Condominioweb.com forum                   Inserisci un quesito
 06-06-2008 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Locazioni e spese : diritti inquilino e proprietario

Inquilino non paga l'acqua!!!

 
Condominioweb.com forum >
Jordan
Sono quattro anni che l'inquilino di casa mia non paga l'acqua. Piu' di un anno fa ho notificato l'Acquedotto del problema. Fino ad oggi rimane lo status quo. Capisco la disonesta' dell'inquilino che si approfitta perche' non gli possono chiudere l'acqua...ma qual'e' il problema dell'Acquedotto che non si interessa a farlo pagare?!? La situazione e' frustrante al massimo! Women rather be right than reasonable
Carlo Musto
Allora è una spesa condominiale come le altre. Sei tenuto a pagarla tu. Staff
prociotta
Scritto da giovanni1943 il 24 Giu 2008 - 22:48:34:
l'ARIN non vuol prendere nota. Non lo fanno unicamente perchè loro continuano a prendere lo stipendio ed è più facile fregarsene che fare quello per cui sono pagati.
oppure hanno paura ...a
prociotta
Scritto da giovanni1943 il 25 Giu 2008 - 12:39:43:
oppure hanno paura . Di che cosa?
jordan è di napoli ... e non pensare che le mie siano fantasie
Dello stesso argomento
Giovanni1943
Purtroppo l'acqua e la luce sono dei beni primari che non si possono tagliare completamente.Ma il contratto a cji è intestato?
Giovanni1943
Se Tua madre non ha dato la disdetta,perche non l'hai data TU??? E' chiaro che la società si rivolgerà all'intestataria del contratto.Il problema sara probabilmente,che nel momento in cui dovessi andare per chiudere il contratto, Ti ritroverai TUTTI GLI ARRETRATI DA PAGARE.
Giovanni1943
l'ARIN non vuol prendere nota. Non lo fanno unicamente perchè loro continuano a prendere lo stipendio ed è più facile fregarsene che fare quello per cui sono pagati.
Giovanni1943
oppure hanno paura . Di che cosa?
Giovanni1943
[ Concordo con Giovanni1943, gli impiegati dell'ARIN sono stipendiati e neppure un terremoto li smuove da dove sono. Una volta che si e' assunti in questi tipi di lavoro, che siano incompetenti, ladri o menefreghisti, non influisce minimamente sulla loro occupazione.[/i]Non solo quelli di ARIN. Ieri ho fatto una gita vicino a Venezia. Ho acquistato i biglietti andate e ruitorno per 2 persone + per 2 bici. Per le persone ..O.K. per le bici solo andata. Chiedo il perchè. Rispoista:BO!...MA è così...Vabbè. Al ritorno cerco di fare i biglietti per le bici e vidimare quelli delle persone. L'addetto NON E' MAI USCITO DALLA CABINA. Tutti i passeggeri con o senza biglietto hannp traghettato senza biglietto o con i biglietti rimasti non obliterati.Niente di male se non fosse che questa compagnia ha un buco di rosso profondo come l'inferno.a
MARIAGRAZIA
Per cui l'acqua arriva all'utente senza alcun contratto ??? Sei sicuro che abbiano ricevuto la tua disdetta ? Se a te non arrivano fatture.. sei a posto... forse il tuo inquilino non paga l'acqua perche' non gli arrivano le fatture...a
Greg
Vi dico la mia. Ho un appartamento dato in affitto, e la societa' erogatrice del servizio ( ACEA ) mi ha detto a chiare lettere che x stare tranquillo devo portare loro, il contratto d'affitto, gli ultimi numeri del contatore, un mio documento, un documento dell'affittuario, e una dichiarazione dello stesso che si intesti la nuova fattura. Al momento sono io l'intestatario dell'utenza idrica, e finche non provvedero' come sopra, saro' io il responsabile di tutto. Anche se devo dire che il mio affittuario mi ha detto che qualsiasi bolletta idrica arrivi nel periodo da lui abitato la paga regolarmente.
ellegi94
in teoria l'arin, dopo la disdetta di tua madre, avrebbe dovuto chiudere l'acqua, ma forse preferiscono regalarla, così l'anno dopo tutti gli abitanti della città pagheranno l'acqua qualche centesimo in più per sopperire a chi non la paga o meglio ancora x sopperire alla LORO NEGLIGENZA.- ciao gianni
peppe64
se esiste un contratto tra l'affittuario e la societa' erogatrice saranno problemi tra loro, il prorietario di casa cosa c'entra? la societa' erogatrice se vuole puo anche darla gratis l'acqua.
peppe64
Inserito il - 23 Giu 2008 : 00:24:31 -------------------------------------------------------------------------------- La disdetta e' avvenuta a gennaio del 2004. Il conduttore ha preso possesso della casa a giugno del 2004. Women rather be right than reasonable pertanto tu stai a posto, caso mai e il tuo inquilino che sta prendendo indebitamente l'acqua, visto che hai portato a conoscenza della cosa l'ente spettera a loro rivalersi . .
peppe64
dalle mie parti la ditta erogatrice dell'acqua basta che non paghi una fattura ,dopo che ti hanno dato 20 giorni x sanare,manda l'omino e ti mette i sigilli al contatore.
peppe64
togliere i sigilli si incappa nel reato di frode (ovvero sottrazione dolosa d'acqua)
Jordan
Scritto da peppe64 il 23 Giu 2008 - 19:37:35:
Inserito il - 23 Giu 2008 : 00:24:31 -------------------------------------------------------------------------------- pertanto tu stai a posto, caso mai e il tuo inquilino che sta prendendo indebitamente l'acqua, visto che hai portato a conoscenza della cosa l'ente spettera a loro rivalersi .
Mi sentirei meglio se l'ARIN avesse avuto la cortesia di rispondere alla mia lettera ed informarmi che provvederanno a mandare al conduttore la richiesta di pagamento per il consumo arretrato, presente e futuro.
Jordan
Giovanni, grazie per la risposta. L'ultimo contratto era intestato a mia madre quando viveva li. Ma ha fatto la disdetta nel 2004 dopo essersi trasferita in un'altra citta'. Visto che l'Acquedotto e' stato avvertito l'anno scorso che ci sono persone in casa che usano l'acqua (allora erano 3 anni) perche' non gli mandano un bollettone richiedendo gli arretrati? Quale razionale segue l'Acquedotto? Fa pensare che voglia agevolire il conduttore nella sua disonesta'! In fin dei conti il contratto a questo non glielo possiamo mica fare noi! Women rather be right than reasonable
Jordan
Peppe64 ~ non esiste un contratto tra l'inquilino e l'ARIN. A me interessa solo sapere, se l'inquilino dovesse andarsene, o alla fine del contratto di affitto, CHI sarebbe responsabile dell'acqua usata? Non vorrei ricadesse sulla mia testa, essendo proprietaria della casa.
Jordan
Come sarebbe la pago io?! Io sono proprietaria di una casa, non un appartamento in condominio. L'acqua la deve pagare lui, cosi' come la luce, la spazzatura, il gas, etc., Pero', visto che in Italia l'acqua non si "puo' chiudere," questo conduttore (disonesto) ne usufruisce senza aver stipulato un contratto con l'ARIN. Tre giorni fa ho inviato un'email all'ARIN, ribadendo il problema di cui e' stato informato l'anno scorso, tramite telefono e fax. Non ripongo alcuna fiducia in una risposta dall'ARIN, MA ho bisogno di sapere a questo punto CHE COSA POSSO FARE per proteggermi? Modificato Da - Jordan il 23 Giu 2008 00:08:40
Jordan
La disdetta e' avvenuta a gennaio del 2004. Il conduttore ha preso possesso della casa a giugno del 2004. Women rather be right than reasonable
Jordan
Scritto da MARIAGRAZIA il 23 Giu 2008 - 10:24:05:
Per cui l'acqua arriva all'utente senza alcun contratto ??? Sei sicuro che abbiano ricevuto la tua disdetta ? Se a te non arrivano fatture.. sei a posto... forse il tuo inquilino non paga l'acqua perche' non gli arrivano le fatture...a
MariaGrazia, 1. Hanno ricevuto la disdetta. 2. L'inquilino non riceve fatture perche' non ha fatto un contratto. 3. L'acqua gli arriva "perche' in Italia certe cose non hanno senso." Illogico e pazzesco. L'acqua sara' pure un "bene primario," ma se gliela chiudevano questo sai come correva a rettificare la situazione! Invece, ha trovato il molle e ci sta inzuppando. La compagnia del gas e quella della luce non sono mica sceme. Greg, a me l'ARIN aveva detto che per regolarizzare la situazione, dovevo fare domanda per iscritto, riportando dati dell'inquilino, contratto firmato, etc. Tutto fatto l'anno scorso. Mi sembra che 16 mesi sono abbastanza. Non pensi? Domattina mi alzero' molto presto (con il fuso orario che c'e' tra qui e li') per chiamare la compagnia ARIN ed informarmi sul perche' nulla e' cambiato. Grazie a coloro che hanno risposto. Vi faro' sapere.
Jordan
Be' ho fatta la telefonata. Mi hanno connesso con il numero verde e una persona che dopo aver controllato le informazioni sul terminal, ha confermato quello che gia' sapevo (il contratto a nome di mia madre e' cessato; l'inquilino non ha fatto il contratto) e mi ha detto che non ho da preoccuparmi che l'inquilino usa l'acqua senza pagarla. Non essendo il mio nome o quello di mia madre su un contratto con l'ARIN ed avendo io un contratto di locazione con l'inquilino, l'acqua non spetta a me. Riguardo all'inquilino, prima ha detto "una volta che l'ARIN ha accertato l'uso (quanto tempo ancora dovra' passare?)gli manderemo una lettera di avviso che se non paga entro 7 giorni, l'acqua viene staccata." Pero', quando ho chiesto, "Davvero la staccate? Credevo che essendo un bene primario..." ha ammesso che non lo farebbero. E' solo una minaccia. Come Italiana apprezzo tante cose del mio paese, ma il modo in cui si conduce il "business" non e' una di quelle. a
Jordan
Scritto da ellegi94 il 24 Giu 2008 - 20:10:26:
in teoria l'arin, dopo la disdetta di tua madre, avrebbe dovuto chiudere l'acqua, ma forse preferiscono regalarla, così l'anno dopo tutti gli abitanti della città pagheranno l'acqua qualche centesimo in più per sopperire a chi non la paga o meglio ancora x sopperire alla LORO NEGLIGENZA.- ciao gianni
Esattamente!! Questa scusa che l'acqua e' un "bene primario" percio' non si stacca nemmeno se sanno che uno la usa illegalemente fa allibire. Allora non e' prassi seguita in tutta l'Italia. Fortunati a quelli che vivono al sud. Parlando della negligenza dell'ARIN, stamane la persona con cui ho avuto il "piacere" di parlare, non mi lasciava il tempo di spiegare le mie preoccupazioni. Sono cosi' abituati a fare le cose in modo illogico, che quando una persona dice il giusto, non sanno come rispondere e ti tagliano il discorso. Modificato Da - Jordan il 24 Giu 2008 21:32:15
Jordan
Scritto da peppe64 il 24 Giu 2008 - 21:00:48:
dalle mie parti la ditta erogatrice dell'acqua basta che non paghi una fattura ,dopo che ti hanno dato 20 giorni x sanare,manda l'omino e ti mette i sigilli al contatore.
Cosi' dovrebbe essere dapertutto. Anche se i sigilli, da storie che ho sentito si possono facilmente tagliare. Invece, se chiudono l'acqua ad un determinato edificio non c'e modo per raggirare il sistema. La compagnia non perde soldi e i malfattori rimangono a mani vuote. Piu' tempo passa e meno le cose cambiano in Italia.
Jordan
Scritto da peppe64 il 24 Giu 2008 - 21:39:12:
togliere i sigilli si incappa nel reato di frode (ovvero sottrazione dolosa d'acqua)
Semantica. Questo conduttore ha gia' commesso 'reato di frode' e l'ARIN non vuol prendere nota. Mi viene una rabbia solo a pensarci...
Jordan
Napoli ha una cattiva nominata per tanti versi e non senza ragione. La camorra e' viva e vegeta nel sud...pero' posso anche capire che una singola persona abbia paura, ma una compagnia!? Concordo con Giovanni1943, gli impiegati dell'ARIN sono stipendiati e neppure un terremoto li smuove da dove sono. Una volta che si e' assunti in questi tipi di lavoro, che siano incompetenti, ladri o menefreghisti, non influisce minimamente sulla loro occupazione. Diciamocelo chiaramente, finche' ogni persona non incomincia a prendersi responsabilita' delle azioni proprie, niente cambia. E' inutile stare a lamentarsi che coloro in posti di governo (a tutti i livelli) sono ladri ed imbroglioni, se poi quando ci troviamo davanti a scelte facciamo la stessa cosa.
Jordan
Scritto da giovanni1943 il 28 Giu 2008 - 20:54:31:
[ Ieri ho fatto una gita vicino a Venezia. Ho acquistato i biglietti andate e ruitorno per 2 persone + per 2 bici. Per le persone ..O.K. per le bici solo andata. Chiedo il perchè. Rispoista:BO!...MA è così...Vabbè. Al ritorno cerco di fare i biglietti per le bici e vidimare quelli delle persone. L'addetto NON E' MAI USCITO DALLA CABINA. Tutti i passeggeri con o senza biglietto hannp traghettato senza biglietto o con i biglietti rimasti non obliterati.Niente di male se non fosse che questa compagnia ha un buco di rosso profondo come l'inferno.
Questo "laissez-faire" che abbonda in Italia mi innervosisce terribilmente ogni volta che ritorno a soggiornare. Dimostra una totale mancanza di responsabilita' personale e valori. Le persone oneste, quando si trovano, sono poche e rare.
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com