Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Like Tree10Ringraziamenti

Numero massimo deleghe: vince Codice civile o Regolamento condominiale?

  1. #18
    Non è collegato
    { 62 mi piace }
    Frequentatore Avvocato
    Località
    cagliari
    Messaggi
    210
    Reputazione
    11
    Sono del parere che una ipotetica irregolarità a monte non possa comportare una invalidità eventuale della delibera se non a valle, cioè dopo che la delibera è stata presa.

    Per cui il vizio a priori non può essere sindacato da nessuno prima della discussione, del tipo prevenire è meglio che curare. Come detto prima, può essere invece oggetto di discussione preventiva (anche per incoraggiare la diffusione delle informazioni e delle norme giuridiche e di comportamento).
    Tra l'altro, non è detto e non sappiamo se l'eccesso di deleghe possa poi condurre necessariamente a una delibera illegittima; può darsi che (solo a seguito della discussione), il condomino si determini per votare in senso contrario alla maggioranza o anche in maniera disgiunta per ogni singolo delegante, magari non influenzando l'esito del voto.

    Non accettare una delega o eliminare quelle in eccesso mi pare che siano le due facce di una stessa medaglia, sulle quali il Presidente o chiunque altro non abbia margini di intervento preventivo, sino a giungere addirittura a sospendere l'adunanza, a meno che la delega sia radicalmente nulla (per es. per mancanza di firma del delegante).

  2. #19
    Non è collegato
    { 4566 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,853
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Thorwald Visualizza Messaggio
    Non accettare una delega o eliminare quelle in eccesso mi pare che siano le due facce di una stessa medaglia, sulle quali il Presidente o chiunque altro non abbia margini di intervento preventivo, sino a giungere addirittura a sospendere l'adunanza, a meno che la delega sia radicalmente nulla (per es. per mancanza di firma del delegante).
    Condivido la disamina, ma non il non poter sospendere o chiudere l'assemblea da parte del presidente, il quale è l'unico garante in quel preciso momento che potrebbe farlo, non avendo nessuna altra capacità di intervento in una richiesta di rappresentanza superiore alle norme.
    In pratica chi desidera ottenere soddisfazione, avrà l'unica opportunità di impugnare una chiusura di assemblea adottata, secondo chi impugna, in maniera illegittima dal Presidente.

    Purtroppo a quanto vedo dalle mie ricerche e richieste in questo forum, non esistono sentenze a cui fare riferimento in casi del genere, per cui qualsiasi comportamento del Presidente potrebbe essere regolare o considerato illecito, e poi impugnato.
    Ultima modifica di Tullio Ts; 02-01-2018 alle 13:17

  3. #20
    Non è collegato
    { 62 mi piace }
    Frequentatore Avvocato
    Località
    cagliari
    Messaggi
    210
    Reputazione
    11
    Ritengo che il comportamento non regolare o illecito (in casi di delibera illegittima per eccesso di deleghe) sia però da imputare più al condomino che al presidente; e poi l'impugnazione sarebbe in ogni caso diretta a far valere l'illegittimità della delibera e non certo a censurare il comportamento del presidente che ha accettato le deleghe in misura superiore a quella consentita.

    E poi - come ho detto prima - come la mettiamo con le assemblee che non nominano il Presidente (perché sono più frequenti di quanto si pensi); chi decide in quel caso sulle deleghe, e chi decide che l'assemblea debba essere sospesa ???

  4. #21
    Non è collegato
    { 4566 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,853
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Thorwald Visualizza Messaggio
    Ritengo che il comportamento non regolare o illecito (in casi di delibera illegittima per eccesso di deleghe) sia però da imputare più al condomino che al presidente; e poi l'impugnazione sarebbe in ogni caso diretta a far valere l'illegittimità della delibera e non certo a censurare il comportamento del presidente che ha accettato le deleghe in misura superiore a quella consentita.

    E poi - come ho detto prima - come la mettiamo con le assemblee che non nominano il Presidente (perché sono più frequenti di quanto si pensi); chi decide in quel caso sulle deleghe, e chi decide che l'assemblea debba essere sospesa ???
    Ma infatti l'unico responsabile dell'irregolarità è il condomino che pretende (se non convinto dall'avviso del Presidente) di poter o volere che siano accettate come valide tutte le deleghe che accumulato in surplus, che cosa dovrebbe fare il presidente? Accettare questo dato di fatto ed eventualmente lui stesso impugnare il deliberato sottoscritto da lui stesso (mi sembra una assurdità), oppure dichiarare illegale la richiesta e non accettare il "ricatto" (lo metto tra virgolette)?

    Ripeto il mio pensiero, se io fossi presidente in queste condizioni, e non potendo decidere sulla quantità di deleghe in eccesso e il delegato non ceda nessuna delega ed io stesso impossibilitato a decidere quali deleghe eliminare, sospenderei e/o dichiarerei l'assemblea non atta a deliberare per irregolarità dei presenti, in riferimento a quelli in eccesso non potendo essere rappresentati da un unico delegato.

    Chi vorrà potrà impugnare, ma non certo io Presidente accettare le deleghe e poi impugnare io stesso l'irregolarità sottoscritta da me stesso (come fosse valida) sul verbale.

  5. #22
    Non è collegato
    { 3415 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,808
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Thorwald Visualizza Messaggio
    ... Per cui il vizio a priori non può essere sindacato da nessuno prima della discussione, del tipo prevenire è meglio che curare. Come detto prima, può essere invece oggetto di discussione preventiva (anche per incoraggiare la diffusione delle informazioni e delle norme giuridiche e di comportamento)...
    Io ritengo che il vizio a priori consista nel quorum costitutivo e cioè nello stabilire "a priori" chi abbia diritto a votare.
    A mio avviso l'assemblea (o il Presidente dopo aver sentito l'assemblea) dovrà assumersi la responsabilità di verbalizzare che
    "l'assemblea è validamente costituita dai seguenti condòmini ed escludendo i deleganti Tizio, Caio e Sempronio, non essendo possibile accertare chi dei tre è datore di delega in eccesso"

    Lo scopo, secondo il mio punto di vista, resta quello di deliberare facendo ricadere l'onere di impugnazione su chi ha innescato il problema, evitando chiusure di assemblea e nuovi costi (tempo e denaro) di convocazione.

  6. #23
    Non è collegato
    { 4566 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,853
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Leonardo53 Visualizza Messaggio
    A mio avviso l'assemblea (o il Presidente dopo aver sentito l'assemblea) dovrà assumersi la responsabilità di verbalizzare che
    "l'assemblea è validamente costituita dai seguenti condòmini ed escludendo i deleganti Tizio, Caio e Sempronio, non essendo possibile accertare chi dei tre è datore di delega in eccesso"
    Anche questa è una soluzione che può essere valida, condivido.

    In pratica condivido le soluzioni che non comportano accettare da parte del Presidente deleghe in surplus da quanto prevede la norma o il RdC per poi dover impugnare per regolarizzare l'anormalità, che lo facciano gli altri (se vogliono sentendosi parte lesa) come ha ipotizzato Leonardo.
    Ultima modifica di Tullio Ts; 02-01-2018 alle 14:25

  7. #24
    Non è collegato
    { 62 mi piace }
    Frequentatore Avvocato
    Località
    cagliari
    Messaggi
    210
    Reputazione
    11
    Per completare il mio discorso sul punto, merita di essere segnalata una recente e utile pronuncia del Tribunale di Roma di settembre 2017 (riportata integralmente da condominio web

    http://www.condominioweb.com/eccesso...ssemblea.14256 dove si legge

    In merito alla legittimità della delibera assunta con il voto di un condomino portatore di un numero di deleghe eccessivo il Giudicante evidenzia che “la censura per come formulata non merita accoglimento dovendosi ritenere che la violazione non integri di per sé causa di illegittimità della delibera, se non nel caso in cui il voto delegato sia risultato determinante ai fini dell'approvazione del deliberato … circostanza questa che non risulta allegata dalla parte”.
    camillo50 likes this.

  8. #25
    Non è collegato
    { 627 mi piace }
    Farronato Amministrazioni Geometra L'avatar di camillo50
    Località
    Romano d'Ezzelino (Vi)
    Messaggi
    6,557
    Reputazione
    97
    Citazione Originariamente Scritto da Thorwald Visualizza Messaggio
    Per completare il mio discorso sul punto, merita di essere segnalata una recente e utile pronuncia del Tribunale di Roma di settembre 2017 (riportata integralmente da condominio web

    http://www.condominioweb.com/eccesso...ssemblea.14256 dove si legge

    In merito alla legittimità della delibera assunta con il voto di un condomino portatore di un numero di deleghe eccessivo il Giudicante evidenzia che “la censura per come formulata non merita accoglimento dovendosi ritenere che la violazione non integri di per sé causa di illegittimità della delibera, se non nel caso in cui il voto delegato sia risultato determinante ai fini dell'approvazione del deliberato … circostanza questa che non risulta allegata dalla parte”.
    ciao

    cvd - post 12 .
    Thorwald likes this.

  9. #26
    Non è collegato
    { 4566 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,853
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Thorwald Visualizza Messaggio
    In merito alla legittimità della delibera assunta con il voto di un condomino portatore di un numero di deleghe eccessivo il Giudicante evidenzia che “la censura per come formulata non merita accoglimento dovendosi ritenere che la violazione non integri di per sé causa di illegittimità della delibera, se non nel caso in cui il voto delegato sia risultato determinante ai fini dell'approvazione del deliberato … circostanza questa che non risulta allegata dalla parte”.
    Sono d'accordo su questo, ovvero se i voti eccedenti portati dal delegato non risultino determinanti, è ovvio che non causano nessun danno, all'inverso invece la delibera potrebbe essere impugnata.

