Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
103118 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Acquisto di una casa e nuovo “Decreto Mutui”. Le questioni sottese al problema della morosità condominiale.
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Acquisto di una casa e nuovo “Decreto Mutui”. Le questioni sottese al problema della morosità condominiale.

Cosa cambia per il condominio, in caso di vendita dell'immobile da parte di un ente creditizio?

Avv. Maurizio Tarantino  

Il Consiglio dei Ministri tenutosi il 20 aprile 2016 ha approvato il “decreto mutui” che ha determinato l'introduzione di nuove norme per la tutela dei creditori e per la tutela dei mutuatari. Torna quindi al centro la questione del pignoramento dell'abitazione.

Gli aspetti del nuovo “decreto mutui”

Irretroattività della legge. Il decreto entrerà in vigore il 1° luglio e quindi si applicherà ai contratti di mutuo sottoscritti a partire dal 2 luglio 2016, mentre a quelli sottoscritti prima si continuano ad applicare le disposizioni vigenti al 1° luglio 2016.

Una volta entrate in vigore queste disposizioni di attuazione (quindi dopo altri 15 giorni) dovranno passare altri 60 giorni affinchè le norme contenute al nuovo articolo 120-quinquiesdecies, commi 3 e 4, del decreto legislativo 385/93 diventino obbligatorie.

Di fatto, le disposizioni sul passaggio della casa alla banca, anche se sottoscritte già dal 2 luglio 2016, si potranno applicare solo il 12 febbraio 2017. A meno che le norme attuative non vengano emanate in anticipo.

=> Mutui e scorrettezze delle banche. Solo ora l'Europa se ne accorge?

La clausola anti-insolvenza. La novità più importante è l'introduzione di questa clausola, ossia la possibilità per le banche di vendere la casa dei mutuatari morosi senza esperire il procedimento di espropriazione forzata.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Cerca: acquisto casa mutuo

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento