70294 utenti registrati
Salvo espressa approvazione dell'assemblea l'utilizzo del pluviale comune per lo scarico di acque di provenienza domestica è illegittimo

Pluviale condominiale: è illegittimo l'innesto di un tubo che scarica la condensa del condizionatore

15/04/2011
Tribunale Padova, Sez. Civile, Sentenza del 22 febbraio 2011, n. 352
 

Nella sentenza si legge:
 
Ciò posto, si osserva che l'apertura di un foro nel muro perimetrale comune per consentire ad un tubo del diametro di 2 cm. circa di immettersi nel tubo pluviale condominiale (v. pag. 2 della c.t.u. "Dalla base della parete interna est delimitante il terzo piano dell'unità Ma. (circa 1,00 m. al di sotto della parte più alta del parapetto in c.a. che ne delimita la terrazza) fuorisce un tubo corrugato del diametro di circa 2 cm. che poi, con un percorso pseudo orizzontale di circa 75 cm., si innesta entro un pluviale condominiale" (...). Il tubo corrugato inizia in corrispondenza di un punto predisposto per un eventuale futuro split di condizionamento collocato nella parte alta di una parete interna e quindi, correndo incassato entro quest'ultima e successivamente al di sotto del massetto/pavimento esistenti, raggiunge l'esterno (attraverso un foro praticato sul muro perimetrale) ed il pluviale condominiale") individua, senza dubbio, una modifica della cosa comune (muro perimetrale comune e pluviale condominiale).
 
6.2 Orbene, mentre con riguardo al muro perimetrale si ritiene che la modifica sia conforme alla destinazione di quest'ultimo per le ragioni esposte nella sentenza della S.C. del 16 maggio 2000 n. 6341 a cui si rimanda; con riguardo al pluviale condominiale si ravvisa una modifica illegittima in quanto innestare un tubo che scarica la condensa del condizionatore in un pluviale condominiale altera la destinazione del predetto bene comune che è quella (e solo quella) di scaricare le acque meteoriche.
 
6.3 Essendo questa la funzione del pluviale è illegittimo l'innesto di un tubo che scarichi liquidi di altra provenienza, indipendentemente dalla loro composizione.
 
6.4 Statuito che non è consentito al singolo condomino utilizzare il pluviale comune per lo scarico di acque di provenienza domestica, la ****. dovrà essere condannata a rimuovere il tubo per cui è causa.
 
  Ricevi ogni settimana le ultime novità per email. Iscriviti alla newsletter.
Più di 65.000 iscritti. Fatti furbo, E' GRATIS!Scopri perchè è importante iscriversi
Commenta la notizia
Dello stesso argomento
  1. Sì a un nuovo tubo di scarico collegato ai pluviali del tetto Sì a un nuovo tubo di scarico collegato ai pluviali del tetto
    Costruzione di una tubazione di raccordo tra la grondaia ed il pluviale
  2. Apertura varco nel muro condominiale e passaggio tra proprietà esclusiva e condominiale Apertura di un varco nel muro perimetrale dell'edificio condominiale - passaggio tra due proprietà
    Apertura varco nel muro condominiale e passaggio tra proprietà esclusiva e condominiale
  3. E' Illegittima l'installazione  di un tubo del gas se i due edifici condominiali hanno in comune solo il muro divisorio E' Illegittima l'installazione di un tubo del gas se i due edifici condominiali hanno in comune solo il muro divisorio
    Condominio orizzontale - Edifici a schiera - Unitarietà delle strutture portanti e degli impianti essenziali - Mera comunione del muro divisorio delle due porzioni immobiliari affiancate
  4. Estensione e limiti del muro perimetrale Estensione e limiti del muro perimetrale
    Parti comuni dell'edificio condominiale - Muro perimetrale -
  5. Muro comune per l'appoggio di una tettoia L'utilizzo del muro comune per appoggio di parti di manufatti
    Muro comune per l'appoggio di una tettoia