Condominioweb.com forum                   Inserisci un quesito
 04-04-2004 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Locazioni e spese : diritti inquilino e proprietario

Vendita casa con vizi

 
Condominioweb.com forum >
lapo6
scusate se e' fuori argomento ma non sapevo la sezione dove porre la mia domanda. Ho venduto il mio bilocale in perfette condizioni sito al piano terra di una palazzina composta da p.t e primo piano. Dopo 15 giorni dal rogito il nuovo proprietario mi contesta che c'e il tetto da rifare renendomene responsabile. Io ero a conoscenza di un piccolo problema al tetto gia da 1 anno e mezzo che il proprietario del 1° piano risolveva a modo suo con rattoppi perche non voleva spendere soldi. Ora dopo una caduta di calcinacci dal tetto i VVFF hanno intimato di provvedere a rifarlo. Io ne sono a conoscenza solo per sentito dire da altri e mai dal proprietario del 1° piano a cui i VVFF hanno contestato il fatto. Che devo fare? Ho degli obblighi pur non avendo ricevuto mai comunicazioni scritte del problema ma solo voci?. Sono responsabile nei confronti del nuovo proprietario a cui ho venduto il mio immobile? Grazie.
Carlo Musto
E' vero che vendendo l'immobile di tua proprietà hai venduto anche la quota parte della proprietà comune, ma ritengo che la tua responsabilità per vizi occulti sia relativa alla sola proprietà privata. Il motivo della mia convinzione è che non rispondi, se non con gli altri, della proprietà comune, quindi non in proprio ma tramite l'ente condominio. E comunque le decisioni in merito vanno adottate dall'assemblea e non dal singolo proprietario. Ritengo che sarebbe diverso se il problema fosse di natura strutturale al punto tale da mettere in discussione l'agibilità dell'edificio. Ma non mi sembra questo il caso. Staff
Carlo Musto
E' solo una opinione della quale resto convinto anche se siete solo in tre. Si tratterebbe sempre di un condominio anche se foste solo in due. Staff
Monica
Scritto da lapo6 il 17 Mar 2005 - 10:52:51:
dopo 1 anno che non sapevo nulla eccoti la notifica di un avvocato.
Hai avuto una notifica da un avvocato... io sentirei un avvocato per sapere cosa fare a O hai gia' sentito qualche associazione piccoli proprietari? Monica
Dello stesso argomento
claistron
Benvenuto sul forum Lapo Spero che tra i documenti firmati dal compratore vi sia il classico: "così come sta". Infatti il compratore ha comprato il bene così come stava in quel momento, a te non dovrebbe essere imputato il dolo di aver venduto l'appartamento essendo a conoscenza di vizi strutturali tali da diminuirne il valore. Anzi il valore della cosa è stato calcolato e accettato da entrambe le parti con coscenza, con a carico i vizi tipici di un immobile datato. Sicuramente in caso di controversia ti può essere utile questa sentenza della corte di cassazione. iureconsult .com/areeatema.php?cat=55&doc=190 Ve ne sono tante altre che vanno sempre nella stessa direzione. A presto Claistron
claistron
Stai tranquillo il più possibile. E' importante che il nuovo proprietario ti abbia gia versato la cifra pattuita, in caso contrario, se omettesse di versarne una parte dovresti essere tu a iniziare il contenzioso. Ora dovrebbe essere lui a fare il primo passo. Ti consiglio di recarti presso un'associazione locale (Uppi o altre) dove ti potrai associare e dove ti potranno dare assistenza particolareggiata nel caso ci fossero ulteriori sviluppi. A presto. Claistron
claistron
Eccoti le sedi della toscana: site:uppi .it/sedi_centro.htm Buona notte Claistron
lapo6
sto cercando la sentenza della cassazione del 13/8/1997 numero 7545 che dice cosi: Occultamento del vizio Occultare un vizio non significa solo tacerlo, ma anche nasconderlo. Cassazione, 13/8/97 n. 7545 Perché si possa avere occultamento della esistenza del vizio, non basta che il venditore lo abbia taciuto, ma è necessario che egli abbia compiuto interventi volti a renderne difficile la scoperta, essendo all'uopo necessaria un'attività diretta, con adeguati accorgimenti, a nascondere il vizio dei bene venduto. Vorrei la versione integrale ma non la trovo.Mi aiutate?
