Annullabilità/nullità delibera per assenza "parziale"?

  1. #1
    Non è collegato
    { 12 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    391
    Reputazione
    20

    Annullabilità/nullità delibera per assenza "parziale"?

    Salve a tutti, a seguito di ammanchi ingenti dalla nostra cassa già spiegati qui sul forum, è stata indetta regolare assemblea straordinaria con 980 millesimi presenti ed è stata votata un'azione di responsabilità contro l'amministratore precedente. Un legale incaricato ha già spedito la lettera di contestazione e si è attivato presso le autorità di controllo finanziario e di pubblica sicurezza.

    Oggi, uno dei condomini storicamente favorevole all'amministratore presunto infedele (proprietario per 70 millesimi), ha dichiarato di voler chiedere la revoca della delibera (e di conseguenza del mandato al legale) in quanto si sarebbe assentato al momento della votazione senza più fare ritorno in assemblea. Tale allontanamento non è stato annotato dal segretario sul verbale né in verità può essere determinato con precisione temporale, anche se qualcuno si è accorto della sua assenza in un momento successivo, senza farlo notare a chi di dovere.

    La delibera è stata presa "all'unanimità", direi per acclamazione, senza votazione per singola persona.

    Ci sono pericoli di nullità/annullabilità della delibera?

    Con le casse vuote, è già stato difficile convincere tutti a tirare fuori i soldi per il legale, ci manca solo di dover rifare tutto da capo.

    Edit: metto bene le date, se sono importanti. Ieri si è svolta l'assemblea, il legale già allertato in fase di passaggio di consegne ha oggi spedito la lettera di contestazione e segnalato l'accaduto alle autorità e sempre oggi il condomino ha espresso volontà di adire le vie legali contro la delibera.

    Ultima modifica di frariv; 15-03-2017 alle 10:47

  2. #2
    Non è collegato
    { 268 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    8,590
    Reputazione
    100
    No.
    Perchè se si fosse allontanato,doveva farlo presente alla presidenza e verbalizzare.
    Però c'è da dire,che nelle votazioni,bisogna annotare i favorevoli,i contrari e gli astenuti.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 4865 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    40,712
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da frariv Visualizza Messaggio
    Salve a tutti, a seguito di ammanchi ingenti dalla nostra cassa già spiegati qui sul forum, è stata indetta regolare assemblea straordinaria con 980 millesimi presenti ed è stata votata un'azione di responsabilità contro l'amministratore precedente. Un legale incaricato ha già spedito la lettera di contestazione e si è attivato presso le autorità di controllo finanziario e di pubblica sicurezza.

    Oggi, uno dei condomini storicamente favorevole all'amministratore presunto infedele (proprietario per 70 millesimi), ha dichiarato di voler chiedere la revoca della delibera (e di conseguenza del mandato al legale) in quanto si sarebbe assentato al momento della votazione senza più fare ritorno in assemblea. Tale allontanamento non è stato annotato dal segretario sul verbale né in verità può essere determinato con precisione temporale, anche se qualcuno si è accorto della sua assenza in un momento successivo, senza farlo notare a chi di dovere.

    La delibera è stata presa "all'unanimità", direi per acclamazione, senza votazione per singola persona.

    Ci sono pericoli di nullità/annullabilità della delibera?

    Con le casse vuote, è già stato difficile convincere tutti a tirare fuori i soldi per il legale, ci manca solo di dover rifare tutto da capo.

    Edit: metto bene le date, se sono importanti. Ieri si è svolta l'assemblea, il legale già allertato in fase di passaggio di consegne ha oggi spedito la lettera di contestazione e segnalato l'accaduto alle autorità e sempre oggi il condomino ha espresso volontà di adire le vie legali contro la delibera.
    L'uscita di un condomino non scritta sul verbale, secondo il mio parere è un errore veniale una dimenticanza, ed in questo caso addirittura il voto mancante è ininfluente nella successiva delibera, comunque se questo condomino desidera adire a vie legali, non si può impedire e deciderà il Giudice, comunque a mio parere la delibera non sarà annullata.

