Condominioweb.com forum
 10-10-2007 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Amministratori Condominiali

Denunciare amministratore di condominio

 
Condominioweb.com forum >
Papera.Piera
Dopo i tentativi di farci cambiare idea sul fatto di denunciare l'amministratore precedente sparito con soldi e documenti, l'attuale amministratore su nostra insistenza è andato al Commissariato di Polizia per fare denuncia e ci ha fatto sapere che la denuncia è stata rifiutata in quanto si può fare denuncia solo tramite autorità giudiziaria. E va bene, ma dice che è obbligatorio l'intervento di un legale. Possibile che non possiamo denunciare di aver subito un furto senza dover spendere anche i soldi per un legale? Grazie
Carlo Musto
L'amministratore non ruba i soldi da un vaso e scappa... Li fa sparire dal bilancio. E occorre dimostrare che c'è stato il furto! Il legale è indispensabile. Sia in sede civile che penale. Staff
Carlo Musto
Scritto da Papera.Piera il 29 Ott 2007 - 13:10:59:
E se sta cercando di far passare i 90 giorni utili per la denuncia, i nostri documenti saranno persi per sempre? Avete qualche idea in proposito?
Il termine di 90 giorni fa decadere la posibilità di intentare una causa penale. Cosa che non c'entra con i documenti che potranno sempre essere recuperati. Ciò mediante un Decreto ingiuntivo, un ricorso di urgenza ex art. 700 cpc oppure mediant un sequestro. Sono tutte procedure civili. Staff
prociotta
Scritto da anilina il 14 Nov 2007 - 20:27:56:
ciao cara,non so da dove chiami,e spero tu abbia gia risolto il problema,ma, se capitasse a me mi comporterei così: 1)andrei personalmente a fare la denuncia con la delega e le firme di tutti gli altri condomini. 2)mi rivolgerei alla camera di commercio.Perchè? perchè esiste un ufficio chiamato "ufficio conciliazione" ed è gratuito. serve proprio per risolvere dispute tra privati,ditte o amministratori,tutto questo nella camera di commercio di Padova,non so se anche in altre citta,ma [...]
in questi casi, ci si avvale di un avvocato penalista, perchè a seconda delle parole ... si rischia la controquerela con controquerela viene fatta non al condominio ma all'amministratore .... quindi ha ragione il vs. amministratore ad essere titubante è fondamentale andare con un penalista ed essere assicurati da almeno 4 mesi con una bella polizza legale Ufficio conciliazione: la controparte deve accettare di venire in conciliazione
gubossa
Scritto da Papera.Piera il 27 Ott 2007 - 16:43:57:
Dopo i tentativi di farci cambiare idea sul fatto di denunciare l'amministratore precedente sparito con soldi e documenti, l'attuale amministratore su nostra insistenza è andato al Commissariato di Polizia per fare denuncia e ci ha fatto sapere che la denuncia è stata rifiutata in quanto si può fare denuncia solo tramite autorità giudiziaria. E va bene, ma dice che è obbligatorio l'intervento di un legale. Possibile che non possiamo denunciare di aver subito un furto senza dover spendere anche i soldi per un legale? Grazie [...]
No che non é possibile. Vi informerò esattamente cosa bisogna fare. Attendo notizie precise da un amico commissario. guidoBossa
gubossa
Ecco cosa mi riferiscono da ambienti ove queste cose si fanno tutti i giorni: “…l’amministratore che scappa con i soldi”, invece che truffa, sembra appropriazione indebita (art.646 C.P.) che si configura quando “chiunque, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria il denaro o la cosa mobile altrui di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso, è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a 3 anni e con la multa fino a €.1032,00”; si comporta cioè, nei confronti della cosa/denaro uti dominus . Se l’amministratore non ha precedenti penali, in genere il P.M. definisce la questione richiedendo al G.I.P. un decreto penale, che funziona un po’ come il decreto ingiuntivo nel civile (cioè, condanna alla somma di €. X salvo opposizione nei termini previsti). La Polizia è tenuta a ricevere denunce/querele: art.330 C.P.P. “Il pubblico ministero e la polizia giudiziaria prendono notizia dei reati di propria iniziativa e ricevono le notizie di reato presentate o trasmesse a norma degli articoli seguenti”; l’art.333 c.2° C.P.P. “la denuncia è presentata oralmente o per iscritto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, al pubblico ministero o a un ufficiale di polizia giudiziaria”; La querela: art.337 C.P.P. “… è proposta con le forme previste dall’art.333 c.2° , alle autorità alle quali può essere presentata la denuncia (art.333 cpp, cioè al p.m. o a un ufficiale di p.g.). Altrimenti, commettono “rifiuto di atti d’ufficio” p. e p. dall’art. 328 C.P.; come fare ad incastrarli: il Comm.to P.S. X si rifiuta? Chiamare il 112 per l’accertamento immediato. La Stazione C.C. Y si rifiuta? Chiamare il 113. Ma attenzione, l’art. 57 C.P.P. distingue tra ufficiali di polizia giudiziaria e agenti di polizia giudiziaria. Questi ultimi non sono tenuti a ricevere denunce/querele, in quanto l’art.333 c.2° c.p.p. assegna tale compito esclusivamente al p.m. e all’ufficiale di p.g., vedi sopra. Pertanto se ad esempio (a volte di sera/notte) in quel momento non c’è un uff. di p.g. e per accelerare i tempi, è sempre meglio andare direttamente in Procura dove poi devono confluire queste notizie di reato. guidoBossa
gubossa
Scritto da Papera.Piera il 29 Ott 2007 - 13:10:59:
Per conoscenza. Ho chiesto al forum di polizia giudiziaria, questa è la risposta: "Se è vera la risposta data, quell'agente di polizia ha commesso un bel reato di omissione di atti d'ufficio. La denuncia, ovvero la querela, possono essere presentate sia direttamente all'Autorità Giudiziaria che ad un qualsiasi ufficiale di polizia giudiziaria che ha peraltro l'obbligo di riceverle. Pertanto non vi è alcuna necessità di rivolgersi ad un avvocato. Chiaramente l'obbligo dell'assistenza lega [...]
Basta anche un solo condomino per fare una denuncia. guidoBossa
gubossa
Scritto da gubossa il 29 Ott 2007 - 13:43:52:
Basta anche un solo condomino per fare una denuncia. guidoBossa
Ed aggiungo:ex art.107 norme di attuazione del C.P.P.: "la persona che presenta una denuncia o che propone una querela ha diritto di ottenere attestazione della ricezione dall'autorità davanti alla quale la denuncia o la querela è stata presentata o proposta". guidoBossa
Hivary
Quoto Vik: Qualora ci fosse un diniego da parte dell'amministratore uscente allora potrete sempre rivolgervi al giudice di pace e chiedere il risarcimento di quanto dovuto (che non ho ben capito a quanto ammonterebbe) oppure rivolgersi ad un Legale per depositare presso la Procura della Repubblica una formale denuncia di Appropriazione indebita commessa dall'amministratore e costituirvi parte civile durante il processo penale per ottenere il ricarcimento....... Non cantate già vittoria..... nel processo penale ci vogliono le prove oltre ai fatti e non è detto che l'avvocato della controparte non rappresenti la parte vittoriosa....... E' FACILE PUNTARE IL DITO SU UNA PERSONA DANDOGLI DEL LADRO..... IL DIFFICILE E' DIMOSTRARE COI FATTI E CON LE PROVE CHE LO E' DAVVERO. Troppo spesso ho verificato l'assoluta mancanza di conoscenza di bilanci da parte di persone che sostengono che l'amministratore uscente è scappato con la cassa. Praticamente sempre ho elaborato nuovamente i conteggi ed ho riscontrato correttezza contabile. Scusami Piera ma crederò alle tue affermazioni solo dopo che un Revisore Contabile ( Ragioniere, Commercialista, Amministratore) certificherà che gli ammanchi ci sono veramente. Tutto il resto è aria fritta e le denuncie si fanno solo quando si è sicuri di quello che si dice. Poi ,magari sarà anche vero quanto affermi, ma" carta canta e villan dorme..."
Roberto M
Scritto da Papera.Piera il 02 Nov 2007 - 12:29:37:
Nuovi sviluppi: sono andata alla polizia con la denuncia compilata e firmata dall'Amministratore di condominio ma non è stata accettata in quanto l'Amministratore deve essere nominato giuridicamente, a quanto ha detto l'agente, davanti ad un notaio, quindi solo il verbale della riunione di condominio con la nomina dell'Amministratore per loro non certifica il fatto che tale persona sia l'Amministratore del nostro condominio. Altrimenti, mi è stato detto, ogni singolo condòmino può fare la [...]
Scusa se mi inserisco ma il nuovo amministratore ha fatto il passaggio di consegne con il vecchio? A che titolo vai in questura a denunciare una persona in questo caso di "furto". Dov'è il reato? Meno male che il poliziotto, ignorante tra l'altro, non ha preso la denuncia perchè vi potreste trovare con una controquerela con corposa richiesta di danni per diffamazione. Con questo non difendo il tuo vecchio amministratore ma attacco il nuovo che a quanto pare di condominio ne mastica poco. Come ti ha risposto Carlo un bel decreto d'urgenza ex art. 700 vi farà tornare in possesso delle documentazioni e solo successivamwente dopo aver revisionato i conti potrete prendere iniziative in merito e per fare questo ci vuole un avvocato che non potrà costare più di 500/1000 euro per iniziare. Sennò "ciccia" e fate finta di nulla! R.M.
vik
Scritto da Papera.Piera il 02 Nov 2007 - 13:50:19:
Passiamo ad altro topic "L'INUTILITA' DEI DOCUMENTI", che la situazione è un po' complicata.
Carissima Piera, la questione non è poi tanto complicata........ per fortuna c'è da dire che la matenatica non è un'opinione ma una scienza esatta.... per convenzione 1 + 1 = 2 ecc. ecc. Ciò vuol dire che, dal momento in cui avete accertato l'ammanco di cassa (e questo lo si fà solo dopo aver effettuato la revisione di tutta la gestione), l'eventuale ammanco deve essere contestato al precedente amministratore che, qualora dovesse dimostrare che tali somme mancanti sono state prelevate per effettuare dei pagamenti per cassa contante sarà tenuto a giustificare tutte le spese eseguite. Nel caso in cui non riuscisse a giustificarle potrà sempre scegliere di adottare la soluzione bonaria e cioè risarcire il condominio delle somme mancanti...... (a limite si può nominare un avvocato che si occupi di tale transazione). Il nuovo amministratore non può effettivamente sapere cosa è successo nella gestione precedente...... Voi sostenete che l'ammanco c'è stato ma non bastano gi estratti bancari per dimostrare l'appropriazione indebita perchè è il condominio che mette a disposizione dell'amministratore un'appropriata somma di denaro per la gestione condominiale così come è lo stesso condominio che è tenuto a revocare il mandato all'amministratore per gravi irregolarità....... In parole povere ti dico: Provate con atti ufficiali a contestare l'ammanco all'amministratore uscente e chiedete un incontro che chiarisca la posizione con l'eventuale risoluzione bonaria dell'incidente a mezzo restituzione delle somme mancanti. Qualora ci fosse un diniego da parte dell'amministratore uscente allora potrete sempre rivolgervi al giudice di pace e chiedere il risarcimento di quanto dovuto (che non ho ben capito a quanto ammonterebbe) oppure rivolgersi ad un Legale per depositare presso la Procura della Repubblica una formale denuncia di Appropriazione indebita commessa dall'amministratore e costituirvi parte civile durante il processo penale per ottenere il ricarcimento....... Non cantate già vittoria..... nel processo penale ci vogliono le prove oltre ai fatti e non è detto che l'avvocato della controparte non rappresenti la parte vittoriosa....... E' FACILE PUNTARE IL DITO SU UNA PERSONA DANDOGLI DEL LADRO..... IL DIFFICILE E' DIMOSTRARE COI FATTI E CON LE PROVE CHE LO E' DAVVERO. Se poi è diventata una sorta di presa di posizione nel voler a tutti i costi denunciare l'amministratore uscente allora alzo le mani....... il consiglio che mi sento di darti è quelo di ponterare bene la cosa e di cercare di riappropriarvi della somma mancante utilizzando altri metodi usando il buon senso........ Un saluto a tutti i partecipanti, Vik. Citazione: Nella vita dovrebbe bastare il buon senso, contro gli idioti ci vuole la legge.
