Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Come tutelarsi se si e' in minoranza

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0

    Come tutelarsi se si e' in minoranza

    Buongiorno,
    da piu' di dieci anni viviamo in un condominio di 8 unita' con un condomino che fa da amministratore.
    Noi ci eravamo opposti fin da subito a questa scelta, chiedendo di prendere un professionista ma siamo stati messi a tacere dagli altri 7, poiche' la persona in questione NON si fa pagare e loro preferivano non spendere.

    Da allora e' tutto un susseguirsi di irregolarita':
    - regole non rispettate
    - posteggi in luoghi dove non si puo'
    - oggetti lasciati in giro
    - cani che sporcano nel giardino condominiale e poi viene richiesto a tutti di pagare per riseminare l'erba
    - sprechi vari
    - porte che si rompono ad opera di "fantasmi"
    - lavoratori in nero
    - spese decise al di fuori dell'assemblea e rigorosamente in nero

    Ora, noi abbiamo fatto notare piu' volte queste cose ed il risultato e' che noi, che paghiamo sempre puntualmente e non distruggiamo gli spazi comuni, siamo malvisti dagli altri condomini, che ci hanno tolto il saluto.
    Ultimo episodio: l'amministratore ha stracciato una lettera che gli avevamo messo nella casella della posta in cui facevamo notare che diversi condomini andavano in ferie saltando bellamente i turni di pulizie per un mese intero.

    La mia domanda e': siccome in pratica tutti ci danno contro, noi come possiamo tutelarci, anche per quanto riguarda l'evasione fiscale?




  2. #2
    Non è collegato
    { 57 mi piace }
    Super Moderator L'avatar di Elena Bartolini
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,325
    Reputazione
    78
    Benvenuta.
    Premetto che l'amministratore esterno non è la maestra che mette in castigo i cattivi; nel condominio ci vivete voi e siete voi che fate quello che fate, l'amministratore non ha certo il "potere" di far smettere i comportamenti deprecabili.

    Per le spese in nero, sono ovviamente vietate dalla legge quindi puoi tranquillamente rifiutarti di pagare.

    Staff

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Non mi e' chiara la funzione dell'amministratore e dell'assemblea, allora, visto che in assemblea si vota una cosa e poi si fa sistematicamente il contrario.
    Idem per le regole non rispettate: l'unica volta che abbiamo saltato i turni, l'amministratore ci ha mandato una lettera di richiamo, ma poi da allora gli altri saltano i turni e nessuno dice niente.

    Pensavo che fosse dovere dell'amministratore far rispettare il regolamento di condominio.


  5. #4
    Non è collegato
    { 2531 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    27,397
    Reputazione
    296
    Il lavoro in condominio, come ad esempio la pulizia delle scale NON è obbligatorio, salvo uno non si assuma l'impegno firmando un documento, per cui se non vuoi farlo non lo fai.
    Devi sapere che si può pulire le scale in modo volontario ed a titolo gratuito e nessuno può obbligare un'altro a fare dei lavori se non previsti dalla Legge, perchè ciò sarebbe anticostituzionale (art. 23 Costituzione della Repubblica Italiana
    Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge.)

    ex Tux

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Purtroppo nel nostro condominio, come ho gia' detto, siamo gli unici a voler fare le cose in regola, ovvero senza evasione fiscale.
    I condomini hanno approvato in assemblea il fatto di gestire autonomamente le pulizie, ovvero di farle "noi" invece di pagare un'impresa, per risparmiare.

    Poi in realta' loro si sono messi d'accordo e chiamano delle persone in nero, mentre noi le facciamo noi proprio perche' siamo contrari a queste cose.

    Il risultato e' che la volta che noi abbiamo saltato il turno, i condomini sopra a noi sono andati dall'amministratore e le hanno fatto scrivere una lettera di richiamo, cosa che lei ha prontamente fatto.
    Invece ultimamente tutti loro saltano bellamente i turni, sia di pulizia che di taglio erba, e quando noi l'abbiamo scritto all'amministratore, questo ha appallottolato la nostra lettera e ce l'ha rimessa nella casella della posta.

    Questo per farvi capire in che razza di posto siamo capitati. Praticamente siamo soli contro tutti.
    Io vorrei sapere se in qualche modo si puo' far saltare l'amministratore in base a queste sue inadempienze/comportamenti.


