+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 12 di 12

Doveri dell'amministratore

  1. #1
    Non è collegato Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    126

    Doveri dell'amministratore

    buon giorno a tutti

    gradirei un vs parere su questa mia questione:

    nel parco dove abito vi sono dei depositi/sottotetti non abitabili
    ubicati al 4° piano.
    Tutti sono stati oggetto di "trasformazioni" in appartamenti senza nessuna richiesta ne concessione di DIA da parte del comune.
    Alcuni proprietari di questi immobili li hanno affittati dichiarando che sono appartamenti abitabili.
    Ora un proprietario è la 3 volta che nel giro di 3 anni affitta questo suo deposito/sottotetto incurante della non abitabilità e l'amministratore ne è a conoscenza.
    la mia domanda è:

    ha qualche colpa l'amministratore, che è ha conoscenza della situazione, nel non comunicare dell'affitto di questi depositi/sottotetti non abitabili alle autorità competenti?

    noi come condominio proprietari di regolari appartamenti cosa possiamo fare per evitare che questi vengano affittati considerando anche che costoro pagano il condominio in misura ridotta essendo accatastati come depositi.

    grazie






  2. #2
    Non è collegato Frequentatore assiduo Amministratore di Condominio
    Località
    Forlì
    Messaggi
    716
    Mi sembra che anche tu ne sia a conoscenza.
    Perchè non fai TU una eventuale denuncia, invece che dare le solite colpe di tutto quello che succede all'amministratore?

  3. #3
    Non è collegato Frequentatore assiduo Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    849
    Scritto da giovischi il 17 Mag 2012 - 11:40:58: buon giorno a tutti

    gradirei un vs parere su questa mia questione:

    nel parco dove abito vi sono dei depositi/sottotetti non abitabili
    ubicati al 4° piano.
    Tutti sono stati oggetto di "trasformazioni" in appartamenti senza nessuna richiesta ne concessione di DIA da parte del comune.
    Alcuni proprietari di questi immobili li hanno affittati dichiarando che sono appartamenti abitabili.
    Ora un proprietario è la 3 volta che nel giro di 3 anni affitta questo suo deposito/sottotetto incurante della non abitabilità e l'amministrao.otore [...]
    L'amministratore si occupa di amministrare le cose comuni. Le proprietà private sono appunto private e quindi non di sua competenza.
    Non ci hai detto se sono affittati con regolare contratto oppure no. Ma, detto questo, perchètanta sensibilità per la casa del vicino?


  4. #4
    Non è collegato Nuovo utente Docente
    Località
    Messaggi
    3
    Perchè quando si vive in un condominio non si è mai soli. Tutto ciò che si fa si ripercuote sempre in qualche maniera anche sugli altri. Il rispetto verso verso gli altri dovrebbe essere la prima cosa in questi casi, ma mi pare che si cerchi solo di tirare l'acqua al proprio mulino. Nel mio palazzo ci sono 4 piani, io abito al secondo. Quando abbiamo acquistato la casa era compreso anche un terrazzo a tasca sul tetto che frequentiamo solo per vedere i fuochi d'artificio d'estate. L'anno scorso l'inquilino del 4 piano ci ha ammonito dicendoci di non salire assolutamente sul tetto dal terrazzo perchè c'era lui sotto.... Va bene.. Successivamente abbiamo scoperto che, all'insaputa di tutti i condomini, costui si è costruito un terrazzo a tasca dall'altra parte, inoltre passando dal mio terrazzo. Si è impadronito di una porzione di tetto senza farne menzione con nessuno!!!!
    Ragazzi, prevenire è meglio che curare.


  5. #5
    Non è collegato Frequentatore assiduo Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    849
    Scasami ma bisogna distinguere.
    Allora un conto sono le cose che ognuno fa a casa propria un conto quelle che si fanno nelle proprietà comuni. I sottotetti se non diversamente specificato, sono di proprietà dell'immobile sottostante. Impadronirsi di proprietà comuni o trasformarle a fini privati invece è altra questione. E vale anche per il tetto.

    Questo genere di cose, ammesso che siano possibili dal punto di vista edilizio, avrebbero dovuto avere l'approvazione dell'assemblea condominiale.