    Ma non è questo il problema iniziale, ovvero se il Presidente non si accorge dell'eccedenza potrebbe essere valida quella sentenza, me se all'inverso il presidente all'atto dell'appello si accorge che un condomino è portatore di deleghe in numero maggiore del consentito, cosa potrebbe fare?

    Secondo me potrebbe non proseguire nell'assemblea e sospenderla sino a che il delegato non si mette in regola a porta il numero di deleghe regolare disposto dal RdC o dalle norme civilistiche --> Dacc art. 67, non essendo lui (presidente) autorizzato ad eliminare il surplus ed in caso dichiarare non valida la riunione perchè la costituzione dell'assemblea risulta irregolare.
    Oppure a mali estremi estremi rimedi, condividendo il pensiero di Leonardo, il presidente non accetterà nessuna delega del delegato, così che chi vorrà potrà impugnare se si ritiene parte lesa.
    Ultima modifica di Tullio Ts; 03-01-2018 alle 09:33

  10. #27
    Non è collegato
    { 627 mi piace }
    Farronato Amministrazioni Geometra L'avatar di camillo50
    Località
    Romano d'Ezzelino (Vi)
    Messaggi
    6,557
    Reputazione
    97
    ciao

    Dove è previsto il potere del Presidente di sospendere l'assemblea in attesa che il delegato eventualmente decida ?
    Quali poteri ha egli di mandare tutti a casa? A spese di chi ?

    Ma se ha tale facoltà, che a mio giudizio non ha in nessun caso, come fa invece ad avere i poteri di non accettare nessuna delega ? Quindi, non può annullare una delega, ma 4 si.
    E se comunque ci fosse il quorum costitutivo a prescindere delle 4 deleghe e il delegato non lascia la sala della riunione, che fa.... lo caccia ?

    A mio giudizio, può verbalizzare la situazione di violazione di norme, ma comunque l'assemblea va avanti. Poi sarà chi interessato eventualmente ad impugnare.

    Comunque sono situazioni solo teoriche che difficilmente emergono in assemblea, ma che la successiva attenta esamina del verbale permette agli interessati, spesso per altre motivazioni, appigli cui ci si aggrappa per impugnare.

  11. #28
    Non è collegato
    { 4566 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,853
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da camillo50 Visualizza Messaggio
    ciao

    Dove è previsto il potere del Presidente di sospendere l'assemblea in attesa che il delegato eventualmente decida ?
    Quali poteri ha egli di mandare tutti a casa? A spese di chi ?

    Ma se ha tale facoltà, che a mio giudizio non ha in nessun caso, come fa invece ad avere i poteri di non accettare nessuna delega ? Quindi, non può annullare una delega, ma 4 si.
    E se comunque ci fosse il quorum costitutivo a prescindere delle 4 deleghe e il delegato non lascia la sala della riunione, che fa.... lo caccia ?

    A mio giudizio, può verbalizzare la situazione di violazione di norme, ma comunque l'assemblea va avanti. Poi sarà chi interessato eventualmente ad impugnare.

    Comunque sono situazioni solo teoriche che difficilmente emergono in assemblea, ma che la successiva attenta esamina del verbale permette agli interessati, spesso per altre motivazioni, appigli cui ci si aggrappa per impugnare.
    Carissimo Camillo se il presidente lascia correre le irregolarità non è un buon presidente, ovvero dovrebbe lui stesso ricorrere al Giudice per risolvere la questione, ma dato che il presidente è il garante della giusta regolarità dell'assemblea può sospendere e chiudere l'assemblea se la cosa non viene normalizzata, ovvero il delegato con deleghe in surplus non elimina di sua volontà l'eccesso.

    Io ti dico che il Presidente può chiudere un'assemblea irregolarmente convocata con deleghe il più (se non regolarizzate), ovvero l'assemblea irregolare non può proseguire.
    Ora dimmi tu dove è previsto che questo non possa accadere. Grazie
    Ultima modifica di Tullio Ts; 03-01-2018 alle 10:30

  12. #29
    Non è collegato
    { 627 mi piace }
    Farronato Amministrazioni Geometra L'avatar di camillo50
    Località
    Romano d'Ezzelino (Vi)
    Messaggi
    6,557
    Reputazione
    97
    ciao

    non ho mai detto che egli deve lasciar correre l'irregolarità delle deleghe, ma non avendo poteri diversi, la fa verbalizzare illustrando i motivi in modo che tutti poi ne siano informati, compresi gli assenti che riceveranno il verbale. Lui non è poi nemmeno autorizzato a ricorrere di sua iniziativa al Giudice, senza un mandato specifico dell'assemblea. Ha però sempre i poteri oche il legislatore ha attribuito al condomino, se tale.