lapo6
nessuno ha idee come districare questa faccenda?
lapo6
Grazie della pronta risposta e della professionalita'.Ho tentato di leggere la sentenza della cassazione ma il gergo usato mi risulta ostico. Ma in Italia non esesitevano le prove scritte perche qui sembra che basti che uno abbia detto il tetto e' rotto che valga come prova. ma come e' possibile se snto sempre parlare di prove scritte, raccomandate con a/r. Io non ho ricevuto mai nulla di scritto per cui mi ritenevo tranquillo. Cosa ne pensi?
lapo6
ho gia tutti i soldi in mano in quanto al rogito ho avuto tutta la cifra. Fra l'altro l'ho sentito stasera e gli ho domandato se era stato dal notaio o dal suo avvocato per farmi dire per scritto cosa mi contestatava ma dice per ora no non ha sentito nessuno. Roba da matti sembra che il tetto sia su casa di altri e invece e' su casa sua da 1 mese a questa parte.Non posso pero' mica stare sempre col patema di animo che mi chiami lui se non si vuole muovere posso fare qualcosa io per tutelarmi ulteriormente. Grazie cerchero' su internet queste associazioni. Tu sai il loro sito o numeri di telefono utili per me della toscana??
lapo6
Un avvocato intanto ma intendo perseguire tutte le strade per vedere se ho ragione o torto. Se mi indica Lei gli indirizzi Le sarei grato.
lapo6
dopo 1 anno che non sapevo nulla eccoti la notifica di un avvocato. Esattamente 10 giorni prima della scadenza dell'anno dalla vendita mi si accusa di aver omesso vizi occulti. Nella frase di rito sull'atto c'eè scritto che io venditore asscuro e garantisco la piena proprietà e libertà di quanto venduto. assumendo la garanzia per tutti i casi di evizione e molestie. Per cui cosa ne pensate? devo pagare io o non avendo menzionato vizi non devo pagare? Oppure anche se non menzionati sono cmq a carico del venditore entro 1 anno? Come si fa a dire vizi occulti se dato che l'immobile è prima del 1967 e dopo è stato ristrutturato solo il piano terreno era ovvio che il tetto poteva essere messo male e il compratore doveva portare un geometra o altro professionista. O come si fa a dire occulto se bastava andare sul tetto o informarsi sopra all'inquilino o dare una visione da diverse prospettive. Del resto mica il compratore acquistava noccioline
lapo6
Interessante questa affermazione fai conto pero' che trattasi di condominio di 3 abitazioni una sopra di 150 mq e due sotto fra cui la ex mia di 60 e 60 e parti comuni. Anche in questo caso è valida la tua affermazione? Hai dei riferimenti giuridici da portare in favore di cio'? Grazie siete molto ma molto bravi.
lapo6
Sono intercorse lettere fra avvocati con richiesta risarcimento danni. Poi mi hanno chiesto una transazione fittizia su un preventivo di una ditta ( non perizia ma preventivo) e tutto è finito li. Ma il mio avvocato dice che ci hanno provato a farmi scucire del denaro ma picche.Per cui che devo attendermi? Buon anno a te e stappo la bottiglia cmq perchè il 2006 sia migliore.