    Ora il punto è questo: se si tratta di casi isolati e la maggioranza dei condomini è d'accordo con te, puoi chiedere che si affronti la questione nell'assemblea condominiale. Se invece, come pare dal tuo primo intervento, sono tanti quelli coinvolti in opere del genere, difficilmente l'assemblea ti aiuterà anche se comunque il problema va portato lì perchè se l'assemblea si esprime in modo contrario al codice si può impugnare.
    In ogni caso rivolgiti ad un legale esperto in questioni del genere.


  6. #6
    Non è collegato Frequentatore assiduo
    Messaggi
    1,394
    Scritto da Miluna il 17 Mag 2012 - 15:38:24: Scasami ma bisogna distinguere.
    Allora un conto sono le cose che ognuno fa a casa propria un conto quelle che si fanno nelle proprietà comuni. I sottotetti se non diversamente specificato, sono di proprietà dell'immobile sottostante. Impadronirsi di proprietà comuni o trasformarle a fini privati invece è altra questione. E vale anche per il tetto.

    Questo genere di cose, ammesso che siano possibili dal punto di vista edilizio, avrebbero dovuto avere l'approvazione dell'assemblea condominiale [...]

    GIUSTO.

    Suggerisco a giovischi, di esporre il fatto al commando Polizia Locale.

    Saluti



  7. #7
    Non è collegato Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    126
    risposta per geco06:
    1. consiglio inutile; ho già presentato tramite il mio avvocato 3 denunce alla procura (contro i proprietari,contro il comune,contro il costruttore/notaio) e siamo in attesa di sviluppi ma come si sa la legge va molto lenta specialmente qui al sud! cmq se avesse letto le mie altre recensioni si sarebbe fatto un idea + precisa del problema.

    risposta per miluna:
    cosa significa sensibilità per il vicino?
    non sono miei vicini ma persone che mi abitano sopra ABUSIVAMENTE! con la complicità del costruttore,del comune, dei vigili urbani, del notaio che ha redatto l'atto.

    per ambedue la mia era una semplicissima "curiosità" da profano credevo che uno che amministra un condominio abbia il dovere conoscendo "situazioni non legali" avvisare chi di dovere quantomeno per essere con le "spalle al sicuro"!

    Se mi sbaglio non c'è bisogno che venga "aggredito" un forum esiste affinchè uno che ha un problema lo espone e qualcuno piu bravo di lui gli da consigli, dritte, aiuti.

    tutto qui non ho accusato nessuno solo chiesto un parere.

    grazie



  8. #8
    Non è collegato Frequentatore assiduo Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    849
    Perchè ABUSIVAMEDNTE?
    Da ciò che affermi non sembra che la cosa sia abusiva visto che tanti Enti (Comune, Vigili, notaio...) la considerano legittima. Un abuso in questo campo è tale quando va contro le norme esistenti in quel comune o regione. Ma se per quell'Ente è legittimo il recupero del sottotetto, basta questo a non renderlo abusivo. Molte regioni hanno deliberato in tal senso.

    Detto ciò, non credo di averti aggredito. Ma vedi le informazioni che hai dato erano piuttosto generiche e lasciano adito ad interpretazioni.


  9. #9
    Non è collegato Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    126
    buon giorno miluna

    sei in errore gli enti che citi non hanno resa la cosa leggittima perchè:

    il comune non ha mai avuto richiesta ne dato assenso ad alcuna DIA quindi per loro sono sempre immobili accatastati come depositi/sottotetti NON ABITABILI!
    i vigili urbani hanno rilasciato null-osta per la residenza SENZA CONTROLLARE DOVE COSTORO ABITAVANO!
    il notaio ha redatto gli atti di vendita senza chiedere i certificati di agibilità/abitabilità dell'immobile ne tanto meno le piantine!
    come vedi tutti gli enti hanno commesso errori ma i compratori nonostante ciò hanno sempre acquistato dei depositi/sottotetti non abitabili e lo sapevano molto bene!nessuno li ha costretti a fare cio!
    in questo preciso momento in cui ti sto scrivendo la signora che abita nel deposito sopra di me sta beatamente camminando con i tacchi da oltre 1 ora e i nipoti stanno correndo come cavalli imbizzariti! se per te è normale.......

