Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Like Tree2Ringraziamenti

Terzo responsabile

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    46
    Reputazione
    0

    Terzo responsabile

    Se l'assemblea non approva la nomina del terzo responsabile per la centrale termica e l'amministratore non ha intenzione di incaricati di tale ruolo cosa si può fare? Grazie!


  2. #2
    Non è collegato
    { 1439 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    17,379
    Reputazione
    213
    Si cambia amministratore .

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 221 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,084
    Reputazione
    55
    Nulla, tranne un attenta verifica delle abilitazioni di chi accede e conduce gli impianti, con eventuale denuncia di irregolarità. Non è chiaro se ora sia l'amm.re, se non ne ha i requisiti. La nomina non è obbligatoria.
    Ultima modifica di efisio; 09-01-2017 alle 22:58

  5. #4
    Non è collegato
    { 1439 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    17,379
    Reputazione
    213
    L'amministratore e' il responsabile visto che rappresenta legalmente il condominio quindi visto che l'assemblea non vuole il terzo responsabile l'amministratore per non avere responsabilita' deve dimettersi e far nominare un nuovo amministratore .
    efisio and albano59 like this.

  6. #5
    Non è collegato
    { 786 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    5,794
    Reputazione
    90
    Oppure l'amministratore non si dimette, e come responsabile può disporre il blocco della centrale termica.

  7. #6
    Non è collegato
    { 221 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,084
    Reputazione
    55
    Concordo in parte.
    Un conto è la responsabilità legale e un altro quella professionale. E nel caso dell'amm.re mi pare si parli di rappresentanza legale.
    Forse sta aspettando che l'assemblea lo sostituisca. Io non lo vedo scritto nel DPR che la responsabilità (del tipo previsto), passi in capo a lui.
    Se invece ci fosse scritto chiaramente e lui non avesse le abilitazioni previste, anche se persistesse l'inerzia dell'assemblea, potrebbe essere un motivo di revoca.

  8. #7
    Non è collegato
    { 1439 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    17,379
    Reputazione
    213
    Per essere responsabile non servono abilitazioni (quelle servono per il "terzo responsabile" ) lo si e' per il semplice fatto di essere proprietari o comunque detentori/utilizzatori della caldaia.


    Quindi caldaia condominiale = responsabile l' amministratore visto che legalmente rappresenta il proprietario ossia il condominio .



    Io ad esempio sono il responsabile della mia caldaia (poi se voglio posso nominare il terzo responsabile che avra' le dovute abilitazioni del caso )
    Ultima modifica di peppe64; 10-01-2017 alle 00:08

  9. #8
    Non è collegato
    { 221 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,084
    Reputazione
    55
    Citazione Originariamente Scritto da peppe64 Visualizza Messaggio
    Per essere responsabile non servono abilitazioni (quelle servono per il "terzo responsabile" ) lo si e' per il semplice fatto di essere proprietari o comunque detentori/utilizzatori della caldaia.


    Quindi caldaia condominiale = responsabile l' amministratore visto che legalmente rappresenta il proprietario ossia il condominio .



    Io ad esempio sono il responsabile della mia caldaia (poi se voglio posso nominare il terzo responsabile che avra' le dovute abilitazioni del caso )
    Appunto. Se l'amministratore non ha le abilitazioni non può essere TR. A mio avviso, la responsabilità dell'impianto è del condominio perchè inerte. Non nomina un TR e continua a tenere tale amm.re. Potrebbe essere (accertata da un giudice), una responsabilità professionale se non illustra i rischi al condominio, ma rappresentanza e responsabilità sono due cose diverse.

  10. #9
    Non è collegato
    { 221 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,084
    Reputazione
    55
    Dimenticavo: se la responsabilità della conduzione di beni ed impianti fosse in capo all'amministratore, le polizze fabbricato ne dovrebbero tener conto ed invece mi pare non sia così.

  11. #10
    Non è collegato
    { 786 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    5,794
    Reputazione
    90
    In assenza di Terzo Responsabile o con funzione decaduta, il responsabile è l'amministratore.


