Condominioweb.com forum                   Inserisci un quesito
 10-10-2007 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Amministratori Condominiali

Ripartizione spese acqua acea roma

 
Condominioweb.com forum >
mariotarquinia
Salve, potete aiutarmi ne trovare una risposta al mio quesito? Abito in uno stabile a Roma di 30 condomini. Ognuno di noi ha un proprio contatore dell'acqua. Sapete indicarmi la suddivisione delle spese relative al consumo dell'acqua? Io pensavo che fosse in base al consumo individuale di ogni condomino, invece, qualcuno (amm.re) riferisce che la spesa dell'acqua viene cosi' ripartita: un aliquota per esempio di 200mc ciascuno viene pagata anche se non e' consumata, mentre per l'eccesso viene ripartito in vbase ai consumi!!!??? Non e' piu' facile pensare a "tanto consumo e tanto pago?" Come posso trovare una soluziome al caso?? grazie mille
Hivary
Scusa Roberto ma c'è un errore nei tuoi conteggi. I 184 mc sono riferiti ad anno ed il consumo trimestrale sulla base del quale l'Acea fa i conteggi è di 1380 metri cubi, divisi in tariffa base e tariffa agevolata. Questi valori non sono più paritetici poichè per la legge del 2001 si dovrebbero riportare a zero così come sperava Mario. Questo non avviene perchè così facendo l'Acea prenderebbe un bagno economico che, piano piano, sta assorbendo aumentando le tariffe ( quelle esposte da te sono state variate con l'ultima bolletta )e sta togliendo metri cubi dalla tariffa base. Tutte queste informazioni sono desumibili sulla fattura sulla quale ci sono tariffe e metri cubi da calcolare nelle differenti fasce. Bidogna tenere presente che per qualche strano mistero Acea in fattura compaino soltanto gli appartamenti e non si mensionano eventuali negozi. Negozi che, se esistono, vengono "premiati" con un consumo di 10 metri cubi a trimestre su tariffa base. Pertanto chi elabora i consumi dovrà tenere conto che in fascia base sono da detrarre agli appartamenti i consumi dei negozi.Spero di essermi spiegato ma senza la fattura davanti è difficile evidenziare queste stranezze. Saluti Raffaele
Hivary
Tanto sò sempre loro...e se moreno li clonano...
Hivary
Non ti risponderanno mai. A loro non interessa cosa accade dopo il contatore per il quale hanno un contratto. Ciascuno, al proprio interno può dividersi la spesa come meglio crede, basta che paghiamo la fattura.
Dello stesso argomento
Roberto M
l'acea da una dotazione di 184 mc a famiglia annui dui cui la metà a tariffa agevolata e l'altra metà a tariffa base pertanto il tuo condominio ha una dotazione di 2769 mc a trimestre supetati i quali scattano le maggiorazioni. Di solito ciò non avviene e in fase di lettura e contabilizzazione i software che contabilizzano riequilibrano a favore di chi a consumato di più la dotazione dei più risparmiosi. tariffe acqua: agevolata 0,1398 base 0,4476 canoni raccolta: raccolta 0,1167 depurazione 0,3363 quota fissa ( prezzo X giorni X app.) il tutto più iva 10%. Dimmi grazie perchè di più non so. ciao a
Roberto M
Scritto da mariotarquinia il 11 Ott 2007 - 20:54:23:
si maa a Roma quanta acqua per famiglia aspetta ??
184 mc annui metà tariffa agevolata e metà tariffa base. in soldi 12,86 + 41,17 + 21,47 + 30,93 + quota fissa + iva del 10 % Quindi chi non supera i 184 mc paga questo! R.M.
Roberto M
Scritto da mariotarquinia il 12 Ott 2007 - 08:41:00:
Buonbgionro Roberto, grazie per la dettagliata risposta. Sai dove possono essere presi i dati che tu mi hai gentilmente fornito e che ti assicuro mi sono stati molto utili per alcune questioni che avevo con l'amm.re? Quest'ultimo, infatti non vuole allegare la relativa ripartizione delle spese dell'acqua, al bilancio preventivo e consuntivo, come penso dovrebbe avvenire po sbaglio? Un saluto e buona giornata Marioa
1) qualsiasi bolletta acea acqua (comunque fidati degli importi che ti ho dato) 2) a preventivo l'amministratore se vuole prendere i soldi dell'acqua deve inserire l'importo previsto e ripartire come "spesa individuale per acqua" sulla base dei consumi dell'anno precedente. 3) se a fine anno non porta la spesa ripartira a bilancio non può pretendere da voi nemmeno una liretta! a R.M.