    buona giornata


  10. #10
    Non è collegato Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    5,903
    Il problema sarà pure privato,però fino ad un certo punto.
    Sappiamo anche che un'immobile solaio inabitabile,e un regolamento condominiale originale e mai modificato,i valori mlm.non corrispondono più alla realtà,quindi le spese condiminiali sono ridicole per costoro,e aggravano su altri.
    Che fare?
    Portare il problema in assemblea,anche se non dovesse passare a livello comune.Qualche condomino stufo e stanco per far si che i diritti/doveri siano uguali per tutti,può prendere iniziativa per proprio conto.
    ---------------------------------------------------------------------------

    Spese legali. Cass. 15/03/94 n. 2448
    La domanda di liquidazione dei compensi per le prestazioni giudiziali svolte da un avvocato in favore di un condominio, è soggetta alla procedura di cui alla L. 13 giugno 1942, n. 794, anche se proposta non nei confronti della collettività condominiale, ma di un solo condomino, perché avuto riguardo alla natura di ente di mera gestione non personalizzato del condominio, il singolo condomino va comunque considerato parte sostanziale del rapporto di clientela ancorché non tradotto in un formale rapporto procuratorio.



  11. #11
    Non è collegato Frequentatore assiduo Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    849
    Scritto da giovischi il 18 Mag 2012 - 09:17:11: buon giorno miluna

    sei in errore gli enti che citi non hanno resa la cosa leggittima perchè:

    il comune non ha mai avuto richiesta ne dato assenso ad alcuna DIA quindi per loro sono sempre immobili accatastati come depositi/sottotetti NON ABITABILI!
    i vigili urbani hanno rilasciato null-osta per la residenza SENZA CONTROLLARE DOVE COSTORO ABITAVANO!
    il notaio ha redatto gli atti di vendita senza chiedere i certificati di agibilità/abitabilità dell'immobile ne tanto meno le piantine!
    come [...]
    Sempre più convinta che tu debba scindere i problemi. Allora, per quanto è nella mia esperienza non risulta che il non avere l'abitabilità renda davvero l'immobile inabitabile. Tutto sta nell'affittarlo come deposito, solaio e quel che è. Scusami, ma Roma, dove abito, e piena di seminterrati accatastati come deposito o cantina e tutti quanti abitati. Migliaia e migliaia di persone che qualora dovessero lasciare casa crerebbero un serio problema seciale. Questa dell'abitabilità è una delle tante regole che spesso e volentieri vengono disattese, a volte anche legittimamente visto che non possono nemmeno essere applicate a tutte le situazioni. Ad esempio il rapporto luce/mq è stato variato nel tempo rendendo le abitazioni più vecchie non più a norma.
    L'altra questione è invece il problema dei rumori provenienti dal piano di sopra (deposito). E, permettimi, na ho seri dubbi che tu lo possa affrontare a partire dall'abitabilità.


  12. #12
    Non è collegato Frequentatore assiduo Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    849
    Scritto da giglio2 il 18 Mag 2012 - 09:51:06: Il problema sarà pure privato,però fino ad un certo punto.
    Sappiamo anche che un'immobile solaio inabitabile,e un regolamento condominiale originale e mai modificato,i valori mlm.non corrispondono più alla realtà,quindi le spese condiminiali sono ridicole per costoro,e aggravano su altri.
    Che fare?
    Portare il problema in assemblea,anche se non dovesse passare a livello comune.Qualche condomino stufo e stanco per far si che i diritti/doveri siano uguali per tutti,può prendere iniziativa per pr [...]
    Se proprio dobbiamo dirla tutta l'Italia è proprio il paese dove non esistono i diritti uguali per tutti.
    Il problema dei millesimi ... dipende. Dipende come è questo solaio ora abitato. Perchè non è l'essere abitato che cambia i millesimi, ma le condizioni in cui si trova. Se è basso, se ha poche luci, esposizioni strane .... tutte cose che comunque ne riducono il valore anche dell'affitto oltre che della vendita.

    Troppo carne al fuoco in questa discussione e probabilmente i problemi principali non sono emersi. Forse se si chiarisse sarebbe più facile capire come agire e procedere.


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. In un condominio ho la proprietà del 50% di un appartamento assegnato dal giudice all'ex mia moglie, proprietaria dell'altro 50% ed io abito e sono...
  2. L'amministratore che ha inviato a ogni condomino la documentazione necessaria a ottenere lo sgravio fiscale di spese condominiali sostenute nel 2009,...
  3. Ciao, premetto che abito in una zona privata dove ci sono più palazzine, ho aperto un cancello nel muro di cinta condominiale per avere miglior...