    D.P.R. 74/2013
    "Art. 6. Criteri generali, requisiti e soggetti responsabili per l'esercizio, la conduzione, il controllo e la manutenzione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva.
    1. L'esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione dell'impianto termico e il rispetto delle disposizioni di legge in materia di efficienza energetica sono affidati al responsabile dell'impianto, che può delegarle ad un terzo. [...]
    3. Il responsabile o, ove delegato, il terzo responsabile rispondono del mancato rispetto delle norme relative all'impianto termico, in particolare in materia di sicurezza e di tutela dell'ambiente."
    http://www.bosettiegatti.eu/info/nor.../2013_0074.htm

    D. Lgs. 192/2005
    "art. 15 Sanzioni 5. Il proprietario o il conduttore dell'unità immobiliare, l'amministratore del condominio, o l'eventuale terzo che se ne è assunta la responsabilità, qualora non provveda alle operazioni di controllo e manutenzione degli impianti di climatizzazione secondo quanto stabilito dall'articolo 7, comma 1, è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro."
    http://www.bosettiegatti.eu/info/nor...htm#Allegato_A

  12. #11
    Non è collegato
    { 221 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,084
    Reputazione
    55
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    In assenza di Terzo Responsabile o con funzione decaduta, il responsabile è l'amministratore.


    D.P.R. 74/2013
    "Art. 6. Criteri generali, requisiti e soggetti responsabili per l'esercizio, la conduzione, il controllo e la manutenzione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva.
    1. L'esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione dell'impianto termico e il rispetto delle disposizioni di legge in materia di efficienza energetica sono affidati al responsabile dell'impianto, che può delegarle ad un terzo. [...]
    3. Il responsabile o, ove delegato, il terzo responsabile rispondono del mancato rispetto delle norme relative all'impianto termico, in particolare in materia di sicurezza e di tutela dell'ambiente."
    http://www.bosettiegatti.eu/info/nor.../2013_0074.htm

    D. Lgs. 192/2005
    "art. 15 Sanzioni 5. Il proprietario o il conduttore dell'unità immobiliare, l'amministratore del condominio, o l'eventuale terzo che se ne è assunta la responsabilità, qualora non provveda alle operazioni di controllo e manutenzione degli impianti di climatizzazione secondo quanto stabilito dall'articolo 7, comma 1, è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro."
    http://www.bosettiegatti.eu/info/nor...htm#Allegato_A
    Si, ma al DPR 74 non è scritto. In parte lo avevo accennato al post n.3. Deve curare di svolgere la manutenzione e i controlli previsti. Ma questo è chiaro e fa parte della diligenza nel mandato, però mi sembra inferiore al contenuto che riguarda il terzo responsabile. Pertanto, non mi pare possa dirsi che in assenza del secondo, passi tutto all'amministratore. Dato che se non ha le abilitazioni nemmeno potrebbe.

    Inoltre, tieni presente che il Dlgs è di gran lunga antecedente il DPR 74 e l'introduzione del terzo responsabile e riguarda l'efficienza energetica.
    Ultima modifica di efisio; 10-01-2017 alle 08:42

  13. #12
    Non è collegato
    { 786 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    5,794
    Reputazione
    90
    E' pacifico che in assenza del terzo responsabile la conduzione della centrale non passa all'amministratore.
    Se leggi con scrupolo il punto 3 dell'art. 6 del Dpr risulta altrettanto palese che il responsabile in un condominio sia l'amministratore: "il responsabile o ove delegato il terzo responsabile..."; se manca il terzo chi sarà mai il responsabile se non l'amministratore ?
    Esattamente come in una abitazione con riscaldamento autonomo il responsabile è il proprietario, ed ancora in una abitazione ceduta in locazione il responsabile è l'inquilino.

    Quanto al D.Lgs. 192/2005 sarà pure datato, ma il Dpr 74/2013 per la sua applicazione per più volte rimanda a questo D.Lgs. ed altre norme ancora.
    Infatti, se tu vai a leggerti l'art.11 (sanzioni) del Dpr troverai scritto quanto segue: "1. In relazione agli adempimenti di cui al presente decreto vigono le sanzioni previste dall'articolo 15, comma 5, del decreto legislativo, a carico di proprietario, conduttore, amministratore di condominio e terzo responsabile, e comma 6, a carico dell'operatore incaricato del controllo e manutenzione."
    E' anche per questo motivo che ti ho linkato le sanzioni come determinate dal D. Lgs.; oltretutto nel Dpr l' art. 15 non esiste...
    Ultima modifica di albano59; 10-01-2017 alle 20:55 Motivo: ortografia

  14. #13
    Non è collegato
    { 221 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,084
    Reputazione
    55
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    E' pacifico che in assenza del terzo responsabile la conduzione della centrale non passa all'amministratore.
    Se leggi con scrupolo il punto 3 dell'art. 6 del Dpr risulta palese che il responsabile in un condominio sia l'amministratore: "il responsabile o ove delegato il terzo responsabile..."; se manca il terzo chi sarà mai il responsabile se non l'amministratore ?
    Esattamente come in una abitazione con riscaldamento autonomo il responsabile è il proprietario, ed ancora in una abitazione ceduta in locazione il responsabile è l'inquilino.