  7. #6
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Italia
    Messaggi
    8
    Reputazione
    0
    Ciao Moltostufa!!... e ci credo che sei molto stufa!!... sei nella situazione identica in cui si trova mia Madre!... Condominio di 24 alloggi in cui l'Amministratore è uno che abita in un alloggio. La situazione è quasi identica alla tua ma con una differenza, adesso sembra che alle Assemblee non vada più nessuno, o meglio, ci siano solo i soliti che vanno a braccetto con l'Amministratore!... quello che sono almeno riusciti a mettere è proprio chi fa le pulizie, tramite Azienda esterna, anche perchè molti si rifiutavano di farle e senza nessun accordo scritto nessuno può obbligare l'altro a farle!... nemmeno con richiami vari!.... ti do un consiglio, non farle più le scale, lasciale sporche!... poi vedi come reagiscono!. Per risolvere il problema e difenderti l'unica strada è quella del Tribunale!, ma dubito che sia una strada percorribile nell'immediato visto che tutti gli altri appoggiano questa persona!.. devi fare tutto il possibile per sfiduciare, ma devi essere sicura!, l'Amministratore per vari motivi, sarà dura e lunga ma alla fine credo che tu riesca ad ottenere più di quanto ti creda!... ciao

  8. #7
    Non è collegato
    { 362 mi piace }
    Farronato Amministrazioni Geometra L'avatar di camillo50
    Località
    Romano d'Ezzelino (Vi)
    Messaggi
    5,044
    Reputazione
    71
    ciao

    per far "saltare l'amministratore" non avendo i numeri, non c'è nulla da fare, ma per farlo "fare balzi alti alti tanto da dare le dimissioni, hai una infinità di mezzi, e qualcuno ti è stato già suggerito.
    Per prima cosa, tieniti caro il verbale di nomina dell'amministratore, e allorchè ti chiede soldi, fatti rilasciare ricevuta scritta.
    Al moomento di approvazione del bilancio, pretendi la copia delle pezze giustiifcative, ed il gioco è fatto. Infatti, se le pezze giustificative sono in nero, chiedi la loro estromissione dal bilancio e ti rifiuti di pagare ciò che non è stato approvato nel bilancio consuntivo. Se comunque gli altri lo approvano, con la copia del bilancio consuntivo vai dalla GdF che sarà lei ad arrangiarsi. Vedrai come "salterà" rapidamente il "tuo" amministratore. Non penso gli faccia piacere pagare di tasca propria le salzionie l'iva eventualmente evasa. Ci vuole pazienza....ma, ci si arriva facilmente.

    Camillo Farronato

  9. #8
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Vi ringrazio per i consigli.
    Intanto mi fa piacere sapere che le pulizie non sono obbligatorie.
    Per quanto riguarda avvocati e tribunali, certo, ci sarebbe da scatenare un pandemonio perche' qui le cose si fanno sempre in nero nonostante appunto in assemblea noi diciamo che siamo contrari.

    Poi i verbali delle assemblee sono ridicoli, veramente, non c'e' scritto niente. Le cose vengono decise da qualcuno che si incontra sulle scale senza farlo sapere agli altri.

    Ad es. e' stato rifatto il prato SENZA chiedere il parere in assemblea, chiamando una persona in nero. Chi l'ha deciso? Non si sa, perche' in assemblea e' stata presentata gia' come cosa fatta, ovvero non si e' votato.
    Quindi alla fine noi, per quieto vivere, abbiamo versato la nostra quota.

    Ovviamente dovendo vivere in mezzo a questa gente, dei veri e propri incivili, non mi va di mettermi anche a combattere a colpi di tribunale.
    Pero' come suggerite voi non paghero' le spese non adeguatamente votate o in nero. Grazie.


