Nido famiglia nel condominio ... come andare contro i condomini!

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    roma
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0

    Nido famiglia nel condominio ... come andare contro i condomini!

    Salve a tutti sono Massimo, ho un problema e spero che qualcuno di voi possa aiutarmi. La mia compagna ha deciso presso l'abitazione dove siamo in affitto di fare la tagesmutter (baby sitter a casa) logicamente avendo l'autorizzazione del padrone di casa. Noi abitiamo a Roma a al momento non c'è una regolamentazione ne comunale ne regionale che vieta questa "professione". Tengo a precisare che abbiamo comunque fatto la raccomandata per inizio attività all'asl di zona, Municipio e Regione, che nello statuto di condominio non c'è niente che vieti questa cosa e che abbiamo tutte le assicurazioni del caso.
    Però 3 condomini su 10 hanno fatto una lettera all'amministratore per farci chiudere, nonché un esposto alla polizia municipale ed asl.
    Sono andati porta a porta da tutti i condomini per far firmare questa lettera dicendo che questa cosa era illegale. Adesso vorrei sapere come posso agire nei loro confronti per tutelare la mia persona. C'è qualcuno che possa aiutarmi? Io la prima cosa che ho pensato di fare e andare ai carabinieri e denunciarli per diffamazione. cosa ne pensate?


  2. #2
    Non è collegato
    { 4576 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,949
    Reputazione
    100
    Se non esiste un divieto, l'attività non è illegale, la cosa che potrà essere contestata è l'eventuale rumore che non dovrà superare la normale tollerabilità.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 301 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,733
    Reputazione
    66
    Innanzitutto devi compiere passi ragionati.

    Il fatto che tu abbia avvisato la Asl palesa la tua buona fede. E' bene però considerare che sei in presenza di vicini particolarmente agguerriti.
    L'amministratore, se sei sicuro che nel regolamento non ci siano divieti in tal senso, non può nulla. Probabilmente i tuoi vicini che non hanno di meglio da fare temono il via vai credendo di abitare in un abbazia tra i boschi.

    Prima di avviare l'attività penso dovrai attendere le risultanze della Asl. Non so se in questo caso valga il silenzio assenso.
    I Carabinieri non credo siano competenti in materia.
    Attenzione perchè dopo di questi gli restano ancora l'Ispettorato del lavoro e la GdF.

    Quindi, o gli fai sparare tutte le cartucce, così se ti dovessero far causa puoi portare in giudizio tutti i loro tentativi eventualmente risultati vani, oppure potresti cercare una ricomposizione bonaria, magari spedendo un fax all'amm.re dove lo informi che in data .... sei disposto a incontrare i condomini presso (anche nell'androne), per chiarire i loro dubbi. Ma una querela per diffamazione non la vedo bene perchè devi avere la copia della lettera, poi non so se a Roma una querela del genere abbia seguito e se vuoi lo abbia devi farla seguire da un avvocato. Casomai, se hai la lettera, meglio un esposto, così i signori almeno vengono chiamati e informati dei rischi della loro condotta.

    Hai la fortuna di abitare in una città dove il servizio di consulenza legale-condominiale gratuita Anaci è presente in quasi ogni municipio. Io ci andrei subito per esporre i dubbi all'avvocato. Personalmente ho avuto modo di conoscere l'avvocato presso il XII e VII municipio e mi sono trovato bene.

    http://www.anaciroma.it/attivita-con...ondominio.html

    Ti saluto e ti ricordo che la mia era solo un'opinione e non un parere qualificato.
    Ultima modifica di efisio; 07-03-2014 alle 08:29

  5. #4
    Non è collegato
    { 57 mi piace }
    Esperto Geometra
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,432
    Reputazione
    43
    Non devi fare assolutamente nulla se non essere sicuramente in regola sotto tutti i profili.

    Gli "asili casalinghi" sono il frutto (a mio parere scellerato) di non so quale governo che li ha consentiti x legge.Non devono esserci dipendenti nè particolari condizioni, è una casa che per alcune ore al giorno si trasforma in "deposito bambini" e penso proprio che i condomini dovranno adeguarsi, visto che l'unico appiglio poteva essere un divieto da regolamento condominiale che a quanto pare non esiste.

    Saluti

    Giuseppina

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    roma
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0
    Grazie per le risposte innanzitutto, per essere chiari in asl ci sono andato ed ho parlato con il responsabile di zona chiedendo un sopralluogo nel mio appartamento per una specie di autorizzazione. Mi ha risposto che non ce n'è bisogno perché questo tipo di attività non lo prevede. Per quanto riguarda comune e regione ci sono stato e non hanno saputo dirmi nulla in merito ne indicarmi una documentazione da presentare. Allorché ho fatto queste raccomandate ai tre enti per comunicargli l'inizio attività e che nonostante i mei sforzi nessuno dei tre era riuscito a darmi una regolamentazione. Ho concluso le lettere dicendo che in caso di non risposta la mia posizione era da intendersi regolarizzata. ho fatto bene?

    - - - Aggiornato - - -

    perché dici scellerato?

  7. #6
    Non è collegato
    { 301 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,733
    Reputazione
    66
    Fai una passeggiata da uno degli avvocati che ti ho indicato.
    Generalmente quando si tratta di autorizzazioni sanitarie il silenzio assenso non vale. Quindi la Asl potrebbe pure cambiare idea.

  8. #7
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Legnano
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    Ciao Massimo, stesso problema!! L'amministratrice di condominio è sempre stata contro il mio nido famiglia aperto a settembre 2013 e non potendo farmelo chiudere (è andata anche da un avvocato!) allora ha deciso di farmi pagare più condominio e più acqua con anche gli arretrati!! Ma può farlo?? Allora dovrebbe far pagare di più anche la mia dirimpettaia che cura i nipoti tutti i giorni a casa sua!!!!

  9. #8
    Non è collegato
    { 301 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,733
    Reputazione
    66
    Citazione Originariamente Scritto da Jasmine Visualizza Messaggio
    Ciao Massimo, stesso problema!! L'amministratrice di condominio è sempre stata contro il mio nido famiglia aperto a settembre 2013 e non potendo farmelo chiudere (è andata anche da un avvocato!) allora ha deciso di farmi pagare più condominio e più acqua con anche gli arretrati!! Ma può farlo?? Allora dovrebbe far pagare di più anche la mia dirimpettaia che cura i nipoti tutti i giorni a casa sua!!!!
    Devi riguardare il bilancio preventivo approvato e il regolamento di condominio. Se quest'ultimo prevede la ripartizione a consumo, deve farla pagare così.
    Facci sapere se la variazione era a preventivo, se fu approvato, tu cosa votasti e cosa dice il regolamento sulla ripartizione acqua.

  10. #9
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Legnano
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    Ciao Efisio! Io sono in affitto e non mi spetta decidere niente. L'acqua la addebitano a numero di persone e millesimi e a me hanno aggiunto una persona. Oggi ho contattato l'avvocato e dice che l'amministratrice non può nè vietare che io curi bambini a casa mia nè farmi pagare come se fosse un'attività poiché l'appartamento non cambia destinazione d'uso. Io ho già spiegato queste cose all'amministratrice, le ho spiegato che faccio semplicemente la baby sitter a casa mia ma appena sentono "nido famiglia" lo associano a "asilo nido" è dato che ho un introito (capirai che introito! Non è certo l'introito di un asilo nido!) allora è commerciale. Secondo loro! Forse se optavo per la professione di escort non mi rompevano così le scatole, non dovevo dire "fate piano" ai bambini per non disturbare e di sicuro avevo un buon introito!! Scusate ma mi hanno avvelenato il dente!

  11. #10
    Non è collegato
    { 301 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,733
    Reputazione
    66
    Citazione Originariamente Scritto da Jasmine Visualizza Messaggio
    Ciao Efisio! Io sono in affitto e non mi spetta decidere niente. L'acqua la addebitano a numero di persone e millesimi e a me hanno aggiunto una persona. Oggi ho contattato l'avvocato e dice che l'amministratrice non può nè vietare che io curi bambini a casa mia nè farmi pagare come se fosse un'attività poiché l'appartamento non cambia destinazione d'uso. Io ho già spiegato queste cose all'amministratrice, le ho spiegato che faccio semplicemente la baby sitter a casa mia ma appena sentono "nido famiglia" lo associano a "asilo nido" è dato che ho un introito (capirai che introito! Non è certo l'introito di un asilo nido!) allora è commerciale. Secondo loro! Forse se optavo per la professione di escort non mi rompevano così le scatole, non dovevo dire "fate piano" ai bambini per non disturbare e di sicuro avevo un buon introito!! Scusate ma mi hanno avvelenato il dente!
    Non è esattamente così;

    - se l'acqua la paghi tu, hai diritto ad essere convocata in assemblea ed esprimere il tuo voto su questa e sulle altre spese condominiali che sostieni;
    - non so di che spese parliamo, in ogni caso, se il regolamento così dice, in effetti non è che sei proprio sola in casa. Se hai questa attività, non pensi che devi tenere la casa pulitissima, immagino con lavaggio frequente dei pavimenti?

    In ogni caso, il fatto di ripartire l'acqua così è stato discusso più volte, alla luce dell'obbligo di installazione dei contatori.
    http://www.condominioweb.com/contato...condominio.204

  12. #11
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Legnano
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    In realtà lavo completamente la casa una volta alla settimana, riesco a mantenerla pulita. La Asl è venuta a settembre e a marzo e non hanno avuto niente da dire sulla pulizia. Sarebbe bello se chiedessero anche agli inquilini cosa ne pensiamo delle spese che dobbiamo sostenere, anche perché ai proprietari danno il riepilogo dettagliato e noi inquilini dobbiamo pagare i bollettini e basta. Non so come funzioni negli altri condomini, qui fanno così! A me piacerebbe avere il contatore dell'acqua, anche perché secondo me spenderei meno. C'è chi fa andare lo sciacquone del bagno per minuti!
    Le mie bollette luce e gas non sono aumentate ad esempio.
    Comunque non è un'attività, le mamme o donne che curano a casa loro i bambini ci sono sempre state, e gli veniva riconosciuto un rimborso spese, proprio come me!
    Se avessi un micronido capirei, si parla di introiti che si aggirano sui 5000-8000 € al mese, ma io con le mie 800 € che sono la fame degli stipendi devo pure pagare di più di condominio?
    Secondo il mio modesto parere stiamo completamente perdendo il lato umano, ognuno guarda solo il suo giardino e se può fregare l'altro lo fa, senza scrupolo e senza alcuna curiosità sul perché una persona compie un'azione o apre un nido famiglia. Io ci vivo con questo sottopagato lavoro, non c'è altro in giro, non si muove niente, inoltre questo lavoretto mi permette di portare e andare a prendere i miei figli a scuola e per una mamma sono cose importanti. Però se proprio il condominio ha bisogno di piluccare soldi proprio a me così finalmente l'amministratrice di condominio trovare la pace interiore, e pagherò, tanto più squattrinata di così...

  13. #12
    Non è collegato
    { 301 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,733
    Reputazione
    66
    Se preferisci il quieto vivere e non farti venire il mal di stomaco, fai pure così. Io ti ho scritto che qualche diritto ce l'hai. Per andare in assemblea e votare, limitatamente ad alcuni aspetti. Per esigere i contatori e per avere la contabilità, riguardo ciò che paghi.

    Certo, bisogna lottare un pò, ma (senza offesa), se avessimo sempre ragionato così, saremmo ancora coi tedeschi in casa.

  14. #13
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Legnano
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    Grazie Efisio per i consigli, quindi gli inquilini dovrebbero essere convocati in assemblea e devo lottare. E lotterò! Parlerò con la mia vicina di casa che è in affitto con la stessa proprietaria di casa dell'appartamento dove abito, le dico che dovremmo esserci anche noi alle riunioni di condominio perché paghiamo e non sappiamo nemmeno cosa paghiamo.
    A volte mi sconforta rendermi conto che bisognerebbe vivere con l'avvocato appresso!

  15. #14
    Non è collegato
    { 1223 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,119
    Reputazione
    100
    Attenta .
    Tu hai il diritto di partecipare alle assemblee come Efisio ti ha già illustrato.
    Ma è anche tuo diritto conoscere con precisione per cosa e quanto paghi di oneri condominiali (o spese condominiali): questo informazioni te le dovrebbe fornire obbligatoriamente il tuo locatore.

    Art. 9 Legge 392/78 - Oneri accessori
    "Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all’ordinaria manutenzione dell’ascensore, alla fornitura dell’acqua, dell’energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell’aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore. Il pagamento deve avvenire entro due mesi dalla richiesta. Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l’indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate. [...]"

    Saluti

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Ciao a tutti, la mia ragazza vorrebbe aprire un Tagersmutter (nido famiglia) nella nostra casa. Ospiterebbe non più di 4 bambini, viste le...
  2. Salve a tutti. Non riuscendo a trovare da nessuna parte informazioni sul mio caso, ho deciso di scrivervi direttamente, sperando in una risoluzione...
  3. Ciao a tutti, vorrei adibire ad asilo nido un appartamento sito in un condominio nel cui regolamento contrattuale si precisa il divieto di...