Carlo
Scritto da Papera.Piera il 27 Ott 2007 - 16:43:57:
Dopo i tentativi di farci cambiare idea sul fatto di denunciare l'amministratore precedente sparito con soldi e documenti, l'attuale amministratore su nostra insistenza è andato al Commissariato di Polizia per fare denuncia e ci ha fatto sapere che la denuncia è stata rifiutata in quanto si può fare denuncia solo tramite autorità giudiziaria. E va bene, ma dice che è obbligatorio l'intervento di un legale. Possibile che non possiamo denunciare di aver subito un furto senza dover spendere anche i soldi per un legale? Grazie [...]
Anche un solo condomino può presentare un esposto o una querela, all'A.G. (Polizia, Carabinieri Guardia di Finanza) etc. esponendo dettagliatamente i fatti accaduti. Non serve nessun legale e tanto meno, le Forze dell'Ordine possono rifiutarsi di accettare la denuncia. Sarà poi il P.M., al quale verrà inviato l'esposto, che - se ravviserà degli illeciti -, provvederà a dare disposizioni per indagini al fine di accertare se vi siano reati perseguibili d'ufficio. Suggerisco l'esposto e non la querela, al fine di evitare qualche amara e brutta sorpresa, come ad esempio una controquerela. Modificato Da - Carlo il 12 Dic 2008 17:45:54
tocai
Ciao a chi legge. I carabinieri, o la polizia di stato non possono rifiutare una denuncia, perchè in tal caso incorrono nel reato di "Omissione di atti d'ufficio" con pena da 6 mesi a due anni di carcere (art. 328 del Codice Penale. Qualsiasi persona può fare la denuncia, ma si tenga presente che non è l'amministratore la parte offesa, e forse per tal motivo la denuncia non è stata accettata. I condomini danneggiati possono comunque sporgere la denuncia avvisando l'amministratore di quanto. Inoltre, è bene siano più condomini che firmino l'atto nei modi voluti, oppure suggeriti dalle forze dell'ordine
TIBER
Andate dal legale penale.Sono i soldi più ben spesi per mettere almeno in difficoltà un cialtrone di quel genere. Saluti. Tiber
TIBER
Questi vostri arrendevoli comportamenti oltre che a danneggiarvi singolarmente,porcurano senz'altro futuri danni ad altri che come voi avranno questo personaggio come amministra- tore. Soldi da buttare non ne abbiamo nessuno ma qui si tratta di un reato penalmente perseguibile e interviene,se esiste ancora un pizzico di senso civico,anche se a vostre spese. Non credo che l'avvocato ,suddiviso tra tutti voi venga a costare un patrimonio. Saluti. Tiber
Pippo85
Scritto da Papera.Piera il 27 Ott 2007 - 16:43:57:
.. è andato al Commissariato di Polizia per fare denuncia e ci ha fatto sapere che la denuncia è stata rifiutata in quanto si può fare denuncia solo tramite autorità giudiziaria. [...]
A me pare alquanto strano che non si possa fare una denuncia o querela di parte o denuncia-querela, senza l'assistenza di un legale. In presenza di una notizia di reato (il furto) la polizia e le altre forze dell'ordine (sono anche loro l'autorità giudiziaria) sono tenute ad accettare la querela, anzi addirittura a redigerla, se non scritta dal querelante, seduta stante. Comunque, se la polizia non ha accettato la querela e, ripeto mi pare strano, dite all'amministratore di andare dai carabinieri e controllate ed accertatevi che lo faccia, visto la sua titubanza. Saluti, Pippo85 Modificato Da - Pippo85 il 27 Ott 2007 21:52:13
Papera.Piera
Abbiamo appena cambiato la caldaia e siamo un piccolo condominio, non abbiamo soldi da buttare, è proprio necessario un legale? E per recuperare la documentazione del condominio? Non è l'Amministratore che deve fare la denuncia?