    Quanto al D.Lgs. 192/2005 sarà pure datato, ma il Dpr 74/2013 per la sua applicazione per più volte rimanda a questo D.Lgs. ed altre norme ancora.
    Infatti, se tu vai a leggerti l'art.11 (sanzioni) del Dpr troverai scritto quanto segue: "1. In relazione agli adempimenti di cui al presente decreto vigono le sanzioni previste dall'articolo 15, comma 5, del decreto legislativo, a carico di proprietario, conduttore, amministratore di condominio e terzo responsabile, e comma 6, a carico dell'operatore incaricato del controllo e manutenzione."
    E' panche per er questo motivo che ti ho linkato le sanzioni come determinate dal D. Lgs.; oltretutto nel Dpr l' art. 15 non esiste...
    Forse intendiamo la stessa cosa.
    Non essendoci il TR, l'amministratore è sì responsabile dello svolgimento corretto di manutenzione e controlli. E qui aggiungerei: l'assemblea non nomina il TR? Benissimo. Fino a quando non mi revocano, siccome non faccio il termotecnico, chiedo una consulenza, ovviamente cercando di spendere il meno possibile. Se è gratis bene, sennò la pago con la cassa. Che la contestassero.

    Fino a qui, ok. Mi pare responsabilità professionale connessa allo svolgimento del mandato. Ma se con responsabilità, si intende invece che "se salta in aria la caldaia ci rivaliamo sull'amministratore", mi sa che c'è qualche fraintendimento.

  15. #14
    Non è collegato
    { 786 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    5,794
    Reputazione
    90
    Si, stiamo dicendo la stessa cosa con parole diverse.

    Per me non può esistere "che salti in aria la caldaia" senza la presenza del Terzo Responsabile, ed ecco che ritorniamo alla domando della O.P.: senza T.R. nominato che si fa ? La mia risposta è che l'amministratore, quale responsabile, ordina lo spegnimento della centrale fino a nomina del Terzo Responsabile, oppure l'amministratore presenta le sue dimissioni a quel Condominio.

  16. #15
    Non è collegato
    { 1439 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    17,379
    Reputazione
    213
    Citazione Originariamente Scritto da efisio Visualizza Messaggio
    Forse intendiamo la stessa cosa.
    Non essendoci il TR, l'amministratore è sì responsabile dello svolgimento corretto di manutenzione e controlli. E qui aggiungerei: l'assemblea non nomina il TR? Benissimo. Fino a quando non mi revocano, siccome non faccio il termotecnico, chiedo una consulenza, ovviamente cercando di spendere il meno possibile. Se è gratis bene, sennò la pago con la cassa. Che la contestassero.

    Fino a qui, ok. Mi pare responsabilità professionale connessa allo svolgimento del mandato. Ma se con responsabilità, si intende invece che "se salta in aria la caldaia ci rivaliamo sull'amministratore", mi sa che c'è qualche fraintendimento.
    L'amministratore non e' che deve fare il Terzo Responsabile ma sara' Responsabile in qualita' di rappresentante legale del condominio ossia il proprietario dell'impianto .

    Un responsabile non deve avere abilitazioni e' il Terzo Responsabile che deve avere le abilitazioni .



    Se non gli va bene si dimette .
    Ultima modifica di peppe64; 10-01-2017 alle 22:26

  17. #16
    Non è collegato
    { 1439 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    17,379
    Reputazione
    213

  18. #17
    Non è collegato
    { 18 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    403
    Reputazione
    20
    scusate, ma diatribe a monte

    perchè l'assemblea non vuole il terzo responsabile? di solito è colui che manutenziona la caldaia..

    significa che non trovate un accordo per un manutentore?

    l'amministratore per urgenza (es: va in blocco la caldaia con il gelo) ne nomini uno di sua volontà

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Il terzo responsabile (impianti di riscaldamento) ove un condominio non si adegui al DLGS 102/2014, puo' o deve rigettare l'incarico di manutenzione...
  2. http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/condominio/2013-11-25/terzo-responsabile-stop-societa-181719.php?uuid=AbLKEy4I Questa proprio non l'ho...
  3. Buongiiorno Forum, Vorrei sapere se è obbligatorio che il manutentore delle centrale termica del condominio debba farmi il contratto con delega di...
  4. Gentilissimi, l'iva da applicare su una fattura per "contratto terzo responsabile gest.2009/10" è del 10% o del 20%? Grazie