Condominioweb.com forum
 07-07-2008 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Parti comuni e private

Sottocontatori energia elettrica

 
Condominioweb.com forum >
benedetto
Recentemente ho acquistato un box sotterraneo dove ve ne sono altri 35. Il box che ho acquistato è privo di energia elettrica mentre gli altri sono tutti forniti di sottocontatori. Pensavo di provvedere a far installare il mio sottocontatore da un elettricista di fiducia ma l'amministratore mi ha consigliato di interpellare prima l'ENEL. Ho interpellato l'ente fornitore di energia elettrica che mi ha detto di installare un sottocontatore omologato dall'enel. Ma dove lo trovo un contatore omologato? E gli altri sono a norma?
Giuseppina
Scritto da caval il 06 Lug 2008 - 14:16:53:
Quindi un po' come succede per l'acqua dell'acquedotto quando l'ente fornisce un unico contatore all'ingresso del palazzo e poi i singoli appartamenti si suddividono le spese tra di loro.
si, ma non aspettarti che sia l'ente erogatore a metterti il sottocontatore perchè che io sappia non sono regolari. Quindi, non sarà l'ENEL a fare il lavoro ma un elettricista privato. Giuseppina
Gaetano Pira
Scusa ma cosa è un sottocontatore? Perchè non colleghi il box con la linea elettrica del tuo appartamento? Naturalmente con le protezioni di un differenziale a monte della linea. Chiama un eletticista. E' una cosa possibile. Puoi utilizzare le parti comuni per il passaggio di cavi. Saluti Gaetano
nino1811
da ex dipendente ENEL:se abiti nello stabile in cui c'è il box,puoi allacciarti al contatore del tuo alloggio e portarti la corrente al tuo box(anche gli altri avranno fatto così).Se abiti altrove allora devi posare un sottocontatore e allacciarti a una linea del condominio.L'amministratore passerà a prendere i numeri e ti farà i conteggi dei consumi. In ogni caso devi chiamare un elettricista e devi ottenere il permesso del condominio. L'ENEL non mette il contatore per un box. Ciao e tanti auguri Beati quelli che hanno compassione degli altri; Dio avrà compassione di loro
Dello stesso argomento
nino1811
Ciao Salerno,sono Nino 1811; Mi scuso per non aver letto con attenzione il tuo primo messaggio,ora che l'ho fatto posso precisare che visto che tutti hanno il sottocontatore vuol dire che devi metterne uno anche tu,che si tratta di un semplice lettore di consumo,che è derivato dalla linea elettrica del contatore ENEL che alimenta anche gli altri box e serve soltanto a misurare i tuoi consumi.Qualsiasi elettricista può farlo e questi lettori li vendono normalmente tutti i fornitori di materiale elettrico e sono tarati e omologati per questa funzione. Per quanto riguarda la mia frase finale,chiedo scusa a tutti ma non volevo offendere nessuno,l'ho semplicemente tratta da un Vangelo e intendevo dire che avere un buon atteggiamento verso il prossimo è cosa gradita al Signore Buona settimana a tutti
caval
benedetto:
quote:
acquistato un box sotterraneo dove ve ne sono altri 35. Il box che ho acquistato è privo di energia elettrica mentre gli altri sono tutti forniti di sottocontatori.
C'è una certa somiglianza con questa altra discussione: http://www.condominioweb.com/forum/70018
quote:
Il contatore enel per quel box è predisposto nel nostro vano scala. lui anzichè fare l'allaccio del suo contatore ha installato un differenziale nel vano contatori collegato al nostro contatore condominiale
Non sarà che il consiglio che ti ha dato l'ente fornitore di energia eletrica, è quello di fare un regolare contratto di fornitura?
caval
quote:
un sottocontatore è un contatore che viene posizionato per ogni box e che proveniente da un contatore generale, al fine di poter verificare i consumi singolarmente.
