #5
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    LocalitÓ
    alessandria
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0
    Grazie Leonardo per la tua chiara e completa risposta.

    L'amministratore non si Ŕ mai fatto sentire e inoltre non ha fatto nulla per risanare un debito di 10.000 euro dovuto ad una perdita. Il fornitore stesso l'aveva sollecitato a fare qualcosa in modo che la spesa venisse coperta dall'assicurazione del fornitore.

    Quindi dobbiamo tirare fuori il denaro noi, o Ŕ responsabile l'amministratore?

  7. #6
    Non Ŕ collegato
    { 3416 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    LocalitÓ
    Taranto
    Messaggi
    22,813
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da yksel78 Visualizza Messaggio
    Grazie Leonardo per la tua chiara e completa risposta.

    L'amministratore non si Ŕ mai fatto sentire e inoltre non ha fatto nulla per risanare un debito di 10.000 euro dovuto ad una perdita. Il fornitore stesso l'aveva sollecitato a fare qualcosa in modo che la spesa venisse coperta dall'assicurazione del fornitore.

    Quindi dobbiamo tirare fuori il denaro noi, o Ŕ responsabile l'amministratore?
    Di sicuro in prima battuta i soldi li deve cacciare il condominio.
    Eventualmente dovrete sentire un avvocato (molto utile Ŕ il sollecito fatto dal fornitore all'amministratore) per concordare se esistono i presupposti per un risarcimento danni dovuto a responsabilitÓ professionale dell'aministratore.

    Intanto, visto che esiste un'assicurazione del fornitore per le eccedenze "eccessive", nominate subito un nuovo valido amministratore e contattate l'ENTE per verificare se esiste ancora la possibilitÓ di far intervenire l'Assicurazione.

  8. #7
    Non Ŕ collegato
    { 4568 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    LocalitÓ
    Trieste
    Messaggi
    38,863
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Leonardo53 Visualizza Messaggio
    ... anche dopo 4 anni, sarÓ sufficiente una raccomandata dell'ENTE di messa in mora per interrompere la prescrizione e ripartire da zero rinnovando la prescrizione di ulteriori 5 anni.
    Questo era ovvio, io mi riferivo solamente al periodo per la prescrizione per la fornitura dell'acqua (non 10 ma 5 anni)
    Ovvero mi arriva una bolletta, non la pago, trascorrono 5 anni dalla scadenza, nessuno reclama, e questa va in prescrizione.

  9. #8
    Non Ŕ collegato
    { 173 mi piace }
    Amministratore di condominio L'avatar di prociotta
    LocalitÓ
    Forlý
    Messaggi
    2,497
    Reputazione
    60
    dubito che l'azienda sia cosý cogliona da aprire lo stesso contatore solo perchŔ cambia il nome di fÓ il contratto -

  10. #9
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Pensionato
    LocalitÓ
    canosa dim puglia
    Messaggi
    7
    Reputazione
    0
    all'atto pratico non esiste la prescrizione...per le bollette dell'acqua?...perchŔ l'ente erogatore ogni volta che ti invia la nuova bolletta ...allega ...anche ...il bollettino di versamento relativo alla bolletta che non hai pagato...e nella successive bollette...sono sempre indcate le spese di mora e di ...recupero crediti......., quindi non esiste la prescrizione...perchŔ...quei documenti sono atti di ...interruzione della prescrizione .....o no?

  11. #10
    Non Ŕ collegato
    { 3416 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    LocalitÓ
    Taranto
    Messaggi
    22,813
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da rinota Visualizza Messaggio
    all'atto pratico non esiste la prescrizione...per le bollette dell'acqua?...perchŔ l'ente erogatore ogni volta che ti invia la nuova bolletta ...allega ...anche ...il bollettino di versamento relativo alla bolletta che non hai pagato...e nella successive bollette...sono sempre indcate le spese di mora e di ...recupero crediti......., quindi non esiste la prescrizione...perchŔ...quei documenti sono atti di ...interruzione della prescrizione .....o no?
    Le informazioni indicate nelle nuove fatture di ACQUEDOTTO PUGLIESE devi considerarli avvisi bonari visto che vengono recapitate con posta ordinaria.
    Quando le morositÓ cominciano a diventare importanti stai sicuro che iniziano il recupero con azione legale.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buonasera, per l'ennesima volta a causa della morositÓ di alcuni condomini, Ŕ stata sospesa l'erogazione dell'acqua. ╚ possibile agire nei confronti...
  2. Ciao Buona giornata, un mio amico voleva sapere se esiste una delibera AEEG che esplicitamente affermi che nel caso di subentro a...
  3. un appartamento Ŕ andato all'asta per morositÓ del proprietario, le spese condominiali non sono state pagate nel 2006-2007-2008. fatta ingiunzione...