Roberto M
Io questi studi non li ho ancora approfonditi dando per buono ciò che ho letto in una delle ultime bollette. Sbaglio o l'A.D. acea è quel F.F. soprannominato spazzoletta da tarquinia che è stato nominato ultimamente "anche" consigliere rai dai signori TPS e WV? Sbaglio? a R.M. Modificato Da - Roberto M il 14 Ott 2007 11:49:50
Roberto M
Scritto da mariotarquinia il 14 Ott 2007 - 21:39:31:
Hivary Frequentatore del forum Roma 1472 messaggi Inserito il - 14 Ott 2007 : 21:24:29 -------------------------------------------------------------------------------- Non ti risponderanno mai. A loro non interessa cosa accade dopo il contatore per il quale hanno un contratto. Ciascuno, al proprio interno può dividersi la spesa come meglio crede, basta che paghiamo la fattura. Ciao Hivary, sei proprio sicuro che dopo il contatore ognuno puo' dividersi la spesa come vuo [...]
E' come ti ha detto Hivary. L'acea non centra nulla con le vostre ripartizioni interne. Inoltre il conteggio che tu fai è troppo sempicistico e non funzina così. Oltre i costi di acqua in entrata vanno conteggiati depurazione smaltimento iva ed eventuali superamenti delle fasce oltre il contributo minimo dovuto. Ti do una cifra: Condominio medio di 15 appartamenti. Spesa annuale media tra i 1500 e i 2000 euro con un consumo pro capite medio tra gli 80 e i 180 euro. E' evidente che nellla ripartizione chi supera i limiti si avvantaggerà degli avanzi di chi ha consumato poco e che comunque è tenuto a pagare un minimo anche in caso di non utilizzo. R.M.
Roberto M
Scritto da mariotarquinia il 29 Ott 2007 - 13:31:48:
Carissimi del forum, oggi ho ritirato dall'amm.re il resoconto dettagliato relativo alle spese dell'acqua. Lo rimetto alla vostra attenzione: metri cubi consumati 134, minimo contr. 182 mc, mc 92 a tariffa agevolata per euro 12,39, mc.90 a tariffa unificata per euro 39,04, depurazione acqua euro 58,83 + iva euro 11,03, totale addebitatomi euro 129,25. Cordiali salutiaa
Ho detto " media tra 80 e 180". Tu sei la media perfetta!!! ciao R.M.
mariotarquinia
ciao e grazie, manon sapresti dirmi qui a Roma quanto sarebbe la quota al di sotto della quale si pagherebbe comunque una cifra base ?
mariotarquinia
...altro che grazie, super grazie, sei stato davvero preciso e tempestivo. Pensa analoga richietsa l'avevao formulata all'acea tramite email, ma tu sei stato tempestivo nel rispondere. Poi' quando (?)ricevero' la risposta la pubblichero' per dovere di cronaca. Una buona giornata e di nuovo graziea
mariotarquinia
si maa a Roma quanta acqua per famiglia aspetta ??
mariotarquinia
Buonbgionro Roberto, grazie per la dettagliata risposta. Sai dove possono essere presi i dati che tu mi hai gentilmente fornito e che ti assicuro mi sono stati molto utili per alcune questioni che avevo con l'amm.re? Quest'ultimo, infatti non vuole allegare la relativa ripartizione delle spese dell'acqua, al bilancio preventivo e consuntivo, come penso dovrebbe avvenire po sbaglio? Un saluto e buona giornata Marioa
mariotarquinia
Bene, ok per la risposta ti ringrazio ciao a
mariotarquinia
... ragazzi, la cosa piu' strana e buffa (anche se me lo apsettavo in quanto divenuto pessimista, visto quello che succede ogni guonro...), e' che la societa' acea ancora non ha risposta alle mie "formali" domande, che quindi saro' "COSTRETTO" a riformulare. Vi terro' informati sulla ipotetica quantomai fantasmagorica risposta ...!!!!! una buona giornata a voi tutti. ciao marioaaaaaaaa
mariotarquinia
Hivary Frequentatore del forum Roma 1472 messaggi Inserito il - 14 Ott 2007 : 21:24:29 -------------------------------------------------------------------------------- Non ti risponderanno mai. A loro non interessa cosa accade dopo il contatore per il quale hanno un contratto. Ciascuno, al proprio interno può dividersi la spesa come meglio crede, basta che paghiamo la fattura. Ciao Hivary, sei proprio sicuro che dopo il contatore ognuno puo' dividersi la spesa come vuole? Vuol dire che non c'e' una regola sulla ripartizione della spesa? Ho chiesto e l'amm.re mi ha riferito che comunque sia io un minimo anche se non consumo lo devo pagare. Pensavo invece che bastasse fare un semplice calcolo es. 10 condomini, 1000 mc acqua totale quindi ne spetterebbero 100 ciascuno, io ne consumo 30mc quindi pensavo che dovessi pagare solo i 30 invece mi ha detto di no che ne avrei dovuto pagare una quot fiossa pari ad es. a 50 ? NOn e' giusto pero' e' cosi' dice, anche se ho dei fortissimi dubbi. Puoi aiutarmi? ciaoa
mariotarquinia
Carissimi del forum, oggi ho ritirato dall'amm.re il resoconto dettagliato relativo alle spese dell'acqua. Lo rimetto alla vostra attenzione: metri cubi consumati 134, minimo contr. 182 mc, mc 92 a tariffa agevolata per euro 12,39, mc.90 a tariffa unificata per euro 39,04, depurazione acqua euro 58,83 + iva euro 11,03, totale addebitatomi euro 129,25. Cordiali salutiaa
cuorino
Tot mc li paghi anche se non li consumi, il resto è il consumo che ti è stato letto al contatore, dopo un tot ci sono le eccedenze. Non sono 200 mc.
deneb
* Gam 912. Nel mio condominio paghiamo "tanto- quanto".Es: Il nostro Gestore emette fattura : € (100,00 acqua,+ € 50,00 depuratore e fognatura,+ nolo contatore € 4,64 ) + iva 10% = €170,10. (considerate le diff. di fasce). Noi nella ripartizione usiamo le proporzioni ai consumi. Il fatto delle "quote minime" è un semplice arbitrio dell'amm/re, oltre essere iniquo e illogico. (..per me si tratta di "cresta "..) Nel nostro condominio (12), 2 condomini sono assenti tutto l'anno. cioè i loro contatori hanno segnalato consumo ZERO rispetto l'anno precedente. Ho fatto la ripartizione e ciascuno di loro hanno pagato: €(4,64 + 10% i.v.a.) : 12 = € 0,43. Chi non consuma acqua deve pagare SOLTANTO i diritti fissi, suddivisi in parti uguali, nel nostro caso solo il nolo contatore. I sottocontatori,quando ci sono, servono proprio a questo. Il Gestore fattura i consumi e l'Amm/re non deve fare i conteggi a "forfait" o alla "viva il parroco". Deve con pazienza e diligenza ridistribuire le spese con equità. Nel nostro condominio ognuno paga ne 0,01€ di più, ne 0,01 di meno rispetto agli altri e nei confronti del Gestore. La ripartizione è complessa , non è semplice come ho letto in questi post aaa
deneb
Pochi giorni fà ho effettuato la ripartizione dell'Anno scorso, relativamente al consumo acqua nel mio condominio.Siamo in 12, il rendiconto è contenuto in una pagina . Se vi interessa, ve lo invierò. (Però prima,spiegatemi come posso fare ad inviarvi l'allegato aa)Ciao aa
carlov
IL Costruttore dello stabile del ns Condominio ha stipulato " nel 1972 " con la Soc. ACEA un contratto per la fornitura di acqua per n° 17 appartamenti con sistema di misura a CONTATORE con tariffa applicata "Agevolata e Base". Fin qui non ci sarebbe nulla da obiettare se non che,al momento della stesura della ripartizione dei consumi e delle spese, da parte della Ditta incaricata, risulta che sono presenti nel ns condominio n° 24 utenze che, con il loro consumo di acqua, portano di fatto un danno economico alle utenze effettivamente dichiarate alla Soc. ACEA. Gradirei conoscere il Vostro parere e se è possibile" in sede di Assemblea" far si che alle utenze "non dichiarate" possa essere imposto il distacco del servizio.
Gam912
scusate, qualcuno di voi mi sa dire quanti mc bisogna pagare se l'appartamento non è occupato per l'acea di roma? anche se il contattor e non si è proprio spostato Anna maria giovannelli
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com