  5. #4
    Non è collegato
    { 12 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    391
    Reputazione
    20
    Citazione Originariamente Scritto da giglio2 Visualizza Messaggio
    No.
    Perchè se si fosse allontanato,doveva farlo presente alla presidenza e verbalizzare.
    Però c'è da dire,che nelle votazioni,bisogna annotare i favorevoli,i contrari e gli astenuti.
    Non c'erano contrari o astenuti, per questo si è scritto "all'unanimità".

    Citazione Originariamente Scritto da Tullio Ts Visualizza Messaggio
    L'uscita di un condomino non scritta sul verbale, secondo il mio parere è un errore veniale una dimenticanza, ed in questo caso addirittura il voto mancante è ininfluente nella successiva delibera, comunque se questo condomino desidera adire a vie legali, non si può impedire e deciderà il Giudice, comunque a mio parere la delibera non sarà annullata.
    Be', così sono più tranquillo. Se ha voglia di andare dal giudice che vada pure, la cosa importante è che la delibera rimanga ferma.

    Non fa differenza che la delibera sia per un mandato legale?

    Lui sostiene di non aver potuto esercitare il suo "dissenso alla lite" che comunque mi pare si eserciti in modo diverso o sbaglio?

  6. #5
    Non è collegato
    { 268 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    8,590
    Reputazione
    100
    Non c'erano contrari o astenuti, per questo si è scritto "all'unanimità".
    -----------------------------------------
    Hai ragione,mi era sfuggito.

  7. #6
    Non è collegato
    { 200 mi piace }
    Frequentatore assiduo Altra libera prof. L'avatar di Romano L
    Località
    Pescara
    Messaggi
    1,298
    Reputazione
    21
    Il dissenso alla lite lo si fa con Raccomandata A.R. all'amministratore, entro 30 dal momento in cui prende visione del deliberato, cioè dal ricevimento del verbale cha ha autorizzato la lite..

    Per evitargli e per evitare ulteriori problemi va informato della procedura.
    In mancaza della notifica di dissenso, non potrà appellarsi da nessuna parte ed è tenuto a partecipare alle spese di causa.
    Ultima modifica di Romano L; 15-03-2017 alle 11:30

  8. #7
    Non è collegato
    { 38 mi piace }
    Frequentatore pensionatp
    Località
    Chieti
    Messaggi
    695
    Reputazione
    24
    Citazione Originariamente Scritto da Romano L Visualizza Messaggio
    Il dissenso alla lite lo si fa con Raccomandata A.R. all'amministratore, entro 30 dal momento in cui prende visione del deliberato, cioè dal ricevimento del verbale cha ha autorizzato la lite.
    http://www.diritto24.ilsole24ore.com...p?refresh_ce=1

  9. #8
    Non è collegato
    { 12 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    391
    Reputazione
    20
    Citazione Originariamente Scritto da Romano L Visualizza Messaggio
    Il dissenso alla lite lo si fa con Raccomandata A.R. all'amministratore, entro 30 dal momento in cui prende visione del deliberato, cioè dal ricevimento del verbale cha ha autorizzato la lite..

    Per evitargli e per evitare ulteriori problemi va informato della procedura.
    In mancaza della notifica di dissenso, non potrà appellarsi da nessuna parte ed è tenuto a partecipare alle spese di causa.
    Citazione Originariamente Scritto da carati Visualizza Messaggio
    Perfetto, grazie a entrambi per le indicazioni.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. desidero sapere se potete aiutarmi a risolvere il mio caso (se avete avuto casistiche simili), essendo in disaccordo con l'Amministratore...
  2. Salve, abito in un supercondominio formato da 4 palazzine e negozi. 3 di queste palazzine, che chiamiamo "scale", hanno ognuna un proprio contatore...
  3. Ciao a tutti, abuso ancora del Vostro sapere, sempre prezioso. Nell'ambito di un condominio parziale, ove vige il concetto di ripartizione delle...
  4. Un condominio è diviso in pratica in due parti. La condotta dell'acqua principale Orizzontale ad un certo punto si divide in due: una montante va...