    E' vero che il Presidente è il garante e coordinatore dello svolgimento della stessa, ma non della regolarità delle decisioni che l'assemblea assume di volta in volta che lui a mezzo segretario, si limiterà a verbalizzare. Del resto, ciò anche tu evidenzi da sempre,e giustamente, è una attribuzione che compete al Giudice.

    In Italia, ciò che non è vietato, almeno sino ad oggi, è sempre lecito. Quindi impedire la tenuta dell'assemblea, chiudendola per il suo parere ( anche se corretto) di irregolarità, è un limite al mio diritto a che quella assemblea, regolarmente convocata, anche se irregolarmente costituita, sia tenuta.

    Secondo te, a che scopo il legislatore ha previsto i termini per le impugnazioni di ciò che non è rispettoso delle norme ? Perchè ha previsto che trascorsi determinati termini, anche molte irregolarità si sanino automaticamente ?

    Comunque penso si aver ben sviscerato la posizione, che per me è solo di buon senso, anche se con qualche forzatura nell'interesse generale del condominio.
    Thorwald likes this.

  13. #30
    Non è collegato
    { 4566 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,853
    Reputazione
    100
    Camillo scusa, ma non mi convincerai mai, il presidente ha il compito di portare a termine l'assemblea in modo regolare e che sia inoppugnabile da chiunque (se è capace) per cui a mali estremi rimedi.
    Come mi è stato consigliato con messaggio privato, chiudo il mio colloquio con te ad evitare lunghe discussioni a due.
    Ultima modifica di Tullio Ts; 03-01-2018 alle 12:10

  14. #31
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Primi messaggi Altra libera prof.
    Località
    Catania
    Messaggi
    71
    Reputazione
    4
    Mi inserisco nella Vostra ottima discussione, a proposito del numero di deleghe. Ho capito che se nel condominio ci sono piu di 20 condomini non si può superare il 20% di deleghe. Ma se il condominio ha 15 condomini, qual'è il massimo di deleghe? rimane sempre il 20%? grazie per il Vostro contributo

  15. #32
    Non è collegato
    { 3415 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,808
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da manio Visualizza Messaggio
    Mi inserisco nella Vostra ottima discussione, a proposito del numero di deleghe. Ho capito che se nel condominio ci sono piu di 20 condomini non si può superare il 20% di deleghe. Ma se il condominio ha 15 condomini, qual'è il massimo di deleghe? rimane sempre il 20%? grazie per il Vostro contributo
    Salvo che il regolamento non sia più resttrittivo, non c'è limite alle deleghe nei condominii con un massimo di 20 condòmini.
    Un delegato può rappresentare anche tutti i condòmini e farsi l'asemblea da solo.

  16. #33
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    18
    Reputazione
    0
    Ho capito: non è facile discriminare tra una delega e l'altra quando il numero di queste superano quello massimo accettabile da un condomino e le soluzioni per annullare una delega piuttosto che un'altra mi sembra siano basate su criteri personali.
    Tuttavia una prima selezione forse potrebbe essere fatta al conteggio delle deleghe stesse, proprio all'inizio dell'assemblea.
    Nel mio caso ci sono 48 condomini totali e ogni condomino non può accettare più di 3 deleghe.
    Questo significa che su 48 condomini esiste già un massimo di deleghe che mi devo aspettare di trovare al momento dell'avvio della assemblea. Ovvero: non più di tot deleghe su un totale di 48 condomini.
    Quindi se ne raccolgo di più provvedo (o invito) a una selezione.

  17. #34
     E' online
    { 891 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di bilbetto
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,058
    Reputazione
    46
    Citazione Originariamente Scritto da Leonardo53 Visualizza Messaggio
    Salvo che il regolamento non sia più resttrittivo, non c'è limite alle deleghe nei condominii con un massimo di 20 condòmini.
    Un delegato può rappresentare anche tutti i condòmini e farsi l'asemblea da solo.
    Scommetto che anche se fosse da solo troverebbe il modo di litigare lo stesso
    Tullio Ts likes this.

Discussione Chiusa
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Buongiorno, vi scrivo come consigliere di condominio per una consulenza sul tema in oggetto che credo rivesta un interesse generale. In base alla...
  2. Ho la necessità di avere un chiarimento circa l'articolo 67 in oggetto, inquanto in contraddizione con regolamenti di condominio antecedenti la...
  3. Buongiorno, avrei un quesito al quale non ho trovato risposta pur sfogliando il vostro ottimo forum o ricercando su google. Il tema e' la...
  4. Volevo chiedere una informazione generale su un caso che penso possa riguardare molte persone a riguardo la rappresentanza in assemblea. PREMESSA...