  10. #9
    Non è collegato
    { 57 mi piace }
    Super Moderator L'avatar di Elena Bartolini
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,325
    Reputazione
    78
    Scritto da moltostufa il 17 Giu 2012 - 11:52:55: ...
    Chi l'ha deciso? Non si sa, perche' in assemblea e' stata presentata gia' come cosa fatta, ovvero non si e' votato.
    Quindi alla fine noi, per quieto vivere, abbiamo versato la nostra quota.
    ...
    Un modo abbastanza "facile" per cominciare a far cambiare le cose è quello di smettere di pagare la tua quota per le cose decise in questo modo. Quando vengono a chiederti i soldi tu fagli presente che pagherai solo quanto regolarmente deliberato in regolare assemblea alla quale tu abbia la possibilità di partecipare e dire la tua.

    Staff

  11. #10
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Infatti credo che dopo l'episodio della lettera stracciata faremo cosi' perche' la misura e' colma.
    Anzi, ho pure scoperto che mi ha mentito riguardo un preventivo che lui stesso mi aveva chiesto per la manutenzione! Ho fatto fare un preventivo dietro sua richiesta a una ditta della zona e poi lui sosteneva di non averlo mai ricevuto. Io ho sollecitato il preventivo tre o quattro volte finche' alla fine non gliel'hanno riconsegnato dicendomi pero' che era gia' stato fatto mesi fa.
    E lui, dietro mia domanda diretta, per mesi ha detto di non averlo mai ricevuto!
    Solo dopo l'episodio della lettera stracciata noi abbiamo fatto presente che la ditta ci aveva informati di aver gia' consegnato tale preventivo e lui ha AMMESSO di averlo ricevuto, ma di NON averlo portato in assemblea perche' secondo lui era troppo caro.
    Cioe' ha deciso autonomamente.

    Poi, per andare indietro alla notte dei tempi, un bel giorno si e' installato delle tende da sole di sua iniziativa, del colore e modello di suo gusto senza chiedere nulla in assemblea.
    E questo non vuol dare le dimissioni, gli altri sono contenti cosi' perche' a loro basta non pagare o pagare poco e noi subiamo.

    Applichero' i vs consigli.


  12. #11
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Purtroppo oggi si e' verificato un episodio molto spiacevole. Noi questo mese non abbiamo pulito le scale, come appunto dovrebbe essere nostro diritto non fare. Premetto che molte persone hanno variamente saltato i turni e nessuno ha mai detto niente.

    Stamattina mio marito ha sentito un condomino urlare a voce alta con l'amministratrice dicendo che deve farci pagare le spese di pulizia perche' abbiamo saltato il turno.
    Mio marito si e' arrabbiato ed e' sceso a discutere, perche' l'amministratore (se volesse) potrebbe far notare i comportamenti sbagliati a chi li fa e non parlare dietro alle spalle facendo in modo di farsi sentire (!).
    Noi sappiamo benissimo che l'amministratore non fa lettere o altro perche' non ha l'autorita' di far notare alcunche' dato che 1- lui per primo non rispetta i turni, 2- se lo fa notare a noi, deve farlo notare anche a chi ha saltato i turni nei mesi precedenti, e quindi non se ne esce piu'.

    Sappiamo anche che e' stato un errore scendere a discutere con persone prive di logica e del minimo buonsenso, ma purtroppo quando si sente gente che ti parla alle spalle in modo da farsi sentire non sempre si riesce a mantenere la calma.

    Siamo scesi e siamo stati accusati di aver manomesso l'irrigazione condominiale (!), di non aver mai rispettato i turni in questi dieci anni (cosa falsa, ovviamente) e ci e' stato rinfacciato per l'ennesima volta di non essere andati all'assemblea l'ultima volta. Premetto che non mi pareva che ci fosse una regola che dicesse che sono OBBLIGATA ad andare all'assemblea, ma avevo pure un motivo molto valido, che ovviamente ho detto all'amministratore: avevo un aborto in corso. Proprio quel giorno, tanto e' vero che la mattina dopo mi sono recata subito in ospedale per avere conferma della cosa.

    Ora, a parte l'umiliazione di dover raccontare i fatti miei a una persona del genere, l'amministratore ha detto (testuali parole): "NON E' VERO che stavi abortendo quella sera". Io ho detto che gli avrei mostrato la cartella clinica e lui si e' rifiutato di vederla!
    Nel frattempo l'altro condomino presente, che ovviamente non credeva a questa cosa nemmeno lui, si e' messo a blaterare che loro vanno tutti d'accordo e siamo noi gli unici ad avere sempre qualcosa da ridire e che visto che siamo cosi' "Non vi parliamo piu', vi faremo scappare dalla disperazione, vi faremo".
    Testuali parole.

