Revoca immediata amministratore

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente pensionato
    Località
    Palermo
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0

    Angry Revoca immediata amministratore

    Nel nostro condominio l'Amministratore non ha pagato l'acqua per un complessivo di circa 26000€ in un periodo di circa 2 anni. Al momento delle spiegazioni ha presentato dei bonifici che non risultano versati in banca e inoltre ci siamo accorti che le fotocopie delle poche bollette ricevute da un solo condomino erano state falsificate evindenziando il regolare pagamento delle bollette precedenti quando invece la bolletta originale diceva il contrario. Orbene chiedo come procedere per una immediata revoca in attesa di una decisione di denunzia alla procura. Cosa fare? grazie


  2. #2
    Non è collegato
    { 4552 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,800
    Reputazione
    100
    Il sistema più veloce ed economico è agire in assemblea nominando un successore, voi condomini potreste avvalervi dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio pari o superiore a 166.66p mlm) richiedendo all'amministratore in carica un'assemblea straordinaria (meglio con lettera RR) con all'OdG “nomina amm.re” e quant'altro desiderate deliberare, se lui non stabilisce una data per questa assemblea entro 10 gg (dalla ricezione) gli stessi richiedenti potranno convocarla con lo stesso OdG richiesto, inviando una lettera RR, o fax, o Pec, oppure lettera consegnata a mano a tutti i proprietari invitandoli all’assemblea che si terrà in data “gg.mm.aa.” comunicando anche la 2° convocazione che si terrà almeno un giorno dopo e non oltre 10 gg dalla prima, specificando anche luoghi e ore e OdG (lo stesso richiesto), la comunicazione deve giungere almeno 5 gg prima della 1° riunione. Cercate per tempo un bravo amministratore e assicuratevi di ottenere in assemblea la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 1301 mi piace }
    Utente elite+ Amministratore di condominio
    Località
    civitavecchia
    Messaggi
    7,476
    Reputazione
    100
    dovete inviare una richiesta sottoscritta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio con odg. revoca amministratore, nomina nuovo amministratore. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione. (art. 66 Dacc).

  5. #4
    Non è collegato
    { 14 mi piace }
    Primi messaggi Amministratore di condominio
    Località
    Genova
    Messaggi
    91
    Reputazione
    2
    Art. 66 disp. att. almeno due condomini che rappresentino almeno 166 millesimi devono chiedere per iscritto all'amministratore assemblea straordinaria per revoca, l'amministratore ha 10 giorni di tempo per inviare le convocazioni. Se questo non succede i condomini richiedenti possono autoconvocare l'Assemblea. Tuttavia per la revoca occorre raggiungere la maggioranza dei presenti ed almeno 500 millesimi, e le stesse maggioranze sono richieste per la nomina del successore. Mancando la nomina, ancorchè fosse approvata la revoca, l'amministratore rimarrebbe in prorogatio, salva attivazione di un condomino della procedura camerale di nomina giudiziale dell'amministratore.
    Se i fatti riferiti sono veri ne comprendo la gravità, ma se non si è sicuri di avere subito pronto un altro amministratore che riceva il consenso necessario e si vogliono evitare spese di giudizio, può essere comunque opportuno non muoversi con eccessiva fretta nella revoca, e dare precedenza all'esposto.
    Lo stesso art. 66 disp. att. c.c. può essere applicato per richiedere molto semplicemente la convocazione di una assemblea per dibattere della situazione e chiedere i chiarimenti necessari all'amministratore, onde poter procedere se del caso con l'esposto ed in un secondo momento con una assemblea di revoca che sia sicura di addivenire al risultato auspicato.

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente pensionato
    Località
    Palermo
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0
    Ringrazio sentitamente tutti coloro che immediatamente hanno partecipato alla discussione con i loro consigli di sicura utilità. Aggiungo alla presente che la raccomandata di revoca e nomina nuovo amministratore è stata spedita, resta nel frattempo l'handicap della chiusura dell'acqua da parte dell'ente aquedotto per il mancato pagamento di bollette d'acqua relative ad un lungo periodo di tempo; qui voglio fare una pausa e chiedere come mai un ente pubblico aspetta tutto questo tempo (arretrati per una enorme cifra di denaro) prima di venire a chiudere l'acqua? Ovviamente gli avvisi non sono stati presi in considerazione dall'amministratore ma...Domanda potrebbero i condomini, in attesa di revoca, raccogliere una somma di denaro come anticipo per l'immediato riattacco della conduttura idrica e nello stesso tempo chiedere un piano di rientro rateizzato all'ente aquedotto interessato, o occorre che la trattativa sia fatta solo dall'amministratore?
    Ultima modifica di Coriolì; 27-10-2017 alle 08:48

  7. #6
    Non è collegato
    { 889 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di bilbetto
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,056
    Reputazione
    46
    La vostra è senza dubbio una situazione molto molto delicata. Se veramente l'amministratore che state per revocare ha "contraffatto" (perchè di questo si tratta) le bollette per truffare il condominio la questione avrà risvolti penali di non poco conto, ma anche civili, a patto che questo "signore" non risulti nullatenente, il che sarebbe la beffa definitiva.

    Il condominio è vostro e non potete rimanere senz'acqua. Sicuramente potete nominare il nuovo amministratore in tempi rapidi, ma se volete risolvere più velocemente il problema potreste raccogliere effettivamente i soldi per pagare una parte del debito in modo da ottenere il riallaccio immediato. Qualcuno di voi dovrebbe "temporaneamente" fare da figura di riferimento, stando però molto bene attento a muoversi con la dovuta cautela per evitare qualsiasi problema. Bisogna parlare con l'ente, raccogliere le somme, rilasciare ricevute, prendere nota di tutti i versamenti e fare il pagamento all'ente facendosi rilasciare una quietanza. Quando l'amministratore verrà nominato dovrete consegnare tutto nelle sue mani e relazionarlo sull'attività svolta. Non vedo altra soluzione per velocizzare le cose.

    Naturalmente mi auguro che successivamente vengano prese le opportune decisioni per fare in modo che il "signore" uscente paghi per ciò che ha fatto.
    Ultima modifica di bilbetto; 27-10-2017 alle 16:00

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Il nostro amministratore per più volte ci ha mandato ditte per lavori vari senza avvertirci per tempo né comunicarci data e ora in cui sarebbe stato...
  2. Ciao a tutti, se qualcuno ha seguito i miei post precedenti sà che stiamo cercando di sollevare l'attuale amministratore dal suo incarico. Ho...
  3. E' possibile confermare la nomina di un amministratore e richiederne le dimissioni dopo pochi giorni? Questa sera c'è la riunione condominiale (la...
  4. Ciao a tutti! Mi auguro che qualcuno possa darmi un risposta in merito a questo quesito: quali sono i casi in cui l'amministratore può essere...