Papera.Piera
Più che li ha fatti sparire dal bilancio, li ha fatti sparire dal conto in banca, ho l'estratto conto, non appena abbiamo versato 2 rate ha prelevato per sè stesso e i conti non sono stati pagati, in più sono spariti i soldi sul conto arrivati da un condomino moroso. Poi il legale si può prendere se i soldi tornano ma se quello è al sicuro perchè ha tutto intestato ad altri, i soldi non tornano.
Papera.Piera
Ma perchè sempre noi poveretti ci dobbiamo pensare? Cornuti e mazziati!!!! Comincino a pensarci le varie associazioni degli amministratori a difendere la categoria e a perseguire queste persone, porca miseria, non lo dico solo a voi, l'ho già detto direttamente al pres. regionale dell'Anaci.
Papera.Piera
Per conoscenza. Ho chiesto al forum di polizia giudiziaria, questa è la risposta: "Se è vera la risposta data, quell'agente di polizia ha commesso un bel reato di omissione di atti d'ufficio. La denuncia, ovvero la querela, possono essere presentate sia direttamente all'Autorità Giudiziaria che ad un qualsiasi ufficiale di polizia giudiziaria che ha peraltro l'obbligo di riceverle. Pertanto non vi è alcuna necessità di rivolgersi ad un avvocato. Chiaramente l'obbligo dell'assistenza legale subentra, nell'ambito del procedimento penale, qualora la persona offesa dal reato voglia costituirsi anche parte civile per ottenere un risarcimento del danno" A questo punto l'unica cosa che ci serve capire è come mai il nostro attuale amministratore fa di tutto per non farci fare questa benedetta denuncia, tenuto conto che durante la prima riunione avevamo detto tutti che volevamo fare solo la denuncia penale, niente causa civile. Poi quando ho scoperto che la denuncia non l'aveva fatta, gli ho chiesto per quale motivo ed ha cominciato ad inventare che non eravamo tutti d'accordo in assemblea e che dobbiamo sborsare i soldi per l'avvocato. E se sta cercando di far passare i 90 giorni utili per la denuncia, i nostri documenti saranno persi per sempre? Avete qualche idea in proposito? Io comunque proverò anche a chiedere consiglio ancora al pres. regionale dell'Anaci, visto che il nostro amministratore è iscritto.
Papera.Piera
Nuovi sviluppi: sono andata alla polizia con la denuncia compilata e firmata dall'Amministratore di condominio ma non è stata accettata in quanto l'Amministratore deve essere nominato giuridicamente, a quanto ha detto l'agente, davanti ad un notaio, quindi solo il verbale della riunione di condominio con la nomina dell'Amministratore per loro non certifica il fatto che tale persona sia l'Amministratore del nostro condominio. Altrimenti, mi è stato detto, ogni singolo condòmino può fare la sua denuncia personale, cosa che l'Amministratore si è guardato bene dal dirci.
Papera.Piera
Passiamo ad altro topic "L'INUTILITA' DEI DOCUMENTI", che la situazione è un po' complicata.
anilina
ciao cara,non so da dove chiami,e spero tu abbia gia risolto il problema,ma, se capitasse a me mi comporterei così: 1)andrei personalmente a fare la denuncia con la delega e le firme di tutti gli altri condomini. 2)mi rivolgerei alla camera di commercio.Perchè? perchè esiste un ufficio chiamato "ufficio conciliazione" ed è gratuito. serve proprio per risolvere dispute tra privati,ditte o amministratori,tutto questo nella camera di commercio di Padova,non so se anche in altre citta,ma informarsi non costa niente. unico inghippo,bisogna avere tutta la documentazione e prove ed è inapellabile. daltra parte le cose o si fanno da soli o si paga un legale! in bocca al lupo....a
Kyr
l'amministratore non è legittimato a fare querele per conto del condominio, sono i singoli condomini a loro nome devono querelare il vecchio amministratore per appropriazione indebita. Ma prima di partire è consigliabile avere le prove dell'ammanco e farsi tutelare da un penalista. se non si è capaci di dimostrare l'ammanco si rischia la querela per calunnia e diffamazione. ognuno deve prendersi le proprie responsabilità.
peppe64
Inserito il - 27 Ott 2007 : 16:43:57 -------------------------------------------------------------------------------- Dopo i tentativi di farci cambiare idea sul fatto di denunciare l'amministratore precedente sparito con soldi e documenti, l'attuale amministratore su nostra insistenza è andato al Commissariato di Polizia per fare denuncia e ci ha fatto sapere che la denuncia è stata rifiutata in quanto si può fare denuncia solo tramite autorità giudiziaria. E va bene, ma dice che è obbligatorio l'intervento di un legale. Possibile che non possiamo denunciare di aver subito un furto senza dover spendere anche i soldi per un legale? Grazie Art. 55. Funzioni della polizia giudiziaria. 1. La polizia giudiziaria deve, anche di propria iniziativa, prendere notizia dei reati, impedire che vengano portati a conseguenze ulteriori, ricercarne gli autori, compiere gli atti necessari per assicurare le fonti di prova e raccogliere quant'altro possa servire per l'applicazione della legge penale . 2. Svolge ogni indagine e attività disposta o delegata dall'autorità giudiziaria. 3. Le funzioni indicate nei commi 1 e 2 sono svolte dagli ufficiali e dagli agenti di polizia giudiziar
schott67
si la cosa migliore è farsi assistere da un legale. Il reato contestabile probabilmente è appropiazione indebita art. 646 c.p. Sulla necessità che tutti gli inquilini presentino querela ho qualche dubbio, ma senz'altro ciò rafforzerebbe l'ipotesi di reato.una volta in giudizio è necessario essere assistiti da un legale. Molto più difficile dimostrare reati quali la falsità in atti etc. che sono perseguibili con una denuncia.
schott67
la procedibilità dei reati è a denuncia o a querela. La parola esposto viene talvolta usata come sinonimo di denuncia. Trovandoci però davanti ad un ipotesi reato presumibilmente perseguibile a querela di parte la condizione di procedibilità è la presentazione di una querela (senza la volontà querelatoria il P.M archivia). L'amministrartore potrebbe presentarla dopo aver ricevuto specifico mandato dai condomini
schott67
io credo che la polizia abbia "consigliato" all'amministratore di condominio di farsi assistere da un legale. L'eventuale ritrosia da parte delle forze di polizia a prendere una querela (prendere vuol dire scrivere) nasce dal fatto che molto spesso, dopo averla inviata alla procura ed avviato le indagini (identificazione della persona querelata etc.)ci si trova di fronte alla remissione. La presenza di un legale (la maggior parte delle volte si limita a scriverla)da una garanzia in più al poliziotto di turno che la ratifica. se volete procedere comunque ti consiglio di scrivere la querela allegandovi ogni utile elemento (ricevute,verbali etc) e vai ad un ufficio di polizia chiedendo che la querela venga ratificata(che voul dire accettata e mandata in procura)vedrai che non la rifiutano. Tra l'altro la querela può essere ratificata (come usano faregli avvocati) all'ufficio ricezione atti di ogni procura della repubblica
circerie
Anche il mio condominio si trova in una situazione molto simile. La constatazione dell'ammanco è stato fatto dal nuovo amministratore, documenti alla mano. Anche il nostro, come quello di Piera non si è mostrato molto propenso alla querela, apparentemente perché non conosceva la procedura. Mi sembra di aver capito che la cosa migliore è farsi assistere dal legale, ma che i primi passi sono in ogni modo la querela entro i 90 giorni dal momento che ci siamo accorti dell'ammanco e che deve essere fatta da tutti i condomini personalmente.
peppino74
seconda fatto bene........... certi condomini sono insopportabili.. ciao
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com