    Ce ne siamo andati e io ho riprovato a parlare all'amministratore da solo, senza il condomino "pazzo", per fargli vedere il referto dell'ospedale, ma l'amministratore non mi ha aperto la porta.

    Ora mio marito vuole andare a fare un esposto o una querela non so bene cosa esattamente, perche' dice che quel condomino ci ha minacciato.
    In effetti io sono un po' spaventata perche' quell'uomo e' una mina vagante che gia' in passato ha litigato con i vicini di dove abitava (ed e' andato via) e ora qui siccome detta piu' o meno le regole e tutti gli danno ragione, sembra che ci goda a fare stare male noi.
    Di fronte alle nostre proteste, al fatto che noi dicevamo che sono bugie e che noi abbiamo sempre pulito, tranne stavolta per protesta, loro hanno detto che quando andiamo in vacanza non puliamo mai!
    Vi faccio notare che noi andiamo in vacanza sempre fuori stagione perche' non abbiamo figli e quindi scegliamo i mesi in cui non abbiamo turni di pulizia!
    Poi c'e' questa storia dell'aborto che francamente mi fa stare male per l'umiliazione, e poi ci sono le minacce di "farci andare via".
    Ho paura che questo pazzo faccia qualcosa a noi o ai nostri gatti.

    Cosa mi consigliate di fare? Io sono veramente sconvolta dalla bassezza a cui puo' giungere questa gente. Ogni volta mi stupisco ancora del loro livello.


  13. #12
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Messaggi
    223
    Reputazione
    12
    Mi dispiace tanto per quello che ti è successo !! Beh lui te l'ha detto" vi faremo scappare via...." altri non lo dicono ma lo mettono in atto con comportamenti allucinanti. Cari amministratori professionisti sono dalla vostra parte e capisco le rogne con cui dovete confrontarvi quotidianamente, ma oggi che si sta approvando la riforma del condominio fate in modo che la gente non debba vendersi la casa per sfuggire da mafiosi ed arroganti come questi. Voi se non vi sta più bene a lasciare il condominio ci state un attimo, la gente invece per stare in pace si deve vendere la casa !!!


  14. #13
    Non è collegato
    { 2531 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    27,397
    Reputazione
    296
    Scritto da moltostufa il 08 Lug 2012 - 15:08:01: Cosa mi consigliate di fare? Io sono veramente sconvolta dalla bassezza a cui puo' giungere questa gente. Ogni volta mi stupisco ancora del loro livello.
    Spendi qualcosa e senti un Legale, spiega la situazione, e chiedi che almeno scriva una letterina all'amministratore e p.c. ai condomini, alle volte una semplice lettera di un avvocato fa miracoli

    ex Tux

    Modificato Da - tuxx il 08 Lug 2012 16:55:27

  15. #14
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Pensavo anche io di sentire un avvocato... Mio marito vorrebbe andare dai carabinieri ma ho il timore che quelli facciano piu' danni che altro (mi e' capitato una volta di fare una denuncia ed e' finita in nulla nonostante avessi prove ecc... Tutt'altra faccenda, era un reato, ma alla fine il colpevole se ne e' stato tranquillo a casa sua. Idem coi furti a casa dei miei).



  16. #15
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    mi sono dimenticata di aggiungere che l'amministratore ha detto che questo mese (cioe' nostro turno di pulizia) e' venuto periodicamente a controllare se pulivamo.
    Cioe': veniva di notte a curiosare nella nostra scala?
    E con che cadenza?
    Non e' stalking questo?

    Al di la' del fatto che noi abbiamo detto chiaro e tondo di non aver pulito (tranne la nostra rampa di scale) lui come pensava di potersi rendere conto della pulizia? Se uno pulisce il martedi' e' possibile che due gg dopo sia gia' sporco, no? Veniva tutte le sere a spiarmi? E perche' l'ha fatto solo con me e non con i condomini del turno di marzo che non hanno pulito per settimane?
    E che non hanno tagliato l'erba tutto il mese?

    Sono un po' angosciata da questa persecuzione nei nostri confronti.


  17. #16
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Primi messaggi Pensionato
    Località
    Reggio Calabria
    Messaggi
    113
    Reputazione
    9
    Scritto da moltostufa il 08 Lug 2012 - 21:56:51:
    Non e' stalking questo?
    [...]
    Quanto Lei racconta è, purtroppo,una delle tante storie incredibili di "vita in condominio".
    Come abbiate fatto a "REGGERE" dieci anni di storie simili, non mi è facile capirlo. A dire il vero,giusto sarebbe sentire "l'altra campana" per capire come mai altri sei condomini e l'amministratore ce l'hanno con voi.
    Riprendo il consiglio di tuxx e lo faccio mio. Rivolgetevi ad un legale per , intanto, far sapere che non avete nessuna intenzione di farvi intimorire.
    Sappiate che, all'indomani del ricevimento di comunicazione del legale,l'amministratore e gli altri condomini, saranno un gruppo ancora più battagliero, forse al limite del legale.Chiedete, con forza, l'APPLICAZIONE DELLE LEGGI.


  18. #17
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Altra.professione
    Località
    Messaggi
    17
    Reputazione
    0
    Il fatto che ce l'abbiano con noi e' presto detto: siamo gli unici che vorrebbero le cose in regola.
    E per cose in regola non pretendo pignolerie, ma semplicemente:
    - che tutti puliscano nel loro turno
    - che quelli di sopra non buttino sigarette e altro di sotto
    - che i proprietari di cani raccolgano i loro escrementi
    - che non si facciano lavori in nero

