Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
99135 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
L'amministratore di condominio non comunica ai creditori i dati dei morosi. Condannato a pagare € 50,00 per ogni giorno di ritardo
Problema condominiale? Inviaci un quesito

L'amministratore di condominio non comunica ai creditori i dati dei morosi. Condannato a pagare € 50,00 per ogni giorno di ritardo

Amministratore di condominio condannato al pagamento in favore della società ricorrente della somma di € 50,00 per ogni giorno di ritardo nell'esecuzione del provvedimento

Avv.to Maurizio Tarantino - Foro di Bari  

"È meritevole di accoglimento l'istanza di irrogazione, ai sensi dell'art. 614-bis c.p.c., di una misura coercitiva indiretta a carico dell'amministratore condominiale che abbia violato il precetto di cui all'art. 63, comma 1, disp. att. c.c., rifiutandosi di comunicare ai creditori non ancora soddisfatti del condominio, che lo avevano interpellato, i dati relativi ai condomini morosi, poiché si ricade nell'alveo degli obblighi di fare infungibile, insuscettibili di esecuzione per surrogazione di un organo terzo".

Questo è il principio di diritto espresso dall' Ordinanza del Tribunale di Avezzano del 01 marzo 2016 in merito alle responsabilità dell'amministratore di condominio.

=> Il recupero dati dei condomini morosi esclude il ricorso al decreto ingiuntivo

I fatti di causa. La società beta aveva eseguito lavori di manutenzione straordinaria (rifacimento delle facciate esterne, dei frontalini dei balconi, ecc.) sull' edificio condominiale.

Successivamente, a causa dell'inadempimento del pagamento, aveva richiesto, senso esito, all'amministratore del condominio i nominativi dei condomini morosi che non avevano saldato le quote loro spettanti (cd. Obbligazioni parziarie) per il pagamento dei corrispettivi pattuiti.

A tale richiesta vi era stato il rifiuto immotivato da parte dell'amministratore; di conseguenza, la società beta attraverso l'attivazione di un procedimento sommario di cognizione, chiedeva al giudice adito la condanna dell'amministratore condominiale a fornire i dati relativi ai condomini morosi, ai sensi dell'art. 63, comma 1, disp. att. c.c., allo scopo di escuterli preventivamente quanto al pagamento del corrispettivo dovuto in ordine ai lavori eseguiti, nei limiti della quota loro spettante.

Inoltre veniva richiesta una misura coercitiva indiretta per ogni giorno di ritardo, ai sensi dell'art. 614-bis c.p.c.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Ordinanza del Tribunale di Avezzano del 01 marzo 2016

Cerca: amministratore di condominio elenco morosi

Commenta la notizia, interagisci...
Francesco De Bellis
Francesco De Bellis martedì 31 gennaio 2017 alle ore 15:48

Salve
Vorrei avere alcune delucidazioni in merito alla potatura e manutenzione degli alberi all interno di un condominio. Secondo il codice civile sono di proprietà esclusiva gli alberi piantati in giardini di proprietà esclusiva e la loro manutenzione spetta al loro legittimo proprietario.
Vorrei sapere:
1)se la loro chioma fa ombra su un viale condominiale quindi di comune passaggio,se tutti i condomini usufruendo dell ombra ,devono partecipazione alla loro manutenzione.
2) essendo dei pini, se hanno una tutela speciale e se c'è una sentenza che obbliga tutti i condomini a partecipare alle spese di manutenzione.
Ringraziandola anticipatamente di una sua risposta su questo quesito
resto in attesa
cordiali saluti

    in evidenza

Dello stesso argomento