lapo6
Vi vengo per informazione che può essere utile a tutti come sta andando questa cosa: Dal giorno 8 maggio 2005 da quando mi è stata richiesta una certa somma per risarcimento del presunto vizio e avendo resistito ovvero detto no non ho ricevuto più nessuna notizia e l'avvocato mi ha detto che non ha più sentito l'altro che avrebbe dovuto replicare. La domanda è questa Quanto devo avere questa spada di Damocle sulla testa prima di sapere che sono libero da tutto? Riformulo: Fra quanti mesi anni giorni va tutto in prescrizione? Vendita fine marzo 2004 Lettera avvocato per risaricimento vizi occulti inizio marzo 2005 Ultima comunicazione inizio maggio 2005. Siamo a gennaio 2006. Grazie. Modificato Da - lapo6 il 31 Dic 2005 11:09:46
lapo6
non sono ancora stato citato, ad oggi solo lettere di risarcimento generale. Il mio avvocato non mi ha più detto nulla dall'8 maggio 2005 (sono 11 mesi). quando posso ritenermi liberato legalmente da questo problema? piccolo riassunto: aprile 2004 vendita casa marzo 2005 richiesta risarcimento per vizio occulto aprile 2005 rifiuto da parte mia di risarcimento maggio 2005 richiesta danni dimezzata rispetto alla prima maggio 2005 rifiuto con produzione prove a mio discarico dopo di chè ad oggi non so più nulla...per cui? grazie Lapo
lapo6
Ok perfetto Vi ringrazio moltissimo.
lapo6
mi stai per caso augurando del male fisico?
raffaeu
Ti dico una cosa. Io sono dalla parte opposta alla tua e ti rendi conto per una coppia giovane che magari a stento riesce a pagare il mutuo cosa significa? Tu te la sei svignata e hai lasciato la patata bollente all' acquirente. Noi abbiamo un problema simile e il conto supera i 30mila euro, e quando vedo che persone come te esistono realmente, beh spero proprio che qualcosa succeda, anche perchè un atteggiamento simile mi sembra proprio scorretto. Tu i soldi dell' immobile li hai incassati come se fosse privo di vizi, giusto?
raffaeu
Vi ricordo infine che la cassazione lascia un anno di tempo tra vendita e rilevamento dei vizi, a prescindere da qualsiasi dicitura si apresente nel contratto di vendita o nel rogito stesso. Questo perchè, come cita la cassazione, se io compro la casa ad aprile, scopro delle infiltrazioni solo dopo l' inverno successivo e quindi mi sembra corretto che anche nella vendita di immobili tra privati, sia presente una latenza che consenta all' acquirente un minimo di garanzia ...
raffaeu
Ma no lapo è un forum e ho espresso un parere, a proposito come è finita la cosa? Sono proprio curioso visto che di tempo ne è passato. Saluti.
raffaeu
Ciao la legge a riguardo è molto chiara, ti puoi rivalere tramite legale solamente entro un anno dalla scoperta del vizio e solamente se questo viene provato che ti è stato occultato. Quindi se il vizio è palese non puoi far finta di niente e scusa il termine 'svegliarti' dopo 3 anni. Ma comunque hai bisogno di un perito e di un legale. Ma ti garantisco che non è facile come sembra, noi abbiamo contattato 2 legali che ci hanno detto che almeno almeno passano 3 anni dall' inizio di una causa civile di questo tipo ... ahimè l' italia ...
raffaeu
Guarda non me ne volere ma il nostro legale ha detto che anche se c'è stato 'occultamento' cioè quel che tu mi dici, hai comunque un hanno di tempo per scoprirlo e denunciarlo ... non di piu'. Infatti a me l' anno è passato e adesso mi tengo il problema che non risolvero' per mancanza di danaro. Fai due conti, se il danno è di qualche migliaia lascia perdere, se parliamo invece di un danno che va oltre i 10/15mila allora ne vale la pena. Questo perchè in una causa civile tutte le spese (e le perizie sono molto care) sono a tuo carico.
raffaeu
Se entro l' anno fregatene del costruttore, tu devi e dico devi denunciare subito chi te l' ha venduta a te perchè ti ha nascosto un vîzio e quindi la colpa è sua. Se poi a sua volta lui l' ha comperata con vizi, scusa il temrine, ma quelli sono cazzi suoi!! Cosa significa allora io la compero che fa schifo prima dei dieci anni la vendo a te e non ti dico niente e la passo liscia?? E no la colpa è di chi te l' ha venduta. Devi fare cosi': prendi un perito a spese tue, fai fare la perizia, la fai validare in Tribunale, il perito sa come si fa, e poi prendi un avvocato e denunci chi te l' ha venduta. Vedrai che arriverai ad un patteggiamento moooooolto in fretta, sei ancora in tempo!
raffaeu
Perfetto comunque la Legge dice che i termini sono di 1 anno dalla scoperta ... se poi hai già comunicato. Mi stupisce che il tuo avvocato pero' non ti dica queste cose visto che lo stai pagando. Il mio mi aveva spiegato tutte queste cose nella prima seduta (circa 300 euri). Quindi fallo sgobbare che compito suo. Tu aspetta il cadavere in riva al fiume!
raffaeu
Sei in Italia, quindi tanto per cominciare il discorso andra' molto per le lunghe. Per prima cosa assicurati di ricevere la notifica del loro avvocato, e se la ricevi, prontamente procurati anche tu un avvocato. Il discorso della muffa e' relativo, la casa umida e quindi il crearsi di muffa non e' un occultamento; sarebbe occultamento la presenza di una falda nel muro che porta alla formazione di muffa. Se vivi a Venezia, per esempio, non e' che mi fai causa perche' ti ho occultato il fatto che la casa e' umida ... Fossi in te starei tranquillo ma per sicurezza contatta un legale, credimi meglio investire 1000 euro subito in un legale e diffidarli da quel che dicono che doverlo prednere dopo ...
raffaeu
Figurti per cosi' poco ...
silvia_m
se non sei stato citato...........di che ti preoccupi! Questa sera stappa una bella bottiglia e fatti un Buon 2006 Auguri Silviaaaa
silvia_m
Una volta di dissi di stappare una bottiglia..ed era copodanno Ora comperati un bell'uovo di pasqua. Poi verranno le ferie...e poi di nuovo capodanno! Ciao Silvia
annafel
scusate la domanda: come é andata a finire questa disputa?
mauroangelina
Scritto da zoraia il 29 Apr 2008 - 19:26:10:
Il venditore (tra l'altro avvocato) che è stato dal mio avvocato informato entro l'anno mi dice di rivolgersi ai costruttori poichè siamo nei dieci anni dalla realizzazione del comples [...]
Probabilmente intendeva questo: Le imprese costruttrici hanno l'obbligo di stipulare un assicurazione decennale sui lavori effettuati, cosicchè in caso di vizi o problemi nescenti entro i dieci anni dalla fine dei lavori l'assicurazione dovrebbe risarcire il danneggiato. Ciò che mi rende dubbioso, nel tuo caso, è quando questa legge è entrata in vigore e quindi se tu ne potrai usufruire. Informati comunque sull'assicurazione perchè se è stata stipulata dovrebbe essere stata inserita nell'atto di acquisto iniziale.
fransweb
Scritto da claistron il 24 Apr 2004 - 18:06:03:
Benvenuto sul forum Lapo Spero che tra i documenti firmati dal compratore vi sia il classico: "così come sta". Infatti il compratore ha comprato il bene così come stava in quel momento, a te non dovrebbe essere imputato il dolo di aver venduto l'appartamento essendo a conoscenza di vizi strutturali tali da diminuirne il valore. Anzi il valore della cosa è stato calcolato e accettato da entrambe le parti con coscenza, con a carico i vizi tipici di un immobile datato. Sicuramente [...]
fransweb
sono nuovo. sto facendo dei test di inserimento messaggi. siate pazientia
franky72
Buonasera a tutti anchio ai me sono capitato in un acquisto di un appartamento con dei vizi occulti,che mi sono stati nascosti dal venditore.Solo che il mio sbaglio e' che non sapevo che mi potessi rivalere "per vizzi"l'ho scoperto solo ora che sono ormai trascorsi 3 anni,ma i vizi li ho trovati quasi subito.Se qualcuno si e' gia' mosso in merito ad un caso tipo il mio mi faccia sapere cosa ha fatto e come e' andata? a ciao e grazie in anticipo franky72
franky72
Ciao raffaeu lo so che mi potevo svegliare prima ma avevo contattato un legale per telefono ma m'aveva dato il 50 - 60% di probabilita' di vincere pero' adesso mi hanno messo una pulce nell'orecchio in riguardo. C'e' su di una sentenza che se il venditore era a conoscienza del vizio e l'ha nascosto la cosa non va' in prescrizione. Sentiro' un'altro legale. Grazie a presto. Ciao franky72
zoraia
Anch'io come alcuni di voi mi trovo dall'altro lato della barricata: ho acquistato una villetta a schiera con notevoli infiltrazioni nel locale interrato (taverna), tra l'altro manifestatesi in ritardo per via di una pittura con smalto acrilico ad acqua che ha fatto da pellicola fino che non è "esploso". Il venditore (tra l'altro avvocato) che è stato dal mio avvocato informato entro l'anno mi dice di rivolgersi ai costruttori poichè siamo nei dieci anni dalla realizzazione del complesso residenziale. Ma i costruttori, che pur hanno fatto dei lavori nel mio giardino per un problema alla fognatura della mia vicina, dicono di non conoscermi. Su chi mi devo rivalere, come in che termini e con che probabilità di riuscita? Come "raffaeu" sono giovane ho sulle spalle un mutuo colossale e il venditore comprando nel 2000 in lire e rivendendo nel 2006 in € ha incassato il doppio di ciò che aveva investito dandomi però una colossale fregatura, visto che il problema oltre che lungo e difficile da un punto di vista legale lo è anche da un punto di vista tecnico. Apprezzerò tantissimo chi possa darmi qualche suggerimento anche perchè tra periti ed avvocati non è facile districarsi. Grazie mille
zoraia
Grazie per la velocità!! Cosa intendi se sono ancora in tempo? La lettera del mio avvocato al venditore fatta entro l'anno no ha bloccato i termini di prescrizione? comunque domani mi fanno i rilievi definitivi x la perizia
toki73
Perchè riesumi un 3d vecchissimo?
eugenioal
salve,ho comperato da 20 giorni un appartamento da un privato,e nel mentre mi apprestavo ad entrare mi ha chiamato il proprietario dell'appartamento al piano di sotto in corrisondenza dell'appartamento da me comprato e mi faceva notare perdite d'acqua nel bagno e nella cucina,chiaramente imputabili al mio appartamento.Cosa posso fare ,se lo posso fare,per rendere responsabile il vecchio proprietario di questo problema?grazie
gianmapro
Salve a tutti, mi malgrado mi trovo in una situazione spiacevole tipo quelle descritti dagli altri amici del forum ve la descrivo: a luglio dello scorso anno vendo il mio appartamento di 40mq in seminterrato (salone bagno cucina camera) in cui non ho mai avuto problemi di umidità o muffa anche perchè ho sempre avuto l'accortezza (dato che sapevo di abitare in un seminterrato) di tenere il più possibile le finestre aperte per arieggiare la casa. I compratori (marito moglie due bambini di circa 10-14 anni e un bambino neonato) dopo 3 mesi mi contattano telefonicamente dicendomi che mi arriverà una lettera del loro avvocato dove mi contestavano di avergli occultato i fatto che in casa c'è muffa e che ha paura per i suoi bambini.... La mia paura è qualora i compratori vincessero una causa civile di questo tipo cosa succederà? quanti soldi potrebbero chiedermi? Vi prego sono tre giorni che io e mia moglie non riusciamo a chiudere occhio!!!
gianmapro
Grazie per la celerità della risposta.... in fatto di tranquillità proveremo a recuperarne un pò... almeno finchè non arriverà sta maledetta lettera.
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com