Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
86978 utenti
Registrati


#da non perdere

Per le infiltrazioni dal lastrico paga un terzo il proprietario esclusivo e il resto il condominio.Per le infiltrazioni dal lastrico paga un terzo il...

Morosità condomino e interruzione della fornitura d'acqua.Morosità condomino e interruzione della fornitura d'acqua.

Approvato in via preliminare il nuovo regolamento sulla sicurezza degli ascensori.Approvato in via preliminare il nuovo regolamento sulla...

L'impresa appaltatrice risarcisce se i lavori presentano vizi e/o difformità di sortaL'impresa appaltatrice risarcisce se i lavori presentano...

Il portale N.1 sul Condominio
Da androne comune a passaggio carrabile, via libera se non si muta la destinazione e le modifiche non compromettono l'uso del bene comune.

Da androne comune a passaggio carrabile, via libera se non si muta la destinazione e le modifiche non compromettono l'uso del bene comune.

Da androne comune a passaggio pedonale carrabile, via libera se non si muta la destinazione e le modifiche non compromettono l'uso del bene comune.

In tema di comunione, non costituisce violazione della fondamentale regola paritaria dettata dall’art. 1102 Cc un uso più intenso della cosa da parte del partecipante, che non ne alteri la destinazione, nei casi in cui il relativo esercizio non si traduca in una limitazione delle facoltà di godimento esercitate dagli altri condomini, tali dovendo intendersi non solo quelle di fatto esercitate, ma anche quelle cui la cosa comune per le sue oggettive caratteristiche potenzialmente si presti.

Per quanto attiene in particolare ai cortili stato più volte precisato che, ove le caratteristiche e le dimensioni lo consentano, l’uso degli stessi per l’accesso e la sosta di veicoli, non e incompatibile con la funzione primaria e tipica di tali beni, quella di dare aria e luce alle unita immobiliari circostanti aggiungendosi alla stessa quale destinazione accessoria o secondaria.

Nella specie, una società proprietaria esclusiva di un immobile confinante, ha realizzato un'area di parcheggio nell’area cortilizia interposta tra le due proprietà e modificato la destinazione dell'androne comune di accesso, da passaggio pedonale a carrabile.

Cerca: destinazione passaggio carrabile

Commenta la notizia, interagisci...

Cerchi un amministratore?

In Evidenza

Dello stesso argomento

Chiusura del fondo con un cancello, spetta al proprietario del fondo dominante fornire prova di tale aggravamento.

Cancello che chiude il fondo servente, c'è aggravamento della servitù solo se il proprietario del fondo dominante lo dimostra

Chiusura del fondo con un cancello, spetta al proprietario del fondo dominante fornire prova di tale aggravamento. Tizio è proprietario del fondo Alfa e Caio di quello Beta, confinante con il primo. Per accedere

La trasformazione dell'ingresso del fondo da pedonale a carrabile

La trasformazione dell'ingresso del fondo da pedonale a carrabile

La modifica deve ritenersi legittima qualora il passo carrabile insista su aree pubbliche e su aree private già deputate al transito veicolare. Il principio nemo res sua servit è stato più volte invocato,

L'apposizione del contatore di energia elettrica sul muro dell'androne condominiale.

E' legittima l'installazione di un contatore per l'energia elettrica sui muri dell'androne condominiale

L'apposizione del contatore di energia elettrica sul muro dell'androne condominiale. Un’utente mi ha chiesto:  Mio figlio ha acquistato un appartamento in una corte formata da due edifici che formano