70294 utenti registrati
rinnovazione tacita del contratto locativo

La rinnovazione tacita del contratto di locazione

Cass., Sez.III, 14/3/2006, n°5464
 

la rinnovazione tacita del contratto di locazione, ai sensi dell’art. 1597 c.c., "postula la continuazione della detenzione della cosa da parte del conduttore e la mancanza di una manifestazione di volontà contraria da parte del locatore, cosicché, qualora questi abbia manifestato con la disdetta la sua volontà di porre termine al rapporto, la suddetta rinnovazione non può desumersi dalla permanenza del locatario nell’immobile locato dopo la scadenza o dal fatto che il locatore abbia continuato a percepire il canone senza proporre tempestivamente azione di rilascio, occorrendo invece un suo comportamento positivo idoneo a evidenziare una nuova volontà, contraria a quella precedentemente manifestata per la cessazione del rapporto".
 

 
  Ricevi ogni settimana le ultime novità per email. Iscriviti alla newsletter.
Più di 65.000 iscritti. Fatti furbo, E' GRATIS!Scopri perchè è importante iscriversi
Commenta la notizia
Dello stesso argomento
  1. La percezione dei canoni da parte del locatore dopo la disdetta non può essere interpretata come volontà di rinnovare il contratto La rinnovazione tacita non può desumersi da un manifestazione tacita di consenso alla permanenza del locatario nell'immobile locato
    La percezione dei canoni da parte del locatore dopo la disdetta non può essere interpretata come volontà di rinnovare il contratto
  2. Rinnovazione del contratto di locazione per mancata disdetta Rinnovazione del contratto di locazione per mancata disdetta
    Rinnovo automatico del contratto di locazione per mancata disdetta
  3. Disdetta senza motivo da parte del locatore di un immobile, il conduttore ha diritto alla rinnovazione del contratto Disdetta senza motivo da parte del locatore di un immobile, il conduttore ha diritto alla rinnovazione del contratto
    Nel caso in cui la disdetta da parte del locatore di un immobile sia immotivata, il conduttore ha diritto alla rinnovazione del contratto e non alla prelazione per l'acquisto.
  4. Intimazione di sfratto per finita locazione - Validità anche come disdetta Locazione, immobili urbani, forma della disdetta nel contratto di locazione
    Intimazione di sfratto per finita locazione - Validità anche come disdetta
  5. Comproprietario di un immobile, Conduttore proprietario di una quota, non può essere conseguita dal locatore la risoluzione della locazione
    Comproprietario di un immobile,