Come cacciare un amministratore inadempiente?

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Operaio
    Località
    Milano
    Messaggi
    7
    Reputazione
    0

    Come cacciare un amministratore inadempiente?

    Buongiorno,
    caso forse un po' particolare (purtroppo).
    Sono proprietario ed inquilino con la mia famiglia di un appartamento in palazzina di quattro. Per legge non esiste obbligo di amministratore condominiale esterno.
    Gli altri tre appartamenti sono in affitto ed i problemi nella casa sono storici, continui e pesanti. Sia economici che di vivibilita'.
    Gli altri tre proprietari se ne lavano le mani (meno spendono piu' guadagnano, tanto loro non ci vivono).
    I problemi sono diventati sempre piu' grossi, tra cui il comportamento di uno degli altri tre proprietari.
    Sono riuscito in qualche modo l'anno scorso a convincerli di prendere un amministratore condominiale e fare gestire a lui il tutto secondo le leggi vigenti.
    Sembrava troppo facile ma ahime' non avevo scoperto che il prescelto era un amico di uno dei tre.
    Una volta fatto contratto e pagato mi sono ritrovato che qualsiasi problema io gli fornisca la sua risposta e' sempre: pensaci tu.
    E passano anche mesi per avere quella risposta.
    In poche parole non ha mai fatto niente, la casa va a pezzi, io continuo a mettere a posto le cose a mie spese finche' posso.
    Esistono problemi di sicurezza per le persone e cose denunciati un anno fa e la risposta e' sempre stata che non ha interesse alla cosa.
    Esistono danni ad impianti e struttura molto importanti, ma non e' interessato.
    Adesso: come lo caccio?
    Non vorrei anche doverlo ripagare per un altro anno....
    Di nuovo, per legge non ho obbligo di tenerlo. Basta una mia comunicazione che recedo da qualsiasi contratto verso di lui basandomi gia' solo sugli articoli 1218 e 1176 c.c.? O solo sul semplice fatto che non voglio piu' il suo servizio (mai eseguito)?
    Ci vuole adesso la maggioranza per cacciarlo e tornare senza amministratore? (questo sarebbe il colmo finale)
    Dovrei prendere un avvocato ed insegnargli cosa e' il Codice Civile tramite causa ma perderei ancora piu' soldi, tempo e pazienza. Questi soggetti si basano proprio su quello.
    Ringrazio chiunque possa darci una mano.
    Paolo


  2. #2
    Non è collegato
    { 317 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore di condominio
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,582
    Reputazione
    30
    Citazione Originariamente Scritto da Pasco Visualizza Messaggio
    Buongiorno,
    caso forse un po' particolare (purtroppo).
    Sono proprietario ed inquilino con la mia famiglia di un appartamento in palazzina di quattro. Per legge non esiste obbligo di amministratore condominiale esterno.
    Gli altri tre appartamenti sono in affitto ed i problemi nella casa sono storici, continui e pesanti. Sia economici che di vivibilita'.
    Gli altri tre proprietari se ne lavano le mani (meno spendono piu' guadagnano, tanto loro non ci vivono).
    I problemi sono diventati sempre piu' grossi, tra cui il comportamento di uno degli altri tre proprietari.
    Sono riuscito in qualche modo l'anno scorso a convincerli di prendere un amministratore condominiale e fare gestire a lui il tutto secondo le leggi vigenti.
    Sembrava troppo facile ma ahime' non avevo scoperto che il prescelto era un amico di uno dei tre.
    Una volta fatto contratto e pagato mi sono ritrovato che qualsiasi problema io gli fornisca la sua risposta e' sempre: pensaci tu.
    E passano anche mesi per avere quella risposta.
    In poche parole non ha mai fatto niente, la casa va a pezzi, io continuo a mettere a posto le cose a mie spese finche' posso.
    Esistono problemi di sicurezza per le persone e cose denunciati un anno fa e la risposta e' sempre stata che non ha interesse alla cosa.
    Esistono danni ad impianti e struttura molto importanti, ma non e' interessato.
    Adesso: come lo caccio?
    Non vorrei anche doverlo ripagare per un altro anno....
    Di nuovo, per legge non ho obbligo di tenerlo. Basta una mia comunicazione che recedo da qualsiasi contratto verso di lui basandomi gia' solo sugli articoli 1218 e 1176 c.c.? O solo sul semplice fatto che non voglio piu' il suo servizio (mai eseguito)?
    Ci vuole adesso la maggioranza per cacciarlo e tornare senza amministratore? (questo sarebbe il colmo finale)
    Dovrei prendere un avvocato ed insegnargli cosa e' il Codice Civile tramite causa ma perderei ancora piu' soldi, tempo e pazienza. Questi soggetti si basano proprio su quello.
    Ringrazio chiunque possa darci una mano.
    Paolo
    Se sussistono gravi irregolarità nella gestione puoi fare ricorso all'autorità giudiziaria oppure procedere con la revoca del mandato con le opportune maggioranze.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Operaio
    Località
    Milano
    Messaggi
    7
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da MIChris Visualizza Messaggio
    Se sussistono gravi irregolarità nella gestione puoi fare ricorso all'autorità giudiziaria oppure procedere con la revoca del mandato con le opportune maggioranze.
    Per la maggioranza e' impossibile. Gli altri tre lo hanno accettato per non avere piu' contatti e lamentele nei loro confronti da parte mia su tutto quello che non veniva fatto nelle parti comuni e nella vivibilita' nella palazzina quando non esisteva l'amministratore (prima di un anno fa).
    Alla fine pagano volentieri un balzello annuale e mi rispondono che "devo contattare l'amministratore" lavandosene le mani. Il fatto di avere uno che non vuole fare niente gli torna molto comodo e non e' stato scelto a caso. Non mi torna pero' il fatto che adesso io sia obbligato ad averlo senza una legge che lo richieda specificatamente, al di fuori del discorso delle maggioranze.

    Per autorita' giudiziaria cosa intendi nel preciso?

    Grazie

  5. #4
    Non è collegato
    { 317 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore di condominio
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,582
    Reputazione
    30
    Citazione Originariamente Scritto da Pasco Visualizza Messaggio
    Per la maggioranza e' impossibile. Gli altri tre lo hanno accettato per non avere piu' contatti e lamentele nei loro confronti da parte mia su tutto quello che non veniva fatto nelle parti comuni e nella vivibilita' nella palazzina quando non esisteva l'amministratore (prima di un anno fa).
    Alla fine pagano volentieri un balzello annuale e mi rispondono che "devo contattare l'amministratore" lavandosene le mani. Il fatto di avere uno che non vuole fare niente gli torna molto comodo e non e' stato scelto a caso. Non mi torna pero' il fatto che adesso io sia obbligato ad averlo senza una legge che lo richieda specificatamente, al di fuori del discorso delle maggioranze.

    Per autorita' giudiziaria cosa intendi nel preciso?

    Grazie
    Ti allego articolo in merito http://www.condominioweb.com/nomina-...ondominio.2181

    Non avevo considerato il fatto che siete solamente in 4 condomini quindi non puoi adire per via giudiziaria e deve necessariamente decidere la maggioranza.
    A questo punto ti consiglio di valutare un formale atto di diffida ad adempiere con l'ausilio di un avvocato da inoltrare all'attuale amministratore ed inoltrare copia dello stesso ai restanti proprietari.

  6. #5

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. In quali casi l'amministratore di condominio può essere cacciato per via giudiziaria ?!? Qualche esempio... grazie!
  2. Buongiorno, nel mio condominio, composto da 34 appartamenti, abbiamo un amministratore "fantasma": è sempre irraggiungibile ed inadempiente. Nello...
  3. qualcuno mi spiega meglio i passi da seguire per convocare "un'assemblea straordinaria secondo il disposto ex art.66 dacc ...." lo chiedo perchè...
  4. Salve, l'amministratore del mio condominio non si fa mai trovare, l'ultima assemblea risale al lontano luglio del 2009!! Nel frattempo tutti noi...