Quindi un po' come succede per l'acqua dell'acquedotto quando l'ente fornisce un unico contatore all'ingresso del palazzo e poi i singoli appartamenti si suddividono le spese tra di loro. Ma questo che tu chiami contatore generale, serve unicamente questa struttura dei box, magari le loro parti comuni come corridoio o rampa di accesso, ma comunque non serve anche altre utenze tipo un palazzo di appartamenti collegati fisicamnte o concettualemnte in qualche modo a questo raggruppamento di box? Nel primo caso la situazione mi sembra regolare, cioè l'ente fornisce una fornitura condominiale per una molteplicità di soggetti box i quali naturalemnte si suddivideranno la realiva quota parte individuale. Nell'altro messaggio dell'altra discussione invece accadeva una cosa diversa, come accade nel mio palazzo, cioè ci sono di sopra gli appartamenti e sotto i garage che corispondono all'incira uno per appartamento, e quindi sono allacciati ognuno al corrispettivo contatore del relativo appartamento. Un eventuale garge venduto ad un estraneo privo di appartamento verrebbe a trovarsi senza nessuna fornitura, come nel caso descritto nell'altro messaggio, ed allora in quel caso l'amministratore non può di sua iniziativa mescolare un contatore condominiale per parti comuni con una utenza singola privata (anche perché in caso di ricerca di futuri guasti, sarebbe difficile capire chi è collegato a che cosa). Riguardo il termine di "sottocontatore" si possono interdere in letteratura due cose completaemnte diverse l'una dall'altra. Nella maggior parte dei casi viene nominato così un semplice quadretto elettrico contenete interruttore automatico magetotermico e differenziale (una specie di salvavita) a protezione da incidenti della linea, il termine è probabilemnte dovuto al fatto che fisicamente viene posizionato vicino o "sotto" al contatore. Invece nel caso dei box auto che stavamo discutendo, si tratta di un vero e proprio contatore, cioè di un misuratore, per una parte parziale di impianto, che viene collegato quindi dopo un altro contatore chiamamolo principale o generale. Questo genere di cose è vietato se si utilizza per aggirare l'obbligo di un regolare contratto di fornitura autonoma con l'ente e le relative spese fisse di allaccio e contributi fissi mensili in bolletta. Il caso di benedetto mi pare sia un caso regolare, con fornitura dell'ente per il complesso multiplo di box auto, e relativa conseguente sudivisione individuale delle spese. Dove e come reperilo sul mercato non saprei, ne ho visti alcuni adatti a monitorare singoli eletrodomestici ma non so se sono idonei per installazione fissa e permanente. marcucci .it/prodotti/schede/scheda.asp?ID=13496 P.S. riguardo la compassione auspicata da nino1811, credo si tratti di una firma automatica per ogni suo messaggio e non sia riferita a nessuno di noi in particolare (anche se sarebbe meglio distinguerla dal testo facendola precedere da due trattini -- oppure con altro artificio grafico)
caval
quote:
fu stabilito di posizionare dei lettori singoli box per box
Non sei riuscito a sapere da quale ditta furono montati a suo tempo quelli che sono già presenti? Per analogia alla casistica della ripartizione della spesa dell'acqua dell'acquedotto, probabilmente sarebbe meglio che tutti questi sottocontatori fossero tutti uguali tra di loro, per una questione di scarto tolleranze ed anche .. psicologica... A questo punto, visto che dal punto di vista amministrativo pare tutto regolare, non comprendo bene cosa ti abbia detto l'incariacto del gestore elettrico, forse voleva dire omologato da IMQ o CEI o comunuqe da uno degli enti certificatori della buona qualità delle apparecchiature elettriche qualsiasi esse siano spine prese interruttori ecc., (insomma non comprarlo alla bancarella del cinese al mercatino), non capisco bene cosa possa omologare l'Enel, visto che non stiamo parlando del contatore principale di fornitura. Se qualcuno è più informato...
benedetto
Rispondo prima a Gaetano Pira: un sottocontatore è un contatore che viene posizionato per ogni box e che proveniente da un contatore generale, al fine di poter verificare i consumi singolarmente. Rispondo a caval: non ero a conoscenza della precedente discussione e non penso che il mio caso sia uguale ad altri. Rispondo a nino 1811: i box sono altrove e non nello stabile in cui abito. Per quanto riguarda l'omologazione nessuno mi ha detto se è necessaria oppure no. E per quanto riguarda la compassione io ne ho tanta.....
benedetto
Non conosco la denominazione esatta dell'apparecchio, ma così mi è stato presentata e così la ho riportata. Per chiarire bene il caso, voglio precisare che nel condominio dei box, affinchè si evitasse di fare un uso indiscriminato dell'energia elettrica, fu stabilito di posizionare dei lettori singoli box per box pur proveniendo la fornitura elettrica da un contatore generale che serve per l'illuminazione delle corsie,apertura e chiusura della porta meccanizzara, l'illuminazione notturna e così via.Energia condominiale che viene pagata in riferimento ai millesimi più naturalmete a quantificare l'energia utilizzata singolarmente.
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com