Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
103086 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Efficienza energetica ed ecobonus. Allo studio la portabilità della cessione del credito anche per le singole unità immobiliare
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Efficienza energetica ed ecobonus. Allo studio la portabilità della cessione del credito anche per le singole unità immobiliare

L'efficientamento energetico del residenziale alla luce della strategia energetica nazionale 2017.

Angelo Pesce  

Con la presentazione del SEN 2017 (Strategia Energetica Nazionale), è emersa la necessità di aumentare la competitività dell'Italia Paese allineando i prezzi energetici a quelli europei, migliorando la sicurezza dell'approvvigionamento e delle forniture, decarbonizzando il sistema energetico (entro il 2025) in linea con gli obiettivi dell'accordo di Parigi.

In tal senso, anche il Disegno di Legge Bilancio 2018 interviene sugli ecobonus, in attuazione delle indicazioni previste dal SEN 2017.

=> Ecobonus si cambia. Sarà premiato il risparmio energetico

Cosa prevede il SEN 2017. Il documento sulla Strategia Energetica del Paese si pone diversi obiettivi per far sì che l'Italia resti competitiva sullo scenario europeo (allineando i prezzi energetici a quelli degli altri Paesi) e punti diritto verso la decarbonizzazione entro il 2025; in particolare si vuole:

=> Approvata la Legge di Bilancio 2018. Ecco le principali novità

  • ridurre i consumi di 10 Mtep entro il 2030 rispetto alla media tendenziale (28% dei consumi dovranno derivare da fonti rinnovabili, così come il 55% dei consumi elettrici);
  • rafforzare la sicurezza di approvvigionamento e la flessibilità dei sistemi e delle infrastrutture energetiche;
  • ridurre le differenze dei costi dell'energia e del gas rispetto alla media europea;
  • promuovere la mobilità pubblica e l'impiego di carburanti sostenibili;
  • eliminare totalmente l'uso del carbone per la produzione elettrica (entro il 2025).

In questo contesto avrà sempre più un ruolo chiave l'efficienza energetica, per continuare a ridurre le emissioni di CO2 e favorire la crescita delle fonti rinnovabili elettriche (ad oggi hanno permesso di coprire il 17,5% dei consumi finali lordi di energia).

Efficienza energetica e ecobonus. Il SEN dedica il quarto capitolo all'efficienza energetica e, dopo aver analizzato la situazione odierna del nostro Paese, che vanta un sistema di miglioramento dell'efficienza energetica consolidato, che ha permesso di ottenere risultati significativi nel corso degli ultimi anni grazie soprattutto a corrette politiche di incentivazione, fissa gli obiettivi per la riduzione dei consumi sottolineando la necessità di intervenire sull'attuale sistema di promozione dell'efficienza energetica per potenziarlo e renderlo ancora più efficiente.

=> I chiarimenti dell'Agenzia dell'Entrate. Ok alla cessione anche alle banche. La scheda di lettura

=> Ecobonus in condominio anche per gli incapienti. Cessione della detrazione anche a banche

Relativamente, in particolare, al settore residenziale, nel quale gli interventi di efficientamento stentano per via della scarsa consapevolezza dei proprietari sui potenziali benefici e per i costi iniziali piuttosto elevati, vediamo cosa si prevede:

L'efficienza energetica nel settore residenziale prevista dal SEN 2017

si predisporrà una strategia a lungo termine per la riqualificazione del parco immobiliare che preveda obiettivi intermedi e finali (per valutare periodicamente i progressi ottenuti);

si punterà ad ottimizzare il sistema delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica e per il recupero edilizio:

modulare la percentuale di detrazione in relazione al risparmio atteso, al fine di premiare gli interventi con miglior rapporto costo-efficacia e incentivare gli interventi di completo rinnovamento dell'intero immobile;

integrare lo strumento con altri meccanismi di incentivazione (in particolare con gli incentivi per l'antisismica);

valorizzare i risparmi ottenuti dai bonus fiscali per il recupero edilizio (non ancora conteggiati ad oggi), attraverso un sistema di incentivazione integrato con le detrazioni per la riqualificazione energetica;

introdurre massimali unitari di spesa per ogni singola tipologia di intervento;

estendere la portabilità della cessione del credito di imposta anche all'efficientamento della singola unità immobiliare, al fine di agevolare il coinvolgimento degli operatori (così come già avviene per gli interventi sulle parti comuni degli edifici);

rendere permanente il sistema di incentivi per gli interventi di riqualificazione energetica che interessino in maniera integrata l'intero edificio.

Alcuni di questi indirizzi sono stati introdotti, con misure attuative, nel DDL Stabilità 2018; ad esempio, al fine di sostenere i piccoli consumatori negli interventi di efficientamento (con costi iniziali elevati), sarà ampliato il campo delle tipologie di intervento indicato nel costituendo Fondo Nazionale per l'Efficienza Energetica: l'obiettivo è stimolare i finanziamenti da parte degli istituti di credito;

il Fondo privilegerà le tipologie di intervento standardizzato con risparmi energetici certi, nel rispetto della lista preventivamente predisposta sulla base di parametri prestabiliti (classe energetica dell'edificio, zona climatica, tipologia di intervento), in modo da semplificare le modalità di acceso al Fondo stesso;

infine, si studieranno formule agevolative per l'acquisto di abitazioni ad alta classe energetica, per la riduzione del fabbisogno energetico degli edifici di inquilini meno abbienti, per la riqualificazione delle social housing, per la diffusione della domotica, della digitalizzazione delle reti, dei programmi di formazione e educazione all'efficienza energetica.

Cerca: efficienza energetica ed ecobonus

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento