Condominioweb.com forum                   Inserisci un quesito
 11-11-2008 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Vita in condominio

Certificato di agibilità abitabilità

 
Condominioweb.com forum >
giorgio44
Ciao a tutti sono un nuovo iscritto e vorrei esporre il mio caso.Nel 1996 trovandomi in un periodo molto difficile finanziariamente,acquistai un sottotetto che sccessivamente ho condonato.Non credo che nel condono sia prevista anche l'abitabilità/agibilità.Sono sicuro che il resto della palazzina ha questi requisiti.(è stata costruita nel 1995) Ora vi chiedo:è possibile autodenunciarsi e pagare una multa(quale sarà l'ammontare?)o finanziariamente è preferibile incaricare un geometra per tutta la pratica? Grazie per la risposta Giorgio
koine.rock
se informi il Comune che non hai il Certificato di Agibilità devono farti una multa di 150 Euro ....ma (in teoria) 150 Euro al giorno fino a quando non ottieno l'Agibilità. Ti conviene sentire un tecnico e capire quanto ti costa richiedere il Certificato di Agibilità
koine.rock
la documentazione si puo' reperire tutta ...basta pagare! a nel senso che se uno non ha le dichiarazioni di conformità degli impianti può farsele fare ora da un impiantista abilitato (pagandolo) ...se manca il collaudo può farsi fare ora un Certificato di Idoneità Statica da un Ingegnere (pagandolo) ...e così via.
koine.rock
"Ma se un fabbricato costruito, ad esempio, negli anni '60, è stato abitato e goduto per oltre 40 anni senza certificato, nonostante esso certificato sia previsto sin dal 1934 (vedi art.24 del testo unico che richiama il R.D. 27 luglio 1934, n. 1265, artt. 220; 221, comma 2), quale interesse e quali benefici avrebbe un eventuale compratore dell'immobile a pretenderlo?." Premesso che è obbligatorio avere il Certificato di Agibilità per abitarci ...sennò il Comune (qualora facesse un sopralluogo ..magari domani ..magari mai...) dovrà fare una multa a chi ci abita ....multa di 150 Euro (..al giorno..!!!). Inoltre... se è abitato da 40 anni ...potrebbe anche essere privo del Collaudo Statico ...quindi nessun ingegnere ha mai verificato se ci sono problemi statiti ...quindi se è stato costruito bene non cadrà mai ...se è stato costruito male potrebbe cascare al primo terremoto!!! *** "Diceva un vecchio ingegnere: "Se è andato bene per 40 anni andrà bene anche per i prossimi 40 anni"." Condivido ...ma quell'ingegnere metterebbe per iscritto che quel fabbricato non avrà mai problemi per i prossimi 40 anni? .... mi sa di no a ***** "Mezza Capitale non ha mai visto questo certificato, però le case si vendono ugualamente.." Credo che mezza Italia sia priva del Certificato di Agibilità. La legge permette di vendere questi certificati ...ma non di abitarli!!!! (se li si abita si rischia la multa). ciao FABIO
Dello stesso argomento
koine.rock
"..Se ha resistito 40 anni, vuol dire che non è stato costruito male e, poiché negli ultimi 40 anni di terremoti ce ne sono stati, e l'edifico non è cascato, vuol dire che la sua costruzione era quatomeno conforme alla normativa anitisimica vigente all'epoca della sua costruzione..." Condivido ...ma allora perchè nessun Ingegnere ha il coraggio di scrivere su un foglio "QUESTO FABBRICATO NON CADRA' PER I PROSSIMI 40 ANNI" ...? ************ "Insomma, io credo che se questo certificato di abitabilità fosse davvero utile e non solo burocrazia, i Comuni dovrebbero verificare tutti gli immobili e pretendere la loro messa a norma." E' utile perchè ti dà la certezza che il collaudo statico è stato fatto, che gli impianti sono stati installati a norma, che non son state realizzate opere abusive (ovverso ..se qualcuno dichiara il falso, saprai nome e cognome cui chiedere i danni ...ma se nessuno ti ha collaudato la casa, qualora cadrà o comincerà a creparsi non potrai dare la colpa a nessuno e dovrai ristrutturarla a spese tue ...se invece c'era il collaudo la dovranno consolidare l'impresa costruttrice e il collaudatore). I comuni non verificano tutti gli immobili perchè la legge non li obbliga. Anni fa li obbligava ...e i comuni facevano le verifiche (magari male ...ma almeno si poteva dare la colpa e chiedere i danno all'ufficio tecnico). *** "..Ed è pura burocrazia il fatto che è legale vendere una casa per abitazione senza certificato pur essendo illegale abitarla !!..." Più o meno si ...ma credo che questa norma sia stata inventata per poter vendere le case in costruzione (quindi non finite quindi senza agibilità). Molta gente compra le case nuove "sulla carta" visionando solo il progetto. *** "Come altrettanto corretto sarebbe che i SUE dei Comuni, pretendessero che il committente dei lavori di ristrutturazione, restauri, interventi strutturali, ecc., che richiederebbo allorché conclusi il certificato di agibilita..." Però ...se un'impresa non dà mai la fine lavori .. .come fa il Comune a obbligarli a chiedere l'Agibilità? ....sembra strano ma (nel mio comune) fabbricati costruiti decenni fa non hanno mai comunicato la fine lavori! Il comune dovrebbe andare a controllare casa per casa ...forse è l'unica soluzione. ...però poi ci sarebbe un'isurrezione popolare!!! **** "Questo "disinteresse" degli Uffici Tecnici del Comune è, a mio parere, uno dei principali responsabili della perpetuazione per decenni e decenni dell'assenza dell'agibilità." Condivido ....il fatto è che la legge non obbliga i comuni a controllare.... cioè è un "disinteresse" autorizzato dalla Legge. Invece la Legge OBBLIGA i comuni a fare la vigilanza contro l'abusivismo. ciao FABIO
koine.rock
"...ma il certificsato di agibilità/abitabilità non lo deve rilasciare il costruttore????" Il costruttore o il proprietario, a fine lavori, devono chiedere al Comune il certificato di Agibilità (ma dipende anche dalla Regione in cui è l'immobile ...chiedi bene in Comune) ***** "..mi ha detto il costruttore che il comune ancora non li ha pronti può essere vero????" Può essere che il costruttore abbia portato in Comune tutti i documenti ...chiedete in Comune. O magari il Comune ha richiesto al costruttore alcuni documenti mancanti ed è in attesa di integrazioni.
Hivary
E' un problema abbastanza grosso che si sta presentando sempre più spesso in caso di vendita di immobile. Ci sto passando con due diversi condomini proprio in questi giorni. Tanto per cominciare la richiesta di agibilità NON può essere individuale ma soltanto di fabbricato. Attenzione, fabbricato, non condominio. In un condominio con due fabbricati ci devono essere due certificati! Proprio per questo la certificazione può/deve essere richiesta solo esclusivamente dal legale rappresentante del condominio. Se il certificato è stato rilasciato prima del condono della mansarda, va richiesto nuovamente con le pratiche inerenti le modifiche apportate. E' molto probabile che saranno richiesti anche quei documenti soggetti a rinnovo o che sono stati sostituiti nel tempo da altri similari. Insomma è una pratica onerosa e lunga mache ha anche una valenza del tutto relativa in funzione di chi la richiede. Mezza Capitale non ha mai visto questo certificato, però le case si vendono ugualamente ed il sole splende lo stesso: certo, se proprio non se ne può fare a meno... L'aria del Paradiso è quella che soffia tra le orecchie di un cavallo. (proverbio arabo)
Hivary
Scritto da NICOLAIDE il 18 Nov 2008 - 21:40:46:
Scusate la mia intromissione...ma il certificsato di agibilità/abitabilità non lo deve rilasciare il costruttore????ve lo chiedo perchè sto amministrando uno stabile nuovo sdel 2006 e ancora i condomini non lo hanno ricevuto,mi ha detto il costruttore che il comune ancora non li ha pronti può essere vero????GRAZIEa
Indagherei, è possibile che non sia stato rilasciato per mancanza di qualche documento o per errori formali nella richiesta. Se ti muovi fino a quando il costruttore esiste ancora, hai qualche possibilità di soluzione senza far mettere le mani in tasca ai condomini. L'aria del Paradiso è quella che soffia tra le orecchie di un cavallo. (proverbio arabo)
Fabrizio Togni
Scritto da giorgio44 il 14 Nov 2008 - 20:28:35:
Ciao a tutti sono un nuovo iscritto e vorrei esporre il mio caso.Nel 1996 trovandomi in un periodo molto difficile finanziariamente,acquistai un sottotetto che sccessivamente ho condonato.Non credo che nel condono sia prevista anche l'abitabilità/agibilità.Sono sicuro che il resto della palazzina ha questi requisiti.(è stata costruita nel 1995) Ora vi chiedo:è possibile autodenunciarsi e pagare una multa(quale sarà l'ammontare?)o finanziariamente è preferibile incaricare un geometra per tutta la pratica? Grazie per la risposta Giorgio [...]
Se hai fatto il condono perchè dovresti autodenunciarti, l'hai già fatto. La pratica per l'agibilità la puoi richiedere tramite un geometra all'ufficio tecnico del tuo comune. ******* Meeeeeeeeegatuna
Pippo85
Scritto da koine.rock il 15 Nov 2008 - 16:37:27:
Ti conviene sentire un tecnico e capire quanto ti costa richiedere il Certificato di Agibilità
A giudicare dalla documentazione da produrre, non credo costi poco. Se poi tale documentazione non la si riesce a reperire, come si fà?
Pippo85
Scritto da koine.rock il 17 Nov 2008 - 18:57:37:
la documentazione si puo' reperire tutta ...basta pagare! a nel senso che se uno non ha le dichiarazioni di conformità degli impianti può farsele fare ora da un impiantista abilitato (pagandolo) ...se manca il collaudo può farsi fare ora un Certificato di Idoneità Statica da un Ingegnere (pagandolo) ...e così via.
Certamente. Ma se un fabbricato costruito, ad esempio, negli anni '60, è stato abitato e goduto per oltre 40 anni senza certificato, nonostante esso certificato sia previsto sin dal 1934 (vedi art.24 del testo unico che richiama il R.D. 27 luglio 1934, n. 1265, artt. 220; 221, comma 2), quale interesse e quali benefici avrebbe un eventuale compratore dell'immobile a pretenderlo?. Diceva un vecchio ingegnere: "Se è andato bene per 40 anni andrà bene anche per i prossimi 40 anni".
Pippo85
Scritto da koine.rock il 18 Nov 2008 - 09:00:23:
...sennò il Comune (qualora facesse un sopralluogo ..magari domani ..magari mai...) dovrà fare una multa a chi ci abita ....multa di 150 Euro (..al giorno..!!!).
Nella seconda ipotesi (..magari mai) non può fare la multa.
Scritto da koine.rock il 18 Nov 2008 - 09:00:23:
..Inoltre... se è abitato da 40 anni ...potrebbe anche essere privo del Collaudo Statico ...quindi nessun ingegnere ha mai verificato se ci sono problemi statiti ...quindi se è stato costruito bene non cadrà mai ...se è stato costruito male potrebbe cascare al primo terremoto!!!
Se ha resistito 40 anni, vuol dire che non è stato costruito male e, poiché negli ultimi 40 anni di terremoti ce ne sono stati, e l'edifico non è cascato, vuol dire che la sua costruzione era quatomeno conforme alla normativa anitisimica vigente all'epoca della sua costruzione. Se invece uno pensa al "big one" bé, allora non credo che un certificato di agibilità ci salverà.
Scritto da koine.rock il 18 Nov 2008 - 09:00:23:
Credo che mezza Italia sia priva del Certificato di Agibilità. La legge permette di vendere questi certificati ...ma non di abitarli!!!! (se li si abita si rischia la multa).
Insomma, io credo che se questo certificato di abitabilità fosse davvero utile e non solo burocrazia, i Comuni dovrebbero verificare tutti gli immobili e pretendere la loro messa a norma. Ed è pura burocrazia il fatto che è legale vendere una casa per abitazione senza certificato pur essendo illegale abitarla !!. Come altrettanto corretto sarebbe che i SUE dei Comuni, pretendessero che il committente dei lavori di ristrutturazione, restauri, interventi strutturali, ecc., che richiederebbo allorché conclusi il certificato di agibilita, effettivamente facessoro richiesta di tale certificato producendo la relativa documentazione per l'ottenimento. Accade, invece, che i lavori di ristrutturazione vengono autorizzati e conclusi, consentendo al proprietario di non ultimare la pratica con la richiesta di cui all'art. 24. Questo "disinteresse" degli Uffici Tecnici del Comune è, a mio parere, uno dei principali responsabili della perpetuazione per decenni e decenni dell'assenza dell'agibilità. Modificato Da - Pippo85 il 18 Nov 2008 11:15:49
NICOLAIDE
Scusate la mia intromissione...ma il certificsato di agibilità/abitabilità non lo deve rilasciare il costruttore????ve lo chiedo perchè sto amministrando uno stabile nuovo sdel 2006 e ancora i condomini non lo hanno ricevuto,mi ha detto il costruttore che il comune ancora non li ha pronti può essere vero????GRAZIEa
 
 

 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com