Quando le spese condominiali gonfiate diventato delle vere e proprie tasse. Ecco i trucchi utilizzati.
Amministratori

Quando le spese condominiali gonfiate diventato delle vere...

Morosità condomino e interruzione della fornitura d'acqua.
Morosita

Morosità condomino e interruzione della fornitura d'acqua.

Attenzione a questa voce in bolletta: «partite pregresse». È illegittima.
Spese

Attenzione a questa voce in bolletta: «partite...

Per disinfestare gli appartamenti serve il consenso di tutti i condòmini
Vita di condominio

Per disinfestare gli appartamenti serve il consenso di...

Il portale N.1 sul Condominio
Registro di nomina e revoca dell'amministratore, da che periodo parte l'obbligo di compilazione?

Registro di nomina e revoca dell'amministratore, da che periodo parte l'obbligo di compilazione?

Cosa fare quando non c'è il registro di nomina e revoca dell'amministratore

Registro di nomina e revoca dell'amministratore, da che periodo parte l'obbligo di compilazione?

Buongiorno amici di Condominioweb, sono un amministratore di condominio che da anni legge quotidianamente le vostre news.

Da qualche giorno ho preso in gestione un nuovo condominio e nel controllare le carte che mi sono state passate mi sono reso conto che non c'è il registro di nomina e revoca dell'amministratore. In effetti nemmeno nel verbale del passaggio di consegne si fa riferimento a questo documento.

Senza stare a farmi troppi problemi lo sto redigendo ex novo io. Nel farlo mi sono domandato: ma da quale momento devo iniziare ad inserire in questo registro i vari amministratori che si sono succeduti negli anni? Inizio da me? Oppure dal primo amministratore? Grazie, continuate così!

Chiaramente prima di tutto ringraziamo il nostro lettore per l'apprezzamento. Conclusi i doverosi convenevoli passiamo al merito della sua domanda.

Registro di nomina e revoca dell'amministratore di condominio

L'art. 1130 n. 7 del codice civile specifica che:

Nel registro di nomina e revoca dell'amministratore sono annotate, in ordine cronologico, le date della nomina e della revoca di ciascun amministratore del condominio, nonché gli estremi del decreto in caso di provvedimento giudiziale.

L'art. 1129, dodicesimo comma, del codice civile stabilisce che deve essere considerata una grave irregolarità nella gestione l'inottemperanza all'obbligo sancito dal succitato art. 1130 c.c.

Amministratore di condominio e gravi irregolarità

Insomma rischia la revoca l'amministratore che non adempie alla tenuta del registro di cui trattasi. La norma non chiarisce se rappresenta grave irregolarità l'omessa tenuta o anche solamente la incompleta compilazione di questo documento.

Fermo restando che la valutazione della gravità della violazione è rimessa al giudice, poiché l'adempimento riguarda la tenuta del registro secondo i dettami stabiliti dalla norma, se ne deve dedurre che anche la compilazione parziale non possa essere considerata alla stregua di un esatto adempimento. Insomma è bene che l'amministratore che prende in gestione un condominio rispetto al quale il suo predecessore non abbia compilato il registro di nomina e revoca vi provveda riportandovi anche gli incarichi a lui precedenti.

E qui arriviamo al secondo aspetto su cui il nostro lettore ci domanda chiarimenti: da quale periodo parte questa compilazione?

=> Il procedimento da seguire per chiedere la revoca dell'amministratore per via giudiziale

Al riguardo bisogna fare riferimento alle norme che disciplinano l'efficacia della legge nel tempo e quindi, nello specifico, all'art. 11 delle disposizioni sulla legge in generale (preliminare del codice civile) che recita:

La legge non dispone che per l'avvenire: essa non ha effetto retroattivo”.

Siccome la legge n. 220 del 2012 (la così detta riforma del condominio) che ha modificato l'art. 1130 c.c. è entrata in vigore il 18 giugno 2013 è da quel momento – e quindi dall'amministratore che era in carica in quel momento – che bisogna considerare sorto l'obbligo di tenuta del registro e quindi a quella data si deve fare riferimento quale punto iniziale per dirsi in regola rispetto alla corretta tenuta del registro di nomina e revoca dell'amministratore di condominio.

=> Con la riforma come cambia la nomina e revoca dell'amministratore di condominio.

Cerca: registro nomina revoca amministatore

Commenta la notizia, interagisci...
Luigi.
Luigi. martedì 22 marzo 2016 alle ore 20:46

come tutte le leggi all'italiana, nella riforma non si fa riferimento al tipo di registro se di 1 pagina o di 100 pagine....!!!!! se è da conservare a parte ovvero può essere allegato al registro dei verbali ovvero può essere parte integrante dello stesso: tipo prima parte registro dei verbali ed ultima parte registro della nomina amministratori.
quindi vige la massima anarchia ovvero l'arte fai da te. e se poi in sede di giudizio, od altro, ti contestano la modalità di tenuta del registro/i? cosa fai? ci chiariscano dunque anche questa questione o dobbiamo attendere la cassazione?

Cerchi un amministratore?

In Evidenza

Dello stesso argomento

Nominare un nuovo amministratore senza revocare il precedente,

Nomina di un nuovo amministratore di condominio senza revoca del precedente, è possibile?

Nominare un nuovo amministratore senza revocare il precedente,. Nell'edificio in cui vivo alcuni condòmini hanno fatto richiesta all'amministratore di convocazione dell'assemblea per discutere sulla nomina

È obbligatorio un registro di protocollo condominiale?

È obbligatorio un registro di protocollo condominiale?

L'amministratore è tenuto ad avere un registro di protocollo?. Buongiorno amici di Condominioweb, vorrei sapere se l'amministratore di condominio è tenuto ad avere un registro di protocollo lettere ed in una eventuale

Revoca dell'amministratore di condominio per una “inescusabile superficialità”

Revoca dell'amministratore di condominio per una “inescusabile superficialità”

L'amministratore che non adempie agli obblighi può essere revocato ed è tenuto al risarcimento del danno. Ogni amministratore, nell'espletamento del proprio mandato, deve sempre utilizzare la diligenza