Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
103219 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Aerosabbiatura facciata condominiale e detrazioni fiscali
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Aerosabbiatura facciata condominiale e detrazioni fiscali

Detrazioni fiscali per aerosabbiatura della facciata condominiale

Avv. Alessandro Gallucci  

Che cos'è l'aerosabbiatura della facciata condominiale?

A quale regime abilitativo edilizio è sottoposto l'intervento?

La spesa sostenuta per i lavori di aerosabbiatura è detraibile?

Questi i principali quesiti inerenti questo genere d'intervento; partiamo dalla definizione.

Nozione di aerosabbiatura

L'aerosabbiatura è quel procedimento mediante il quale si effettua la pulizia superficiale di determinate superfici.

Questa tecnica, che permette la rimozione di strati di sporco (smog, incrostazioni, ecc.) è sovente utilizzata per la manutenzione della facciata condominiale.

=> Spese rifacimento facciata, paga anche chi non è d'accordo

Il ricorso a questa tecnica manutentiva va valutata caso per caso, in ragione dei materiali presenti in facciata, nonché dello stato di conservazione della parte che dovrebbe essere interessata dal trattamento, al fine di comprenderne la reale utilità.

Detta diversamente: è utile ricorrere al parere di un tecnico o comunque di un'impresa di fiducia per valutare se farvi ricorso.

Titoli abilitativi per l'effettuazione di aerosabbiatura

È opinione condivisa che questo genere d'intervento rientri nell'ambito dell'attività di manutenzione ordinaria, ossia – per come definita dal d.p.r. n. 380/01 – nell'ambito di quegli interventi edilizi che “riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici” (art. 3, primo comma lett. a), d.p.r. n. 380/01).

Per tali interventi non è reputato necessario alcun titolo abilitativo, fermo restando quanto previsto dalle norme comunali e comunque nell'osservanza “delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all'efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42” (art. 6, primo comma, d.p.r. n. 380/01).

Si tratta dei così detti interventi ricadenti nell'ambito dell'attività edilizia libera, cioè di quell'attività che non necessità di preventiva comunicazione/abilitazione. Per avere certezza del regime edilizio di riferimento, quindi, è necessario consultare i regolamenti edilizi locali, che sovente indicano tale attività come libera, cioè non soggetta a comunicazioni (es. Regolamento edilizio locale del Comune di Catania).

Naturalmente va valutato caso per caso se quello di aerosabbiatura è l'unico intervento da eseguire o se lo stesso è coniugato ad altri necessitanti di comunicazione o abilitazione. In tal caso si segue la procedura prevista per interventi di questo genere.

Detrazioni fiscali per aerosabbiatura della facciata condominiale

La detrazione fiscale per interventi di manutenzione degli edifici è quel beneficio di cui possono usufruire coloro che effettuano spese per la manutenzione degli edifici, così come individuate dall'art. 16-bis del d.p.r. n. 916/87 (testo unico delle imposte sui redditi T.U.I.R.) e che possono essere così sintetizzate:

a) interventi straordinari per le unità immobiliari;

b) interventi ordinari e straordinari per le parti condominiali dell'edificio.

Per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2017 si gode della detrazione (dall'imposta lorda) del 50% della spesa sostenuta con un massimo di spesa di riferimento pari ad € 96.000,00.

La detrazione così indicata vale con riferimento ad ogni condomino (e quindi non alla spesa complessiva condominiale) ed è utilizzabile in dieci anni, con rate di pari importo.

Se non verrà prorogata la misura di detrazione così indicata, a partire dall'1 gennaio 2018 le spese da allora effettuate torneranno a godere del beneficio nella misura indicata dal T.U.I.R., ossia il 36% della spesa con € 48.000,00 di monte massimo di spesa.

L'Agenzia delle Entrate, nel corso degli anni, ha chiarito in ragione delle varie categorie d'intervento e delle parti degli edifici interessate (private o condominiali), quali opere potessero fruire dell'agevolazione. Al riguardo non vi sono dubbi sul fatto che la detrazione così descritta è utilizzabile anche nel caso di aerosabbiatura della facciata condominiale.

Cerca: aerosabbiatura interventi facciata

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento