Condominioweb.com forum                   Inserisci un quesito
 03-03-2009 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Locazioni e spese : diritti inquilino e proprietario

Disdetta locazione validità R R

 
Condominioweb.com forum >
vik7666
Salve, sono nuovo del forum e volevo porre una questione: Il mio locatore ha inviato (a suo dire) la R/R di disdetta (per finita locazione 4+4) del mio contratto di locazione a mezzo R/R ricevuta dal portiere dello stabile. Orbene, a parte che detta R/R non è mai stata rinvenuta nella mia cassetta postale (sarebbe stata inviata all'inizio dell'estate scorsa periodo nel quale nessuno era in casa ), non è necessario per il proprietario avere copia del registro tenuto dal portiere nel quale viene fatta sottoscrivere l'avvenuta consegna al legittimo destinatario? Inoltre, non è necessaria, nel caso di consegna "non a mani proprie" la seconda R/R con la quale si comunica al destinatario l'avvenuto invio della R/R principale? Secondo voi, è valida questa presunta disdetta? Sottolineo che io MAI ho preso visione di questa lettera e che il portiere è diretto dipendente del proprietario dello stabile....quindi persona cd. "non indifferente". Altro problema: questa R/R mi è stata trasmessa in copia per farmi leggere il contenuto. Bene, mentre io ho il contratto con tal sig. Mevio, la R/R è su carta intestata di una srl di gestione e firmata dall'amministratore di questa società con una sigla. Ma non deve essere inviata personalmente dal sottoscrittore del contratto e firmata da lui??? Attendo notizie e ringrazio in anticipo VIK vik66
aiacobini
La firma del portiere sulla cartolina equivale a tutti gli effetti alla consegna all'inquilino. Un portiere infatti non rischierebbe mai il posto di lavoro evitando la consegna della raccomandata all'interessato, fatto controllabile perché sul sito delle Poste Italiane, alla pagina: poste .it/online/dovequando/index.jsp è possibile seguire il percorso di una raccomandata fino alla fine del "viaggio"(tracciabilità delle R.A.R.).
aiacobini
Il Codice Penale, all'art. 616, prevede la violazione,la sottrazione e la soppressione della corrispondenza. Normalmente i portieri lo conoscono e si guardano bene dal violarlo! a
Paolino Pao
Secondo me eri tu a dover ricevere la raccomandata e firmare la ricevuta, un consiglio, senti un Legale oppure rivolgiti ad una associazione/sindacato inquilini. Paolino (condomino)
Dello stesso argomento
Paolino Pao
Scritto da aiacobini il 21 Mar 2009 - 13:11:13:
La firma del portiere sulla cartolina equivale a tutti gli effetti alla consegna all'inquilino.
Sono d'accordo, per le P.T. tutto regolare, ma alla fine l'inquilino è stato avvisato della raccomandata? Ossia chi può dire che effettivamente sia stata consegnata al reale destinatario e non (p.es.) bruciata/distrutta/ecc ecc, dal portiere a cui era antipatico questo inquilino? Oppure in ultima analisi, l'inquilino non avendo firmato nulla, e ricevuta la Raccomandata dal portiere, asserisca di non aver mai ricevuto nulla. Secondo me, è difficile dare una vera risposta a questo quesito Paolino (condomino) Modificato Da - Paolino Pao il 21 Mar 2009 14:00:40
Paolino Pao
Scritto da francom il 21 Mar 2009 - 15:57:40:
Ma quanto è complicato fare la disdetta di un contratto di cui peraltro è nota ai contraenti la data di scadenza!!!
Purtroppo non è così semplice, perchè in mancanza di disdetta il contratto si rinnova automaticamente. Legge 392/78 Art.3. (Rinnovazione tacita). Il contratto si rinnova per un periodo di quattro anni se nessuna delle parti comunica all'altra, almeno sei mesi prima della scadenza, con lettera raccomandata, che non intende rinnovarlo. La stessa disciplina si applica ad ogni altra successiva scadenza Legge 9 dicembre 1998 n. 431 Art. 2. (Modalità di stipula e di rinnovo dei contratti di locazione). ..... Alla seconda scadenza del contratto, ciascuna delle parti ha diritto di attivare la procedura per il rinnovo a nuove condizioni o per la rinuncia al rinnovo del contratto, comunicando la propria intenzione con lettera raccomandata da inviare all'altra parte almeno sei mesi prima della scadenza. La parte interpellata deve rispondere a mezzo lettera raccomandata entro sessanta giorni dalla data di ricezione della raccomandata di cui al secondo periodo. In mancanza di risposta o di accordo il contratto si intenderà scaduto alla data di cessazione della locazione. In mancanza della comunicazione di cui al secondo periodo il contratto è rinnovato tacitamente alle medesime condizioni. Paolino (condomino)
Paolino Pao
Scritto da francom il 21 Mar 2009 - 18:48:03:
... Io proporrei di eliminare l'espressione <! o per la rinuncia al rinnovo del contratto !>, (rinnovo automatico salvo disdetta) eliminando così i problemi riportati in questa discussione.
potrebbe essere un'idea (che non condivido), ma deve essere il legislatore ad effettuare le modifiche aa Paolino (condomino)
Paolino Pao
Se possono essere utili; E' legittima la notifica effettuata al portiere che si sia qualificato come "autorizzato a riceverla" Per le notificazioni a mezzo del servizio postale, se non è possibile consegnare il piego personalmente al destinatario, lo stesso, ex art. 7 comma 2, della legge n. 890 del 1982, può essere consegnato, nel luogo indicato sulla busta che contiene l'atto e nel rispetto dell'ordine stabilito da detta norma, a persona dichiaratasi addetta “al servizio dei destinatari”. In questi casi, l'agente postale non è tenuto ad accertare la corrispondenza al vero della dichiarazione, essendo sufficiente che essa concordi con la situazione apparente, consistente nella presenza del consegnatario nei luoghi indicati dalla norma, gravando sul destinatario l'onere di provare l'inesistenza della qualità dichiarata dal consegnatario (Cassazione, sentenza n. 13063 dell'1/6/2006) Nell'ipotesi in cui il portiere di un condominio riceva la notifica della copia di un atto quale «addetto» alla ricezione, dichiaratosi delegato direttamente dal destinatario, e in tale veste risulti indicato sull'originale che riporta la relazione dell'ufficiale giudiziario, senza altri riferimenti alle sue funzioni derivanti dall'incarico di portierato, ricorre la presunzione legale della qualità dichiarata, la quale per essere vinta abbisogna di rigorosa prova contraria da fornire da parte del destinatario. In mancanza di tale prova si applicherà perciò, in tema di adempimenti, la disciplina prevista dal secondo comma dell'articolo 139 del c.p.c. e non quella «speciale» fissata dal quarto comma della stessa disposizione, relativa alla notificazione a persone diverse dal destinatario. (Corte di Cassazione, Sez. III, 11 gennaio 2005, n. 366) A norma dell'art. 139 del c.p.c. è nulla la notificazione effettuata mediante consegna di copia dell'atto al portiere dello stabile del destinatario qualora l'ufficiale giudiziario si limiti a dare atto della precaria assenza dell'intimato senza certificare l'avvenuta ricerca delle ulteriori persone abilitate a ricevere l'atto. Tale principio vale anche per la notificazione eseguita a mezzo del servizio postale poiché l'inosservanza dell'ordine delle persone indicate dall'art. 7 della legge 20 novembre 1982, n. 890, quali possibili consegnatari dell'atto in caso di assenza del destinatario è causa di nullità della notificazione che deve essere fatta valere nei limiti e secondo le regole del giudizio di impugnazione. (GdP Roma 14/12/2005 n° 55357) Paolino (condomino)
caval
Scritto da vik7666 il 20 Mar 2009 - 20:05:23:
Altro problema: questa R/R mi è stata trasmessa in copia per farmi leggere il contenuto
Ho trovato questo: non è irragionevole non prevedere l’invio di una lettera raccomandata da parte dell’ufficiale postale che ha proceduto alla consegna dell’atto al portiere in quanto tale raccomandata avrebbe le medesime caratteristiche “postali” dell’atto del quale dovrebbe dare notizia al destinatario; Quindi in quel caso vengono dette due cose 1) Il portiere è legittimato a ricevere raccomandate (forse ci sono precedure tipo deleghe preesistenti o registri, non lo so) 2) non vi è l'obbligo di rispedire nuovamente una seconda Raccomandata, perché seguirebbe lo stesso iter della precedente. (si deve fare quando la prima consegna la tenta l'Ufficile Giudiziario che è cosa diversa dal postino) comunque chiedi assistenza a chi è di questo mesiere cioè un avvocato
caval
quote:
è difficile dare una vera risposta
Bisognerebbe aver studiato per bene e con calma tutte le posibili casistiche, personalemnte non mi ero mai posto il problema prima. Anche perché leggendo in maniera confusa a destra e sinistra si rischia di fare solo confusione. ad esempio mi pare di aver capito che quanto avevo riportato ieri dalla Ordinanza 131/2007 della Corte Costituzionale, sia poi stato più recentemente contraddetto dalla legge di conversione del "decreto milleproroghe" (L. n.31/08) cioè sembra ch ci sia l'obbligo di una seconda raccomandata di informazione, anche se la prima era solamente una raccoamndata e non l'Ufficile giudiziario in persona. Insomma per capirci qualcosa ci vuole qualcuno che abbia seguito l'evolversi di queste normative...
francom
Ma quanto è complicato fare la disdetta di un contratto di cui peraltro è nota ai contraenti la data di scadenza!!!
francom
L'art. 2 della L. 431/98 recita: " Alla seconda scadenza del contratto, ciascuna delle parti ha diritto di attivare la procedura per il rinnovo a nuove condizioni <! o per la rinuncia al rinnovo del contratto !>, comunicando la propria intenzione con lettera raccomandata da inviare all'altra parte almeno sei mesi prima della scadenza. " Io proporrei di eliminare l'espressione <! o per la rinuncia al rinnovo del contratto !>, (rinnovo automatico salvo disdetta) eliminando così i problemi riportati in questa discussione.
francom
Risposta a Paolino: E' ovvio che è competenza del legislatore (Parlamento) modificare la legge, ma se nessuno gli suggerisce la modifica.....a
vik7666
Graziex le risposte....ma ancora nessuna soluzione "legalmente" accettabile. Io mi sono un pò documentato..anche con avv e mi hanno tutti risposto che ho pienamente ragione io!!! La R/R doveva essere presa da me, diversamente il portiere doveva consegnarla facendo firmare il registro r/R che loro hanno in dotazione e che è l'unica prova dell'avvenuta consegna al destinatario. Averla messa nella buca delle lettere...nn vuol dire nulla. E se qualcuno l'avesse presa e gettata per dispetto? vik66
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com