    Il condomino "aizzatore di liti" all'inizio era il nemico numero uno di tutti gli altri, e lo e' ancora nel senso che lo considerano appunto un pazzo. Lui non perde(va) occasione di far notare la minima cosa a tutti. Ad es. a me diceva che cadevano le foglie della mia siepe, all'altro che gli spiava in casa (!), all'altro ancora che i suoi figli facevano rumore, all'altro che i suoi non dovevano giocare a pallone. Una volta durante l'assemblea c'e' stata una lite vera e propria con insulti (vaffanculo, io ti ammazzo) da parte sua ad un altro.
    Poi questo tizio si e' messo a tacere, non so perche'. So che gli altri lo considerano un poveraccio perche' quando dice qualcosa lo trattano con condiscendenza, ma lui adesso fa il simpatico con tutti tranne che con noi.
    Sinceramente, credo che sia anche un po' invidioso del nostro stile di vita.
    In generale queste persone del condominio non avevano mai vissuto in appartamento prima d'allora e non sanno comportarsi.
    Ad esempio sono stati fissati i turni di pulizia scale e noi del piano di sotto dobbiamo pulire anche le scale di quelli del piano di sopra. Io ho fatto notare che nei condomini si pulisce dal proprio piano in giu' (o si paga dal proprio piano in giu'), ma ovviamente mi hanno detto che "non sono flessibile". Ho quindi fatto 9 anni a pulire ANCHE le scale di sopra.
    Ma passo per rompiscatole lo stesso.
    I figli di quelli sopra hanno scritto sui muri, lasciando la loro firma. Io ho fatto notare, all'epoca, che siccome avevano sporcato stava ai loro genitori pulire. Loro hanno risposto: "Sono bambini", e non hanno pulito.
    Poi a dicembre 2011 imbiancare le scale e' diventata la loro priorita' assoluta. Noi per non litigare abbiamo acconsentito, pagando senza fiatare.
    Tre settimane dopo era gia' sporco di segni lasciati volontariamente (non passando, ma "X" e altre cose). Io mi sono arrabbiata e l'ho fatto presente all'amministratore telefonicamente, dicendo che non avrei piu' sborsato un euro in futuro per pulire i danni fatti dai maleducati e lui mi ha dato ragione, dicendo che sarebbe venuto da me per controllare.
    Non si e' fatto vedere. Poi c'e' stata l'assemblea alla quale sono mancata per motivi di salute (un aborto in corso proprio quella sera, per la precisione) e l'amministratore si e' legato al dito questo "sgarbo" perche' lui si aspettava (nella sua mente bacata) che noi andassimo all'assemblea a "litigare" in vece sua. Il problema e' che lui in assemblea non segnala mai cose oggettive tipo: "ci sono gli escrementi dei cani nel vialetto di ingresso, quindi X e Y che avete il cane, pulite", ma dice cose tipo: "mi e' stato riferito che qualcuno ha visto degli escrementi che qualcun altro ha lasciato".
    Il fatto che il muro fosse sporco e imbrattato era una cosa oggettiva che poteva essere menzionata in assemblea anche se io non c'ero, giusto? Invece lui aspettava che andassi IO a dire che avevo visto il muro sporco, in modo da non esporsi in prima persona.
    Io non sono tenuta a portare la giustificazione della mamma se manco all'assemblea, scherziamo? Pero' quando l'amministratore si e' incavolato per la nostra assenza, mio marito e' andato a casa sua e gli ha detto il motivo. Invece di scusarsi e ritornare sui suoi passi, si e' messo a sbraitare che NON e' vero che io ho abortito! Mio marito ha detto che potevamo mostrargli il foglio dell'ospedale, su cui c'e' la data, ma lui si e' rifiutato di vederlo.
    Ieri mi sono umiliata ulteriormente ripetendogli questa storia, dicendo che io ero proprio in fase di aborto e tutto avevo in mente tranne che l'assemblea, ma lui ha insistito di nuovo con il fatto che NON e' vero. Gli ho portato il foglio dell'ospedale e non mi ha aperto la porta. Di piu': si e' messo ad inventare che noi e' dieci anni che non facciamo niente per il condominio (quando mio marito, poverino, e' l'unico cretino che cambia le lampadine e taglia sempre l'erba puntualmente), che io ho sabotato l'irrigatore per rovinare il prato, che non puliamo MAI (quando sa benissimo che puliamo SEMPRE, se no abbiamo pulito stavolta e' stato per protesta e l'abbiamo pure detto chiaro e tondo). E' pazzo, inventa delle cose, e io sento che mi sono umiliata abbastanza anche perche' io sono una persona veramente brava e disponibile e sto proprio male nel sentirmi rinfacciare queste cattiverie e queste bugie. Io non avrei mai il coraggio di dire certe falsita', mi sentirei meschina a farlo.
    Questo amministratore non ha polso, e' semplicemente un condomino che si e' offerto di farlo per risparmiare soldi. Stop. Poi diverse volte durante le assemblee, quando il pazzo di cui sopra dava in escandescenze, ha minacciato di dare le dimissioni. Una volta e' anche uscito dall'assemblea piantandoci li'. Ma non si e' mai dimesso.
    Il morale della favola e' che su 8 condomini, noi siamo i "tedeschi" rompiscatole, la mia vicina finge di niente perche' ha paura di ritorsioni sui suoi cani (me l'ha detto lei) e quindi dice sempre di si' e accetta che le buttino le sigarette nel giardino e che il figlio del vicino le sputi di sotto. Poi ci sono le due maleducate del piano di sopra, che ovviamente ci odiano perche' noi ci siamo permessi di dire che non devono buttare le sigarette di sotto, ecc... Poi c'e' il pazzo che ci odia probabilmente perche', come nel branco, preferisce stare dalla parte del piu' forte in modo da non essere lui al centro dell'attenzione. Poi c'e' l'amministratore, che ci odia perche' gli abbiamo detto che non sta facendo il suo lavoro come si deve. Poi ci sono gli ultimi due condomini che sono una coppia di pensionati e una coppia di persone di scarsissima cultura, ma che stanno nel loro brodo e quindi pur non facendoci niente, non prendono nemmeno le nostre parti.
    Quindi si', alla fine e' come se ce l'avessero tutti con noi, perche' i piu' forti ce l'hanno con noi e gli altri fanno gli omertosi.



    Modificato Da - moltostufa il 09 Lug 2012 13:40:06

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Buonasera a tutti, avrei un quesito da porvi: il mio condominio è composto da 6 appartamenti 5 di queste famiglie probabilmente per la prossima...
  2. Se vengono deliberati dei lavori urgenti, che potrebbero provocare dei danni a cose e persone, ed un proprietario non volesse partecipare alla spesa...
  3. Buongiorno, vorrei sottoporre una questione un po' particolare e spero nella risposta data la situazione. Abito in uno stabile di cinque piani senza...